HSBC probabile acquirente sudafricana Nedbank

di Sure Kamhunga

Johannesburg — Il futuro della banca sudafricana Nedbank, controllata dall’assicuratore anglo-sudafricano Old Mutual, è nuovamente a rischio a causa delle speculazioni dello scorso fine settimana in base alle quali la banca britannica HSBC sarebbe il probabile acquirente. Se si concretizzerà, l’affare avrà un valore di 5 miliardi di dollari USA.

In una notizia in cui non si citano fonti, il Financial Times scrive che HSBC è risultato in prima linea come probabile acquirente di Nedbank, l’istituto bancario sudafricano più piccolo per capitalizzazione di mercato. Anche se non è la prima volta che si sentono speculazioni riguardanti questa banca sudafricana, questa volta l’interesse dei media locali è stato sollevato dalle continue voci di corridoio che legano Nedbank e HSBC e recentemente anche  Standard Chartered Bank.

Gli analisti hanno detto l’altro ieri che mentre si sapeva già da tempo che Old Mutual avrebbe potuto vendere la sua quota di Nedbank, l’attuale ondata di speculazioni ha evidenziato il fatto che HSBC, la più importante banca d’Europa, ha probabilmente fatto importanti passi avanti nei suoi approcci preliminari nei confronti di Old Mutual.

In base alle regole della JSE, la borsa valori di Johannesburg, sia Nedbank che Old Mutual dovranno comunicare agli azionisti una futura offerta di acquisto.

“Il fatto che non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione finora può significare che i colloqui sono stati molto allettanti oppure che sono stati rifiutati. Tuttavia le speculazioni non facilitano le cose e a un certo punto Old Mutual dovrà comunicare qualcosa”, ha detto una fonte bancaria.

Un analista del settore bancario, che ha chiesto di restare anonimo, ha detto: “Sappiamo che Old Mutual è probabilmente un venditore della sua quota in Nedbank (e) sappiamo che questo avverrà tramite HSBC o Standard Chartered. Sarà un affare difficile. Per esempio, Nedbank avrà bisogno di un permesso speciale per rimpatriare le operazioni offshore e rimetterle agli azionisti Old Mutual. Sarà un’operazione difficile, tuttavia potrebbe essere un vantaggio per le minoranze.”

Il responsabile investor relations di Old Mutual, Patrick Bowes, ha detto a Business Day l’altro ieri che il gruppo non commenterà la notizia del Financial Times.

L’amministratore delegato di Nedbank, Mike Brown, ha detto che un’eventuale vendita sarà un problema per gli azionisti di Old Mutual. “Come abbiamo già detto, questo sarà principalmente un affare su cui dovrà rispondere Old Mutual,” ha detto Brown.

HSBC non ha voluto commentare la notizia, in base a quanto scrive l’agenzia Reuters.

Old Mutual ha dovuto recentemente affrontare le pressioni degli azionisti affinché si vendessero degli assets ritenuti non interessanti per il modello di business. Ha già venduto il ramo sulle assicurazioni vita negli USA per 350m al hedge fund Harbinger Capital. L’ad Julian Roberts ha detto che questo ha permesso di avere contanti per ridurre i debiti e per reinvestire nei core businesses.

Un’altra fonte del settore bancario ha detto l’altro ieri che un’offerta da parte di HSBC provocherà un “concorso di bellezza” con Standard Chartered. All’inizio di questo mese, l’ad di Standard Chartered, Peter Sands, ha detto che l’operatore sui mercati emergenti si allargherà attraverso acquisizioni.

L’ad di HSBC, Michael Geoghegan — che è stato trasferito dal quartier generale in Gran Bretagna alla sede di Hong Kong per essere più vicino all’Asia e ai mercati emergenti — era anche pronto a rafforzare la presenza dell’istituto di credito in Africa.

Gli analisti hanno detto che il ruolo del governo in una vendita di Nedbank sarà fondamentale, considerando la riluttanza del Tesoro sudafricano a permettere che un altro istituto di credito nazionale finisca nella mani di un investitore straniero.

Fonte: allafrica.com
Foto di sunshinesoph

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.