Poesia africana: RUMORE DA AZAINE

Onore ai quarantamila bambini arrestati

nel Sudafrica, tra i quali un bebè di un mese

Traiphonia Radebe*.

Dal mio letto sento il triste rumore.

Si direbbe la passione di Maria:

“Che ne farai tu, Botha, di questi bambini,

ella cantava nel profondo del mio udire,

Perché imprigionare l’ingenuità?

Mille volte triste è questa monodia

Intonata dal paese morto dall’iniquità

E morire è solo una debole parodia

Di ciò che avviene nel Sudafrica.

“Perché arresti il piccolissimo Redebe,

che ha la stessa età di una luna?

Bibbia, Morale, Talud, Giustizia? per te tutto

Viene immolato sull’ebbro altare dell’Alto Crimine!…

Ma un giorno, Nelson arriverà con la sua faretra!”

*Radebe: uno dei bambini vittime del massacro di Soweto.

Kinkpe Laurent

Poeti Africani Anti-Apartheid

Edizioni Dell’Arco

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.