Ghana: cooperazione con l’italiana Ghanacoop

Era partita come un’associazione di africani in Italia come tante altre, senza troppe pretese. Ghana coop, questo il nome della cooperativa, è diventata una realtà importante che dimostra come la cooperazione tra Italia e Africa ha un grande futuro davanti a se’.

Partiti come una normale associazione di cittadini del Ghana a Modena, ben presto si sono allargati e nel 2005 hanno scritto un business plan. A quel tempo non sapevano che stavano per aprire nuove frontiere, avevano visto tuttavia una buona opportunità per fare affari e hanno provato a farla funzionare.

All’inizio alcuni di loro hanno visto che non c’erano sufficienti margini di guadagno e si sono tirati indietro alle prime difficoltà. Altri hanno deciso di rimanere, fare sacrifici per ottenere maggiori successi e raggiungere gli obiettivi che si erano prefissati.

Così hanno continuato a investire il loro tempo e i loro risparmi e, visto le scarse conoscenze che avevano in creazione d’impresa e management, hanno seguito dei corsi. Alcuni di loro si sono caricati di grossi sacrifici lasciando i propri posti di lavoro per dedicarsi con tutte le forse al progetto.

Oggi tutti quegli sforzi stanno portando dei frutti, dolci e deliziosi come quelli che importano dal Ghana e che vendono in Italia. Ghanacoop è impegnata in importanti accordi commerciali. Oltre alla frutta, infatti, importa in Italia anche strumenti per l’agricoltura e prodotti artigianali. Inoltre esporta prodotti italiani in Ghana come vino, pasta e prosciutti.

Nordi Conad, Coop Estense e GS Carrefour sono alcune delle catene di supermercati che lavorano con Ghanacoop in Italia. L’anno scorso l’utile della cooperativa, che da lavoro sia ad italiani che a ghaneani, è stato di un milione di euro. Il presidente, Thomas McCarthy, prevede che l’utile di quest’anno si avvicinerà ai 5 milioni di euro di utile lordo.

“Ghanacoop è la prova – dice McCarthy – che gli immigrati sono una risorsa importante per lo sviluppo sociale ed economico sia del paese ospitante che del paese d’origine. Tre fattori sono la chiave del nostro successo: unità, dedizione e partnership”.

Il successo di Ghanacoop è stato aiutato dalle collaborazioni con la provincia di Modena e con l’IOM, Organizazzione internazionale dei migranti, attraverso cui sono stati realizzati importanti progetti in alcuni villaggi del Ghana per la fornitura di elettricità, acqua e materiali per gli ospedali.

Fonte: Ghanaweb.com

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

2 thoughts on “Ghana: cooperazione con l’italiana Ghanacoop

  1. Salve,
    Mi chiamo Rossano lunghi, sono italiano ma rappresento una multinazionale americana che attualmente opera i 76 paesi, nel mese di luglio/ agosto apriremo ufficialmente il 77° paese Ghana, per questa ragione sto cercando persone con caratteristiche manageriali e operative. a cui affidare la futura rete commerciale
    L’apertura del Mercato ghanese rappresenta una vera opportunità , come lo è stato per i precedenti, soprattutto per coloro che siederanno nei posti manageriali.
    Leggo di questa comunità alla quale potremmo offrire l’opportunità di portare prosperità e benessere ai suoi famuliari e perche no a loro stessi
    Vi sarei quindi grato se mi poteste mettere in contatto con Italiani residenti in loco, o se poteste segnalare loro l’eventualità dando loro i miei contatti
    In attesa di un vostro gentile riscontro vi saluto cordialmente
    Rossano lunghi
    Team Manager
    0039 392 4966465
    rossanolunghi@gmail.com

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.