Voci e suoni di frontiere metropolitane-Roma 6-12

Comunicato stampa

Lunedì 6 dicembre dalle ore 18 alle ore 20 Roma Multietnica delle Biblioteche del Comune di Roma presenta l’incontro-spettacolo Voci e suoni di frontiere metropolitane, all’interno della Fiera nazionale della piccola e media editoria Più libri Più liberi, Sala Diamante – Palazzo dei Congressi, Piazzale Kennedy 1 (Eur).

Un evento dedicato ai “nuovi” scrittori italiani di origine straniera e di seconda generazione, che vedrà un’alternanza di letture e conversazioni degli autori, intervallati e accompagnati da musicisti di tutto il mondo, in un dialogo ideale tra letture e musiche.
Il filo rosso che unirà le letture dei brani letterari e le musiche sarà quello del vissuto metropolitano ridisegnato dalla molteplicità di culture, di lingue, di storie e di suoni.
Protagoniste le nuove città multietniche, raccontate in letteratura e in musica, da artisti dalle identità plurime, che vivono sulla propria pelle i mutamenti epocali, che fanno e disfano le frontiere in un movimento continuo.

Scorreranno le pagine dell’ultimo successo di Amara Lakhous, ambientato nel quartiere multietnico romano Marconi, le mappe ricostruite di una Mogadiscio scomparsa e le immagini della stazione Termini di Igiaba Scego, gli itinerari e i sogni di una bambina africana nel centro di Roma di Claudiléia Lemes Dias, “i pellegrinaggi della voce” di Tahar Lamri, le visioni della diaspora somala nelle città attraversate da Cristina Ali Farah.

Il tutto scandito dalle sonorità sudamericane di Roland Ricaurte, dall’hip pop metropolitano del rapper di seconda generazione Amir Issaa, dai ritmi trascinanti dei musicisti e danzatori senegalesi Tam Tam Morolà, dalla world music della straordinaria voce di Saba Anglana, dalle tabla ipnotiche del musicista indiano Rashmi V. Bhatt.

Partecipano gli scrittori:

  • Cristina Ali Farah (Italia/Somalia), Madre piccola (Frassinelli, 2007)
  • Amara Lakhous (Algeria), Divorzio all’islamica a viale Marconi (Edizioni E/O, 2010)
  • Claudiléia Lemes Dias (Brasile), Storie di extracomunitaria follia (Mangrovie, 2009)
  • Tahar Lamri (Algeria), I sessanta nomi dell’amore (Mangrovie, 2009)
  • Igiaba Scego (Italia/Somalia), La mia casa è dove sono (Rizzoli, 2010)

Partecipano i musicisti:

  • Saba Anglana (Italia/Somalia/Etiopia), voce;
  • Tatè Nsongan (Camerun), chitarra
  • Rashmi V. Bhatt (India), percussioni orientali
  • Amir Issaa (Italia/Egitto), rapper
  • Moustapha Mbengue (Senegal) e Ismaila M’Bayee (Senegal) percussioni africane;
  • Awa Koundoul, (Senegal) voce e danza africana
  • Roland Ricaurte (Colombia), flauti andini, chitarra e voce

Regia di Caterina Casini

Evento a cura del Servizio Intercultura Biblioteche di Roma

Costo biglietto Fiera
Biglietto intero: 6 euro
Biglietto ridotto convenzionato: 4 euro (Possessori biglietto metrebus vidimato in giornata, abbonamento o Carta Metrebus, Carta Giovani e tessere Bibliocard)
Biglietto ridotto: 3 euro (Ragazzi tra 15 e 18 anni, visitatori oltre i 65 anni)
Ingresso gratuito: operatori professionali, ragazzi fino ai 14 anni, classi accompagnate da insegnanti.
Ingresso gratuito solo lunedì 6 e martedì 7: studenti universitari

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.