Somalia: continua la siccità

Il distretto di Aden Yabal non ha nessun ospedale; dallo scoppio della epidemia le persone colpite sono 668 su 11.880 famiglie, in gran parte sfollate e costrette ad utilizzare fonti non sicure d’acqua che causano la diarrea acuta, una vera e propria malattia che porta, senza adeguate cure, anche alla morte.

Gli operatori umanitari di INTERSOS insieme alla ong somala WOCCA stanno distribuendo medicine alle persone colpite a Aden Yabal, insieme a kit sanitari d’emergenza, pastiglie di cloro per disinfettare i pozzi contaminati, sapone per l’igiene personale, e assistenza medica per l’intera comunità.

Fonte: Intersos

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.