Seminario sulla sovranità alimentare – Roma 16 novembre

Seminario: Diritti in campo – Accesso alla terra e investimenti agricoli verso la sovranità alimentare

Venerdì 16 novembre,
Via IV Novembre, 149
Sala Delle Bandiere
ore 9.00

Interverranno, oltre a Nora McKeon (Terra Nuova) e Antonio Onorati (Crocevia), Patrizia Toia (Vicepresidente gruppo S&D al Parlamento europeo), Marco Ricci (Direzione Generale Cooperazione e Sviluppo presso il  Ministero degli Affari esteri) , Marco Foschini (Coldiretti); Fabrizio Garbarino (ARI), Mary Mubi (Ambasciatrice Zimbabwe. Africa Group) e Laurence Argimon Pistre (Ambasciatrice UE). Modera: Sandro Capitani Radio1)

In Africa il numero delle persone che soffre di grave malnutrizione è cresciuto negli ultimi 4 anni di circa 20 milioni di unità.  Nello stesso periodo, nel continente, è aumentato in maniera esponenziale l’accaparramento dei terreni agricoli a detrimento delle comunità rurali. Impossibile, quindi, non riflettere sulle inevitabili connessioni esistenti tra insicurezza alimentare da una parte e negazione dell’accesso alla terra e alle risorse naturali dall’altra.

Porre un freno al land grabbing a livello globale promuovendo investimenti diretti all’agricoltura di piccola scala e all’agro-ecologia potrebbe costituire una possibile (e praticabile) risposta all’insicurezza alimentare. Nora McKeon dell’associazione Terra Nuova  ricorda che “le prime vittime della fame sono  i piccoli agricoltori  che rappresentano anche  i primi investitori del settore agricolo, in grado di sfamare oltre il 70% della popolazione”.

Nel Comitato mondiale per la sicurezza alimentare (CFS) – il forum internazionale delle Nazioni Unite presso la FAO – il dibattito sul diritto al cibo è oggi quanto mai  incandescente: in queste ore, infatti, i suoi riflettori sono accesi sulle imminenti consultazioni per l’elaborazione dei “principi per gli investimenti responsabili in agricoltura”. A marzo 2012, invece, sono state approvate le Linee  Guida Volontarie (VG) per la gestione responsabile della terra, dei territori di pesca e le foreste. Antonio Onorati di Crocevia ricorda, a questo proposito, quanto sia “importante che l’Unione Europea s’impegni alacremente per la loro attuazione e  che intervenga in maniera più puntuale e decisa per garantire l’accesso alla terra da parte dei piccoli agricoltori”.

“Diritti in campo” il seminario nazionale promosso da EuropAfrica e organizzato nell’ambito della Settimana Premio Sakharov 2012 “L’Europa è per i diritti umani”, in collaborazione col CISA e Altromercato, intende riflettere sull’importanza dei lavori del CFS e sulle responsabilità dell’UE e dei suoi stati membri nella lotta globale all’insicurezza alimentare. A questo scopo, “Diritti in campo” si propone di attivare un confronto dialettico tra i rappresentanti delle istituzioni europee, africane e italiane con i rappresentanti della società civile, delle organizzazioni contadine  e gli ambasciatori del CFS.

Tra i partecipanti, oltre a Nora McKeon di Terra Nuova e Antonio Onorati di Crocevia, della rete EuropAfrica, interverranno: Patrizia Toia –  Vicepresidente gruppo S&D al Parlamento europeo – Laurence Argimon Pistre (Ambasciatrice UE) portatrici del punto di vista dei rappresentanti delle istituzioni nell’ambito della prima sessione di lavori dedicata  a “Le VG come strumento in difesa dell’accesso alla terra e alle risorse naturali da parte dei produttori di cibo”, Marco Ricci – Direzione Generale Cooperazione e Sviluppo presso il  Ministero degli Affari Esteri – e Mary Mubi (Ambasciatrice Zimbabwe. Africa Group) nella seconda sessione dal titolo: “Quali investimenti per quale agricoltura?”.

Marco Foschini, (Coldiretti) e Fabrizio Garbarino (ARI) rappresenteranno le organizzazioni contadine europee. Gianni Pittella, Vice presidente del Parlamento Europeo saluterà  l’avvio dei lavori con un video messaggio. A moderare, Sandro Capitani di Radio 1.

·         Il seminario è promosso in collaborazione con il parlamento Europeo nel quadro dell’iniziativa “L’Europa è per i diritti umani”: un ciclo di incontri, dal 12 al 16 novembre, sulle politiche dell’Unione europea in materia di diritti umani. E’ inoltre realizzato con il patrocinio del CISA e di Altromercato.

·         EuropAfrica: verso la sovranità alimentare è una campagna che mette in rete le piattaforme contadine dell’Africa centrale, orientale e occidentale (ROPPA, PROPAC e EAFF) con la società civile europea, rappresentata da alcune ONG (Terra Nuova – come capofila , Centro Internazionale Crocevia, Collectif Stratégies Alimentaires, Vredeseilanden, Practical Action, Glopolis) ed organizzazioni agricole italiane. Scopo della campagna è sostenere la sovranità alimentare, in Africa come in Europa, dando la possibilità alle organizzazioni contadine di far sentire la propria voce e di avere un ruolo politico di primaria importanza sui temi che le riguardano. Inoltre, EuropAfrica si propone come “ponte” per imbastire una pratica di scambi e di riflessioni condivise tra organizzazioni rurali africane e società civile europea sui problemi e sulle opportunità che interessano ambedue le aree geografiche.

 

Fonte: comunicato stampa

 

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.