Sahara occidentale: cresce il numero delle vittime

Un bilancio decisamente più grave, ma ancora non ufficiale, rispetto a quello fornito subito dopo gli scontri avvenuti ieri a Laayoune, nel Sahara occidentale. Le cifre si attestano a undici saharawi morti e 723 feriti. 6 vittime tra le forze marocchine. Fonte: Euronews

Marocco – un futuro limpido per le acque di Fez

I gesti ancestrali delle concerie fanno parte dei colori del Marocco. Un’attività che resta però tra le più inquinanti del paese. Chouara rappresenta la tradizione: è una delle tre concerie storiche della Medina di Fez. Qui le pelli vengono trattate con prodotti naturali. Una pratica ormai rara: le concerie moderne utilizzano prodotti chimici. I residui […]

Marocco: missionari accusati di proselitismo

Ha destato stupore la recente espulsione di diversi missionari stranieri nella regione dell’Atlante, nel centro del Marocco. L’accusa è di aver svolto attività di proselitismo. Sarebbero 16 le persone espulse, tutte operanti in un orfanotrofio della municipalità di Ain Leuh gestito da un gruppo di evangelici pentecostali e avviato 60 anni fa da due laiche […]

Conferenza EuroMediterranea: Marocco conclude accordo

Il Ministero dell’industria, del commercio e delle nuove tecnologie del Marocco ha siglato un accordo durante la conferenza annuale del laboratorio Euromediterraneo che si è tenuta oggi a Milano.

Marocco: Riad Motors costruirà il più grande impianto di assemblaggio d’auto del Nordafrica

Il più grande impianto industriale per l’assemblaggio delle auto cinesi sarà costruito in Marocco da Riad Motors Holding.

Marocco: festa per le strade di Fès

Fès, la città imperiale del Marocco, è stata teatro di una festa pubblica in occasione dei suoi dodici secoli di esistenza. Per l’occasione si sono svolti concerti, spettacoli teatrali e artistici.

Marocco potrebbe adottare piano d’emergenza energetica

Il Marocco potrebbe presto adottare delle misure per il risparmio energetico. Il primo ministro del paese nordafricano, Abbas El Fassi, durante un incontro ministeriale a Rabat, ha richiamato tutti gli enti locali. L’obiettivo del piano d’azione è di ridurre il consumo energetico e sensibilizzare i cittadini.