CHIULO, ANGOLA Nuovo Progetto Per Bimbi E Mamme – Cuamm

11.Dicembre.2015 · Posted in varie

CHIULO, ANGOLA: UN NUOVO PROGETTO
PER LA SALUTE DI BAMBINI E DI MAMME
SI RAFFORZA L’INTERVENTO DI
MEDICI CON L’AFRICA CUAMM, GRAZIE ALLA
COLLABORAZIONE CON AIF

Si è tenuta ieri, martedì 8 dicembre, la cerimonia ufficiale alla presenza di autorità locali e di una delegazione del Cuamm

Padova 09/12/2015 – Ha preso ufficialmente il via ieri, martedì 8 dicembre, a Chiulo nel sud dell’Angola, un nuovo intervento di Medici con l’Africa Cuamm per migliorare l’assistenza di mamme e bambini, che avrà durata due anni. È questo il frutto di un’importante collaborazione con AIF, African International Foundation, principale sostenitore del progetto. Le attività, già iniziate sperimentalmente da alcuni mesi, si focalizzano in particolare nell’ospedale di Chiulo e in 3 centri di salute del territorio circostante, con lo scopo di garantire assistenza sanitaria continuativa e di qualità, alle fasce più deboli della popolazione del Cunene.

«Questo progetto ci dimostra, ancora una volta, l’importanza del lavorare insieme: Medici con l’Africa Cuamm non è da solo, ma condivide l’impegno con il governo provinciale, la diocesi di Ondjiva, i diversi donatori. Da soli non si ottengono risultati, insieme sì, come dimostrano gli obiettivi raggiunti in questi mesi di lavoro». È quanto ha detto don Dante Carraro, direttore del Cuamm, presente all’evento di lancio.
Già i primi risultati si toccano con mano, grazie alla presenza continuativa di un medico ginecologo-chirurgo, di un pediatra-neonatologo e di un’esperta di salute pubblica come ha spiegato il dottor Fabio Battisti, chirurgo del Cuamm presso l’ospedale di Chiulo: «La presenza di personale esperto consente di mantenere un elevato livello di assistenza. Fino a due anni fa, i parti erano in media 800 ogni anno; nel 2014 abbiamo registrato 1.028 nascite e da gennaio a novembre 2015, i parti sono stati 1.221 con un incremento del 30,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A darci una mano, anche l’attrezzatura: ad inizio 2016 è atteso l’acquisto di un dispositivo avanzato per la diagnosi della tubercolosi “Genexspert”».

IL PROGETTO NEL DETTAGLIO:
“Migliore assistenza sanitaria per la popolazione rurale del Cunene” si rivolge a una popolazione di oltre 290.000 persone che vivono in un territorio di circa 12.000 chilometri quadrati, occupato per lo più da vaste aree rurali, prive di strade e collegamenti. In questo contesto, l’accesso ai servizi sanitari rappresenta la priorità dell’intervento di Medici con l’Africa Cuamm che, in due anni, dal 2015 al 2017, vuole contribuire a:

– ridurre la mortalità materno infantile e il numero di bambini che muoiono sotto i 5 anni per malnutrizione o malattie tanto comuni altrove, quanto fatali nel municipio di Ombadja (malaria, diarrea, infezioni respiratorie);
– migliorare la gestione dell’ospedale e dei centri di salute periferici.

Per riuscire a ottenere questi obiettivi, il Cuamm sta lavorando nell’ospedale di Chiulo e nelle 3 unità distribuite nel territorio per garantire l’assistenza tecnica, clinica e chirurgica, anche con l’aiuto di attrezzature appropriate. Inoltre, si sta muovendo nell’ambito della formazione e della sensibilizzazione dei circa 200 operatori sanitari (medici, infermieri, ostetriche) impiegati nelle comunità e in ospedale.

MEDICI CON L’AFRICA CUAMM IN ANGOLA
È il 1997 quando Medici con l’Africa Cuamm avvia l’intervento in Angola, lavorando con il personale sanitario locale per garantire formazione, assistenza medica, ostetricia e pediatria.Oggi gli abitanti interessati dall’intervento del Cuamm sono quasi 400mila. Nel 2014 sono stati realizzati 3.263 parti assisti e 9.400 le persone raggiunte da attività di sensibilizzazione sull’Hiv. Attualmente nella provincia del Cunene è in corso il progetto “Prima le mamme e i bambini” che dal 2012 mira a garantire l’accesso sicuro al parto per le donne e il diritto della salute per i neonati. Oltre che sulla cura di mamme e bambini, nel 2015 l’attenzione del Cuamm si concentra sulla prevenzione dell’Hiv/Aids e sulla cura della tubercolosi: è stato avviato un progetto innovativo per la diagnosi di diabete e ipertensione correlati ai casi positivi di TBC.

MEDICI CON L’AFRICA CUAMM
Nata nel 1950, Medici con l’Africa Cuamm è la prima ONG in campo sanitario riconosciuta in Italia (in base alla Legge della cooperazione del 1972) e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane. Realizza progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo, intervenendo con questo approccio anche in situazioni di emergenza, per garantire servizi di qualità accessibili a tutti. A tale scopo si impegna nella formazione in Italia e in Africa delle risorse umane dedicate, nella ricerca e divulgazione scientifica in ambito tecnico di cooperazione sanitaria, nell’affermazione del diritto umano fondamentale alla salute per tutti, anche dei gruppi più marginali, diffondendo nelle istituzioni e nell’opinione pubblica i valori della solidarietà e della cooperazione tra i popoli, della giustizia e della pace.

Oggi è presente in sette paesi dell’Africa sub-Sahariana (Angola, Etiopia, Tanzania, Uganda, Sud Sudan, Sierra Leone e Mozambico), con 168 operatori e una quarantina di progetti principali.

www.mediciconlafrica.org

fonte: comunicato stampa

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Reply