YAABA FUNK in concerto venerdì 8 febbraio a Milano

Prima assoluta italiana per la band protagonista della scena afro londinese. Venerdì 8 febbraio, gli Yaaba Funk calcheranno il palco del Biko per la loro prima data italiana.

YaabaFunk

I membri principali di Yaaba Funk si sono incontrati a South London alla fine del 1990 quando, oltre a studiare musica africana, animavano la notte attraverso jam session a base di percussioni, danza e djing fino all’alba. La band nasce ufficialmente nel 2006 a Brixton e oggi è composta da Richmond Kessie aka DJ Chief Commander Yaaba, Paul Brett aka DJ Mr Brett, Helen McDonald, Clive Wales, Tobias Stürmer, Christian Arcucci e Lou Ciccotelli.

Il nome Yaaba Funk deriva da un album chiamato Yaba Funk Roots, unico disco pubblicato fuori dall’Africa dal fantomatico Captain Yaba, un musicista del nord del Ghana famoso per suonare la chitarra tradizionale a due corde, koliko.

Suonando a più riprese tra Londra e il Regno Unito, la band costruisce attorno a sé uno zoccolo duro di fan grazie a live a ritmi serrati che li portano anche nel resto d’Europa e in Africa. Il loro album di debutto Afrobeast arriva nel maggio 2010 tramite Sterns Records ed è un mix di funk, afrobeat e Hi-Life (ritmo ghanese con influenze jazz) pieno di groove.

Tra i loro sostenitori figurano Rita Ray e Max Reinhardt (The Shrine), Dj Ritu (BBC Radio Londra), Russ Jones (Future World Funk) e Miles Cleret (Soundway). Tre membri della band, Chief Commander Yaaba, Mr Brett e Outlaw Clive Galles, sono attivi anche come dj in serate afro della scena londinese, suonando dischi di afrobeat, mbalax, rumba cubana, groove brasiliani, broken beat, funk anni ‘70 nigeriano, reggae e naturalmente Hi-Life.

MORE INFO
www.yaabafunk.com
www.afrodisia.it
www.bikoclub.net

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.