Costa d’Avorio: i militari pongono fine all’ondata di proteste

Centinaia di militari, che hanno manifestato martedì per chiedere un salario più alto in diverse città della Costa d’Avorio, hanno posto fine alle loro azioni mercoledì dopo aver ottenuto una promessa del governo che soddisferà le loro richieste.

Dopo il consiglio dei ministri, il ministro delegato della Difesa, Paul Koffi Koffi, ha ricevuto l’insieme dei delegati designati da ognuno dei campi militari del paese. Due militari per sezione rivendicavano stipendi più alti, il pagamento dell’affitto delle case per le loro famiglie, o ancora gli avanzamenti di grado, riporta RFI.

Questo movimento è partito da Bouaké, seconda città della Costa d’Avorio, prima di estendersi alla capitale economica Abidjan, a Ferkéssédougou e a Khorogo (nel nord), a Bondoukou e a Abengourou (nell’est).

Il ministro della Difesa, Paul Koffi Koffi, aveva annunciato una serie di misure e chiesto ai militari « di riguadagnare i loro posti » durante un intervento televisivo sui canali pubblici. Martedì sera, il ministro dell’interno Hamed Bakayoko ha annunciato anche lui delle misure che incontrano le rivendicazioni dei militari e ha voluto « riassicurare tutti i giovani per dire che il loro messaggio è stato ascoltato ».

Circa 575 militari, integrati nell’esercito nel 2011, e 8.400 caporali chiedono gli arretrati dei salari a partire dal 2009, secondo il ministro dell’interno citato dall’Agence France Presse: « La risposta è positiva. Vi siete espressi, il presidente ha capito. Ha dato delle istruzioni al governo per risolvere i vostri problemi. » Una notizia che è stata accolta molto positivamente dai militari presenti in strada.

Mentre si è in attesa delle elezioni presidenziali da qui a meno di un anno, in ottobre 2015, un simile ondata di proteste agita gli ivoriani che ascoltano diverse voci false e lanciano qualche appello agitato. « Siamo sempre nella sindrome di una possibile rivolta, dopo dieci anni di crisi », ha notato una fonte di sicurezza, denunciando la « complottite » che agita la Costa d’Avorio.

Fonte: notreafrik.com

 

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.