Processo Chebeya: “prove” insufficienti

In Repubblica Democratica del Congo (RDC), il processo in appello dei presunti assassini del difensore dei diritti umani, Floribert Chebeya e del suo autista Fidèle Babala, continua. Dopo la requisitoria della settimana scorsa, è il turno degli avvocati dei cinque poliziotti accusati.

I loro avvocati hanno tentato ieri di convincere la corte che il principale accusato, ex numero 2 dei servizi di sicurezza, Daniel Mukalay, è innocente, per mancanza di prove. L’ispettore capo aveva un problema particolare con Floribert Chebeya? Aveva un movente per assassinarlo? A queste due domande, l’avvocate del principale accusato, Daniel Mukalay, risponde no.

Per più di un’ora, il suo difensore ha cercato di convincere la corte di non avere alcuna ragione di voler uccidere il militare per i diritti umani. Il suo unico ruolo era quello di organizzare un incontro tra Floribert Chebeya e il capo della polizia del tempo, John Numbi.

“Chiedo giustizia”

Chi ha ucciso Floribert? Come è stato ucciso e perché? Per gli avvocati della difesa, queste domande restano senza risposte finora. Impossibile anche definire con precisione i capi d’imputazione. Si tratta di associazione di malfattori? Per gli avvocati della difesa nessun elemento dimostra che la frequenza dei rapporti tra i sospettati avesse per scopo quello di organizzare un crimine. Allora si tratta di omicidio? Nessun elemento permette di dimostrare che Daniel Mukalay abbia ucciso Floribert Chebeya con le sue stesse mani. Cosa ne è allora della testimonianza dell’autista che incrimina direttamente l’accusato?

Alla fine di questa giornata, la sorella maggiore del difensore dei diritti umani assassinato lascia l’aula d’udienza sospirando. Sulla sua maglietta si legge: “Chiedo giustizia”. Il pubblico ministero ha richiesto la perpetuità per incontrare i cinque sospettati, tre sono in fuga dal 2011. La prossima udienza è fissata per lunedì con il prosieguo delle deposizioni della difesa.

Fonte: nr.news-republic.com; rfi.fr/afrique;

 

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.