CESVI e Ubi banca per l’Uganda

  1. L’obiettivo di questa operazione di viral marketing era generare passaparola circa il lancio del sito web scommettichecisposiamo.it, un progetto che Cesvi porta avanti con l’obiettivo di raccogliere fondi tramite le follie d’amore che gli innamorati sono disposti a fare l’uno per l’altro.

    Innanzitutto sono stati creati una serie di profili pubblici su Facebook di coppie rese celebri dai libri di Storia: “Cesare Imperatore” e “Cleopatra D’Egitto” sono stati i protagonisti principali. Tali profili sono stati gestiti in maniera costante e continuata, hanno interagito con altri profili appartenenti sia a persone in carne ed ossa sia ad altri personaggi fittizi, ed hanno sviluppato fitte relazioni con la rete di membri di Facebook.

  2. Circa una settimana prima dell’evento che avrebbe preannunciato il lancio del sito web scommettichecisposiamo.it è stata creata su Facebook la fanpage di Cleopatra D’Egitto appositamente per presentare la sua follia d’amore: un’asta su eBay per un suo bacio, con il solo scopo di far ingelosire Cesare, finora piuttosto freddo nei suo confronti. Mentre su eBay il bacio di Cleopatra comincia a ricevere le prime offerte, la fanpage pubblica (che non necessita di alcun tipo di registrazione) viene gestita in maniera tale da catalizzare l’attenzione degli utenti del web. Le persone si dividono tra chi pensa che il gesto di Cleopatra sia inutile e chi le augura buona fortuna, tra chi la trova moralmente discutibile e chi intuisce la natura promozionale di questa operazione: sembra essere un argomento su cui le persone di schierano, prendono posizione, generando a loro volta passaparola.
  3. La pubblicazione di un video su YouTube dove Cleopatra annuncia la sua folle asta genera rapidamente un grande numero di visualizzazioni e soprattutto di commenti e discussioni che rimbalzano tra forum diversi. Contemporaneamente sparisce l’annuncio su eBay per violazione della policy che vieta la vendita di beni intangibili e invisibili. Perciò l’asta “prosegue” su Facebook dove vengono pubblicate le offerte man mano che arrivano, generando ancora più conversazioni sul valore di un bacio della nostra Cleopatra.
  4. Arrivati all’apice della curiosità, ovvero alle 18 di venerdì 11 dicembre, l’asta si chiude senza l’ufficializzazione del nome del vincitore, rimandata al giorno successivo, in coincidenza del bacio stesso, “sotto al vischio”, in Galleria Vittorio Emanuele a Milano.

    Così sabato 12 l’evento One Kiss One Euro di Cesvi ed UbiBanca, che continua fino al 6 gennaio, finisce per ospitare il bacio numero 5238, il più atteso, tra Cleopatra ed il vincitore dell’asta, ovvero Cesare Imperatore stesso, che si è aggiudicato le labbra della sua regina per soli 1000 euro destinati a Cesvi. Del bacio viene prodotto un video e caricato su YouTube con l’obiettivo di generare attenzione sul lancio del sito web scommettichecisposiamo.it, con il supporto ancora di un’operazione di ufficio stampa e di buzz marketing sulle piattaforme web in target curata da MagillaGuerrilla.

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709