Giornalista ferito in Somalia

Le forze di sicurezza di Puntland (regione autonoma della Somalia) hanno ferito un corrispondente del servizio somalo VOA nella notte di martedì scorso, ha riferito un giornalista locale di Africanews.

La Polizia ha erroneamente aperto il fuoco contro Mohamed Yasin Ishaq, corrispondente del servizio somalo VOA nella città di Galka’yo, nel Puntland, mentre era alla guida della sua auto nella zona ovest della città.

Il capo della Polizia Mudug Muse Ahmed ha comunicato alla stampa locale che il giornalista non è ferito gravemente. “Siamo attenti alle sue condizioni di salute” ha affermato Ahmed.

Secondo quanto riferito dalla Polizia, si sospetta che Ishaq stesse facendo qualcosa contro la sicurezza, dato che la sua auto viaggiava molto velocemente.

Mohamed Yasin Ishaq ha passato la notte all’ospedale di Galka’yo, mentre i medici rilevavano il miglioramento delle sue condizioni.

La regione semi autonoma di Puntland, nel nord est della Somalia, è una zona pacifica da quando si è data una propria amministrazione.

La Somalia, paese senza legge e lacerato dalla guerra, non ha un governo effettivo da quando i “signori della guerra” rovesciarono il dittatore Mohamed Siad Barre nel 1991.

(Scritto da Muhyadin Ahmed Roble, giornalista free lance somalo che si è stabilito in Kenya. Lavora per testate locali e internazionali e si occupa della crisi nel Corno d’Africa. È stato editore del giornale
locale Xiddigta e ha prodotto Simba FM a Nairobi e Mogadiscio. Lavora da più di sei anni come scrittore, giornalista, editorialista, corrispondente  ed editore).

Muhyadin Ahmed Roble

giornalista freelance

Muhudin01@gmail.com

Facebook: Muhyadin Ahmed Roble

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709