Senegal: liberato rapper Thiat dopo proteste fans

La decisione del Presidente Wade di cambiare la costituzione per cercare di conquistare il suo terzo mandato presidenziale ha infiammato il clima politico nel Senegal.

Il trucco elettorale escogitato dall’ottuagenario presidente Wade consisteva nel ridurre al 25% il numero dei voti necessari per vincere le elezioni presidenziali ed evitare il ballottaggio. La proposta di abbassare il quorum elettorale ha provocato manifestazioni di protesta in tutto il Senegal.

Il Presidente Wade in risposta alla crescente ostilità nei suoi confronti, ha vietato le manifestazioni politiche nella capitale Dakar.

Il divieto di manifestare non è stato rispettato e dopo giorni di gravi scontri, Wade ha ceduto ritirando il progetto di riforma costituzionale.

In questo clima di duro scontro politico e di crescente intimidazione delle opposizioni, s’inserisce l’arresto del popolare rapper Omar Toure detto Thiat, componente del gruppo rapper militante “Keur Gui”.

Il rapper Thiat è stato arrestato lunedì 25 luglio senza alcuna spiegazione da parte della polizia. Il sabato precedente il rapper partecipando ad una manifestazione dell’opposizione aveva duramente criticato il presidente Wade per il suo attaccamento al potere, le sue bugie e per la decisione di ricandidarsi per la terza volta alle elezioni presidenziali.

Thiat è conosciuto in Senegal non soltanto per le sue canzoni ma anche perché insieme all’altro componente della band Kilifeu Seck è tra i fondatori del movimento di protestaenough is enough” (quando è troppo è troppo).

Il movimento molto popolare tra i giovani cerca di combattere il lassismo ed il fatalismo del popolo senegalese, spingendo i giovani ad iscriversi alle liste elettorali per partecipare alle elezioni e sconfiggere i dinosauri al potere.

La notizia dell’arresto si è diffusa rapidamente e poco dopo centinaia di sostenitori hanno manifestato davanti alla sede della polizia chiedendo l’immediato rilascio di Thiat. Alla protesta per l’arresto ingiustificato del rapper si è unita anche l’opposizione che continua ad accusare Wade di assumere comportamenti dittatoriali.

La mobilitazione popolare ha avuto successo, Thiat è stato liberato dopo 30 ore dall’arresto senza alcuna accusa a suo carico.

Carmelo Panassiti

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.