Filastrocca per lo sciopero degli immigrati il 1-3

Riceviamo e pubblichiamo questa filastrocca per il primo marzo (sciopero degli immigrati) scritta da Pabuda (Paolo Buffoni Damiani).https://i1.wp.com/static.sky.it/static/contentimages/original/sezioni/tg24/cronaca/2010/01/03/logo_sciopero_stranieri.jpg?resize=252%2C296

noi e loro

separati da un foglio di carta,

duro e buio come la cattiveria.

noi e loro,

transennati in code incomunicanti

per accedere ai comuni incubi delle questure.

noi e loro,

lacerati da un debito plurisecolare:

loro non lo sanno calcolare, noi non sappiamo come fare per ripagare!

noi e loro,

intimiditi da timori subliminali, ch’a volte montano in paure e terrori.

noi e loro,

racchiusi in recinti dialettali, con apposite, separate, pietanze e preghiere e rosari e candele.

noi e loro, distanziati:

nei cud, nei rid, nei bot e ctt e nella frequenza dei test di gravidanza.

noi e loro, divisi

sembriamo un triste fenomeno da baraccone e ci ammaliamo di vergogna.

noi e loro,

uniti e mescolati

saremo, almeno per un giorno, una novità strabiliante.

ci sarà, tra noi e tra loro, qualcuno che più degli altri ci prenderà gusto

e pretenderà di replicare la mescolanza unita

ogni santo giorno:

è quello che si chiama “il punto di non ritorno”.

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.