Promessi Sposi… d’Italia!

ImmigrazioneOggi incontra Claudia Gerini, Neri Marcorè, Niccolò Fabi, Pietro Sermonti e Valerio Mastandrea, testimonial per il diritto alla cittadinanza delle seconde generazioni.

Qui il video report di LookoutTV

Un video realizzato in occasione dello spettacolo “Promessi Sposi… d’Italia. Questa cittadinanza s’ha da fare”, evento promosso dalla Rete G2 e Save the Children per sensibilizzare le istituzioni e la comunità civile sul diritto alla cittadinanza delle seconde generazioni.

Sono oltre 900.000 i minori di seconda generazione nel nostro Paese di cui oltre mezzo milione nati in Italia. Ragazzi che padroneggiano la lingua, condividono le passioni, gli impegni e le aspettative dei loro coetanei e si sentono a tutti gli effetti “italiani”, cittadini di un Paese che, ciononostante, non riconosce loro il diritto alla piena cittadinanza.

Per testimoniare il loro sentimento di appartenenza e per sensibilizzare le istituzioni e la comunità civile sulla necessità di rivedere le norme in materia di cittadinanza, lo scorso 16 marzo nel cuore di Roma, la Rete G2 e Save the Children hanno promosso l’evento “Promessi Sposi… d’Italia. Questa cittadinanza s’ha da fare”.

Una iniziativa che, rientrando nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ha portato in scena 40 ragazzi di seconda generazione insieme a numerosi esponenti della cultura e dello spettacolo, come Paola Pitagora, Remo Girone, Neri Marcorè, Claudia Gerini, Valerio Mastandrea, Niccolò Fabi, Claudio Santamaria e tanti altri, per una lettura a più voci dei passi più rappresentativi de I promessi sposi.

52 frammenti dell’opera manzoniana, che più di ogni altra ha contribuito ad unire tante generazioni di italiani e nuovi italiani, sono stati letti come una metafora di ciò che accade alle seconde generazioni in Italia: una promessa di matrimonio, un legame per la vita, quello fra i figli di immigrati e il nostro Paese, messo in pericolo da una legge che non consente alle seconde generazioni di sentirsi riconosciuti come cittadini da quella che considerano la loro patria.

Il tutto accompagnato da intermezzi musicali e testimonianze di ragazzi di seconda generazione.

L’evento ha rappresentato per ImmigrazioneOggi l’occasione per raccogliere le rivendicazioni di chi si adopera per il riconoscimento della cittadinanza ai minori stranieri e le riflessioni di alcuni artisti coinvolti nell’iniziativa.

Tra i temi trattati: l’atteggiamento delle istituzioni italiane alla richiesta di una revisione delle norme sulla cittadinanza, il ruolo dei mass media, l’arricchimento culturale e artistico che i ragazzi di seconda generazione apportano al nostro Paese.

Il video “Promessi Sposi… d’Italia. Questa cittadinanza s’ha da fare” contiene i contributi di Raffaela Milano, responsabile Programmi Italia-Europa di Save the Children; Ezequiel Iurcovich, Rete G2 – Seconde Generazioni; Claudia Gerini, Neri Marcorè, Niccolò Fabi, Pietro Sermonti e Valerio Mastandrea ed è visibile su www.immigrazioneoggi.it dal 2 maggio 2011 (Red.)

 

Fonte: comunicato stampa ImmigrazioneOggi

 

Qui il video di GossipTV

Qui il servizio di SkyTG24

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.