Costa d’Avorio: Ping chiede dimissioni a Gbagbo

Il presidente della commissione dell’Unione Africana, Jean Ping, ha “consegnato” a Laurent Gbagbo, uno dei due presidenti proclamati della Costa d’Avorio, una lettera in cui gli si chiede di lasciare il potere. Lo ha riferito oggi una fonte vicina all’UA.

Ping, che ha lasciato la città di Abidjan venerdì sera dopo una visita durata qualche ora, “ha consegnato” a Gbagbo una lettera di Goodluck Jonathan, capo di stato della Nigeria e presidente di turno della Comunità economica degli stati dell’Africa occidentale (ECOWAS), ha precisato la stessa fonte all’agenzia di stampa AFP.

Jean Ping, presidente Commissione Unione Africana

Ieri, venerdì 17 dicembre, la Nigeria aveva fatto sapere che Jean Ping, insieme a un alto rappresentante dell’ECOWAS, avrebbe lasciato una lettera a Laurent Gbagbo chidendogli di trasferire “immediatamente” il potere a Alassane Ouattara, l’altro presidente proclamato e l’unico presidente riconosciuto da tutta la comunità internazionale.

“Questa lettera evidenzia la determinazione dell’ECOWAS e di tutta la comunità internazionale affinché il presidente (Gbagbo) trasferisca immediatamente il potere al presidente eletto Ouattara e eviti il ritorno imminente d’un conflitto sanguinoso e inutile”, aveva detto all’AFP il ministro nigeriano degli affari esteri, Odein Ajumogobia.

L`ONU, l’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno ugualmente chiesto ieri a Gbagbo di ritirarsi al più presto, all’indomani d’un tentativo di marcia dei partigiani di Ouattara represso nel sangue dalle forze che sostengono Gbagbo.

Da undici a una trentina, a seconda delle diverse fonti, sono le persone che sono state uccise giovedì e almeno 80 persone sono state ferite, soprattutto quando alcuni simpatizzanti di Ouattara hanno provato a raggiungere la RTI, la televisione di stato.

Fonte: news.abidjan.net

Foto: Radio Okapi

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.