Solidarité Nord-Sud: petizione per il Mali

Riceviamo e pubblichiamo quest’invito della onlus Solidarité Nord-Sud impegnata in Mali da parecchio tempo.

L’Associazione Solidarité Nord-Sud ONLUS ha aderito a questa petizione ed invita i suoi simpatizzanti e tutti a sottoscriverla. Siamo sempre più convinti che non c’è Pace senza Giustizia. La storia delle precedenti rivolte e dei successivi trattati di Pace ci ha insegnato ancor più che occorre giustizia…cambiamento e Pace affinché il Mali possa riprendere il suo percorso di Paese dalle molteplici culture senza differenze…Paese plurale, quale è sempre stato! GRAZIE DI FIRMARE E FAR GIRARE. (V. LINK)
http://www.mesopinions.com/petition/politique/lettre-ouverte-attention-monsieur-philippe-bodard/9651

“Petizione formulata dal “Collectif des maliens d’Angers et des amis du Mali, Collectif des Maliens pour la Paix, Collectif pour l’unicité, la laïcité et la démocratie au Mali et des dizaines de citoyens Maliens de la diaspora en France…” per rappresentare al Sindaco di un comune francese la loro (e nostra!) indignazione per l’invito ad animare una Conferenza sulla situazione in Mali fatto ad uno dei più noti rappresentanti del MNLA ovvero ad uno tra quelli contro i quali il governo del Mali ha lanciato un mandato nazionale ed internazionale proprio giorni fa. Sono note a tutti ormai le complicità se non le azioni dirette in tutti quegli atti contro l’Umanità, crimini di guerra che sono stati commessi da gennaio del 2012 al nord del Mali sia quando l’MNLA ha attaccato il Paese insieme ai cosiddetti islamisti e sia dopo…..(da Aguelock ad oggi!). Del resto il MNLA che non rappresenta affatto una popolazione del Mali è sempre stato protetto in Francia dove la maggior parte dei suoi componenti risiedono da anni. Oggi il Mali ha emanato il mandato internazionale sicuramente corredato di prove e certo un rappresentante dello Stato quale un Sindaco non può ignorarlo! Ed infine chi vuole veramente raggiungere la Pace e la giustizia e conosce quanto sia stato determinante per tutto quanto successo in Mali la connivenza nata proprio dalla gestione “malsana” di precedenti trattati di Pace sa e comprende che è necessario fare giustizia!

GRAZIE DI FIRMARE PER LA PACE ED IL CAMBIAMENTO IN MALI!!

http://www.mesopinions.com/petition/politique/lettre-ouverte-attention-monsieur-philippe-bodard/9651

Teniamo a sottolineare per chi magari non conoscendo bene la situazione interpreta male (con spirito “vendicativo”) questa linea verso l’MNLA che non è assolutamente così. Non solo perchè abbiamo grande rispetto della grande cultura di Pace dei maliani e di convivenza…. ma anche perchè vorremmo ricordare che i Maliani chiedono per primi la Pace, che la guerra di aggressione non l’hanno certo iniziata loro ma l’hanno subita. I maliani sanno che la Pace non può e non sarà raggiunta finchè non vengono disarmati i componenti del MNLA che ancora pretendono di mantenere l’occupazione di Kidal…. DISARMATI, rinunciare a qualsiasi velleità di DIVISIONE del Paese. Velleità perchè quella divisione non ha alcuna radice nè storica e neppure di rappresentativtà oggi. La popolazione del Nord non si sente certo rappresentata da costoro che semmai hanno solo portato distruzione…in combutta con i cosiddetti “folli di Dio” che sappiamo bene …..chi e da dove vengono! Dopodichè la ricostruzione ed il cambiamento del Paese verranno semmai trattati intorno ad un tavolo insieme a TUTTE le componenti delle comunità del MALI!! Chi ha dato loro il diritto di arrogarsi attraverso azioni terroristiche la rappresentanza di qualsivoglia popolo?? Nessuno (forse qualcuno qui vicino a noi può essere!).

 

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.