“Malnutrizione e AIDS: problemi n° 1”, Shawa

09.Ottobre.2008 · Posted in attualità

malawi-flag.jpg

“La malnutrizione e gli alti livelli di HIV sono i principali problemi che dobbiamo affrontare”. Lo ha detto Mary Shawa, segretario per l’alimentazione, l’HIV e l’AIDS presso l’ufficio del Presidente del Malawi, durante il discorso che ha tenuto in occasione del secondo Forum sullo sviluppo dell’Africa, iniziato lo scorso giovedì 2 ottobre a Taormina.

“Quando la gente soffre di gravi malattie non ci può essere sviluppo“, ha aggiunto il segretario del Malawi

“Per ottenere migliori condizioni sanitarie”, ha concluso, “dobbiamo agire in fretta per ottenere risultati migliori e più rapidamente”.

Commenti disabilitati su “Malnutrizione e AIDS: problemi n° 1”, Shawa

“ La partnership Cina-Africa è strategica”, Zhang

09.Ottobre.2008 · Posted in attualità

forum-africa-taormina.jpg“Nel nuovo secolo, le relazioni Cina-Africa fanno parte di una partnership strategica che mira a una cooperazione pragmatica“. Lo ha detto Zhang Bin, professore dell’istituto di studi internazionali della Cina, durante il Forum sullo sviluppo dell’Africa concluso a Taormina lo scorso 3 ottobre.

“La Cina – ha subito ricordato il professore del China institute of international studies – è il più grande paese in via di sviluppo del mondo”. In questo modo ha sottolineato quanto ancora rimane da fare alla Cina prima di poter parlare del suo paese come di una superpotenza mondiale. (altro…)

“Gli aiuti non aiutano l’Africa”, Luttwak

09.Ottobre.2008 · Posted in attualità

“Il 97% delle iniziative di sviluppo in Africa è fallito”. Lo ha detto Edward Luttwak, del centro di studi strategici di Washington, USA, durante il suo discorso al Forum sullo sviluppo dell’Africa conclusosi lo scorso venerdì 3 ottobre.

luttwak-edward.jpg

“Vorrei parlare innanzitutto”, ha detto Luttwak, “del fenomeno dell’ignoranza primaria. Ci sono 78 progetti che hanno distrutto interi patrimoni e vite umane a causa dell’ignoranza primaria”.

L’esperto di studi strategici ha continuato spiegando che molte imprese che hanno difficoltà a comprendere le ragioni del parziale sviluppo di alcune aree dei loro paesi non si pongono alcun problema quando si tratta di investire in Africa.

(altro…)

“Rwanda: 48% di donne in politica”, Kennedy

08.Ottobre.2008 · Posted in attualità

k.kennedy.jpg“Il sistema delle quote rosa del Rwanda ha dato ottimi risultati. Infatti il 48% dei politici è donna: la più importante rappresentanza femminile del mondo “. Lo ha detto Kathleen Kennedy nel suo discorso al Forum sullo sviluppo dell’Africa che si è concluso lo scorso 3 ottobre a Taormina.

“La presenza delle donne in parlamento”, ha aggiunto, “aiuta a far accettare l’idea che le donne ricoprono cariche politiche, incarichi di governo e che sono leaders che inevitabilmente contribuiscono a cambiare i punti di vista culturali e sociali sulle donne”. (altro…)

“L’Africa può liberare se stessa”, Rosario Fundanga

07.Ottobre.2008 · Posted in attualità

rosariocfundanga.jpg“L’Africa si può liberare delle catene del passato”. Lo ha detto la signora Rosario Chailunga Fundanga, Country coordinator delle Nazioni Unite, global compact for Zambia, durante il suo discorso al forum sullo sviluppo dell’Africa a Taormina, Italia.

L’ambiente, i diritti umani e la corruzione sono stati gli argomenti principali del suo discorso. “Negli ultimi anni si è cpito sempre più che migliorare l’ambiente, tutelare i diritti umani e combattere la corruzione possono avere un impatto positivo sulla crescita economica“, ha aggiunto. (altro…)

“Buona governance in Africa”, Balbo

07.Ottobre.2008 · Posted in attualità

“Intervenire sullo sviluppo non vuol dire parlare di filosofia“. Lo ha detto Luciano Balbo, presidente della Fondazione Oltre, una società di venture capital sociale italiana, durante la conferenza sullo sviluppo dell’Africa conclusa a Taormina, in Sicilia, lo scorso 3 ottobre. (altro…)

“Sahara può sostituire petrolio”, Rubbia

07.Ottobre.2008 · Posted in attualità

“Ogni metro quadro di Sahara rappresenta un barile di petrolio”. Lo ha detto il premio Nobel, Carlo Rubbia, durante il suo discorso alla conferenza sullo sviluppo dell’Africa che si è conclusa a Taormina lo scorso venerdì 3 ottobre.

“Utilizzare il sole come fonte di energia alternativa garantisce una quantità estremamente elevata“, ha aggiunto il premio Nobel rivolgendosi alla platea dei partecipanti al Forum di Taormina. (altro…)

“E’ una mossa neocolonialista”, Lombardo

07.Ottobre.2008 · Posted in attualità

Secondo il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, la proposta di un’unione euro-mediterranea rilanciata dal presidente francese Sarkozy, presidente di turno della UE, “sembra una mossa neocolonialista“.

Il governatore siciliano lo ha detto durante il suo discorso al Forum sullo sviluppo dell’Africa che si è concluso lo scorso venerdì 3 ottobre. (altro…)

“UE partner ideale per Africa” Luyckx

06.Ottobre.2008 · Posted in attualità

Africa non è povera. E’ un continente ricco di potenzialità, pieno di risorse senza le quali il nostro mondo non potrebbe sopravvivere”, ha detto Olivier Luyckx, capo dell’unità per le relazioni con gli stati membri della Commissione Europea, durante la conferenza sullo sviluppo dell’Africa che si è conclusa lo scorso venerdì a  Taormina.

“Africa è una risorsa fondamentale”, ha aggiunto.

“Il problema dell’Africa – ha aggiunto Luyckx – è la rappresentatività. Dev’essere meglio rappresentata, meglio governata. La lotta contro la povertà è la priorità”. (altro…)

“O cambiamo rapporti o usciremo dalla globalizzazione”, Riccardi

06.Ottobre.2008 · Posted in attualità

“Se non cambieremo i rapporti con l’Africa saremo noi a uscire dalla globalizzazione“. Lo ha detto Luca Riccardi, rappresentante personale del presidente del Consiglio per l’Africa, durante la conferenza sullo sviluppo dell’Africa che si è tenuta a Taormina dal 2 al 3 ottobre.

“Dobbiamo capire – ha aggiunto Riccardi – che è in atto un mutamento antropologico. E’ vero che l’Africa è il buco nero della globalizzazione ma quest’ultima si sta avvicinando all’Africa. Se non cambieremo i rapporti con il Continente, saremo noi a uscire dalla globalizzazione”. (altro…)