Tanzania: e’ tempo di Sauti za Busara festival

E’ iniziato ieri il festival più “friendly”, amichevole, del continente africano: si chiama “Sauti za Busara” e intratterrà i visitatori dell’isola di Zanzibar fino al 17 febbraio.

Il festival musicale Sauti za Busara è un appuntamento definito da molti come uno dei festival più interessanti e coinvolgenti di tutta l’Africa.

Come specificato nel sito web di presentazione, le esibizioni avranno luogo ogni giorno prima del tramonto. Tutti i concerti sono gratuiti per tutti i giorni della manifestazione.

Sauti za Busara, che significa “suono di saggezza“, è un festival musicale nato a Zanzibar per celebrare la musica dell’Africa orientale ed è famoso per le qualità dei musicisti che si esibiscono. Quest’anno sono previsti più di 400 artisti divisi in 40 gruppi.

Questi alcuni nomi che si esibiranno:

Samba Mapangala & Orchestre Virunga (DRC / Kenya)Natacha Atlas (Egitto / UK)Msondo Ngoma Band (Tanzania)Oudaden (Marocco)Nawal (Comoros / Francia)Culture Musical Club (Zanzibar)The Moreira Project (Sudafrica)Comrade Fatso and Chabvondoka (Zimbabwe)Bi Kidude (Zanzibar)TY (UK)Carola Kinasha & Shada (Tanzania)Jagwa Music (Tanzania)Jang’ombe Nursery School (Zanzibar)Joh Makini (Tanzania)Elemotho (Namibia)Mamillion (Sudafrica)Segere Original (Tanzania)Katapila ‘Sangula’ Ngoma (Tanzania)Sansa Troupe (Uganda)Best of WaPi (Pan Africa)Swahili Encounters Group (Varie)Mohamed Ilyas & Nyota Zameremeta (Zanzibar)Iddi Achien’g (Kenya)Rachel Magoola (Uganda)Wahapahapa Band (Tanzania)Omega Bugembe Okello (Uganda / USA)Mutinda (Kenya)Safar (Zanzibar)Kiumbizi (Pemba)Zinduka Ngoma (Zanzibar)Tarbia (Zanzibar)Zimamoto (Zanzibar)DJ Side (Zanzibar)DJ Yusuf (UK / Zanzibar).

Questo qui sotto è il video di presentazione del festival disponibile su YouTube in inglese.

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.