“Voglio il processo Gbagbo” – Jacques Verges

Qui sotto la traduzione di questo video.

Ma io sono per il processo. Perché abbiamo diverse cose. C’è, e si trova sulla stampa, questa notizia: i partigiani del signor Ouattara si vantavano di avere un commando invisibile, dicevano, in alcuni quartieri di Abidjan. Cioè dei ribelli, dei militari travestiti da civili e che prendevano i civili come ostaggi, come scudi umani. A quel punto ci sono stati degli scontri, con dei danni collaterali incontestabili, di cui sono il primo a rammaricarmene. Ma tutto ciò si basa su un piano individuale.

Mentre a Duekoué si è trattato di prigionieri, uomini, donne e bambini che sono stati assassinati. Là non erano vittime collaterali. Erano prigionieri che sono stati ammazzati con il machete e le pistole. E poi si è cercato di dissimulare i fatti bruciando i cadaveri. E questo è l’Onu che lo riconosce.

Come in ogni guerra civile, ci sono delle morti in entrambi i fronti ma ci sono delle differenze evidenti: da una parte ci sono state delle morti collaterali, nell’ambito degli scontri della guerra civile, dall’altra ci sono state delle uccisioni a freddo, dei crimini contro l’umanità.

Per esempio voi ponete il problema di alcune vittime.

Innanzitutto noi non contestiamo che ci sono state delle vittime ma quando il signor Ouattara fa il suo discorso, condanna i massacri commessi ad occidente? No. Il signor Ouattara non condanna mentre lo fanno l’Onu e la Croce Rossa.

E d’altra parte se oggi c’è questa situazione caotica ad Abidjan bisogna riflettere da dove viene questa situazione, viene dal momento in cui queste bande armate di Ouattara sono entrate in città. Fino a quel momento la città era tranquilla. E se l’intenzione di queste bande armate era di prendere il potere immediatamente, l’opposizione dei cittadini glielo ha impedito ed è a quel punto che la Francia coloniale è arrivata a giocare il suo ruolo di poliziotto coloniale, a distruggere.

E’ venuta, ha detto, per proteggere le popolazioni. Ma distruggere la presidenza della Repubblica vuol dire proteggere le popolazioni?

E’ venuta a mettere al potere il signor Ouattara al posto del signor Gbagbo. Si è comportata come una potenza coloniale che mette da parte un imperatore per metterne un altro al suo posto.

 

Traduzione di Piervincenzo Canale

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.