ANC vuole modifiche radicali in selezione candidati

L’ANC ha chiesto ai cittadini sudafricani un aiuto nella selezione dei candidati del partito di governo per le elezioni nazionali, provinciali e comunali.

Lo stesso partito ha fatto sapere che ha chiesto ai propri parlamentari di fare domande difficili ai colleghi di governo.

Queste proposte radicali sono contenute in un documento presentato dal segretario-generale dell’ANC, Gwede Mantashe, durante la riunione del comitato esecutivo del partito lekgotla – un meeting allargato – la scorsa settimana.

“La 52ma conferenza nazionale ha imposto al NEC (il comitato esecutivo) di rafforzare le linee guida e le procedure per la selezione dei rappresentanti … Sforzi importanti sono stati fatti per rispettare questa risoluzione del 2009.

“Nonostante tutto dobbiamo sviluppare una struttura generale che permetta una partecipazione più ampia della societa’ nella selezione dei candidati del partito. Questa selezione potra’ essere migliorata per le elezioni comunali del 2011.

Le strutture dell’ANC possono farsi carico di questo processo per garantire la selezione dei candidati da parte degli iscritti al partito. Mettendo alla prova la popolarita’ di questi candidati all’interno della comunita’.

Dobbiamo accettare il fatto che la nomina di candidati impopolari, membri dell’ANC, ci e’ costato un certo numero di elezioni. …

“Continuare con questo atteggiamento vuol dire sostituire la competenza con il populismo,” ha detto Mantashe.

Il vicepresidente del Sudafrica Kgalema Motlanthe aveva precedentemente fatto notare che l’ANC ha gia’ perso una campagna elettorale contro il partito COPE a Tembisa, Ekurhuleni, dove il candidato dell’ANC ha perso perche’ meno popolare.

Mantashe ha detto ai parlamentari ANC di non fare domande sdolcinate in parlamento.

“Le domande difficili fatte ai ministri dovrebbero venire dai banchi dell’ANC con l’intenzione di aiutare i colleghi al governo a fare meglio. L’atteggiamento di vendere l’operato dei rappresentanti dell’ANC e’ pericoloso per il nostro movimento”, ha detto Mantashe.

Lo stesso ha aggiunto che questo permetterebbe a molti di capire come funziona una democrazia.

“Molte sedute del parlamento sono trasmesse in diretta… In modo che il grande pubblico possa vedere. Questa e’ una delle ragioni per cui i rappresentanti dell’ANC devono prendere sul serio questa questione. Ogni opportunita’ di comunicare con la nostra gente dev’essere usata nel modo migliore”, ha concluso Mantashe.

Fonte: SATURDAY STAR ONLINE, 20100123

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.