Presentato l’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo

“Non è un Paese degno quello che non guarda a tutti i morti per i conflitti, a cominciare da quelli morti affogati nel Mediterraneo”. Così il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Matteo Ricci, intervenuto oggi alla presentazione della terza edizione dell”Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo’.

Di fronte ad oltre duecento studenti delle scuole superiori pesaresi, Ricci ha spiegato che la pubblicazione coordinata dal giornalista Raffaele Crocco rappresenta “un’occasione approfondita per discutere di qualcosa che sui media fatica ad avere spazi e non stimola dibattiti”. Il Presidente ha invitato gli studenti a “vedere cosa c’è dietro i conflitti, perché rappresentano la conseguenza più negativa della globalizzazione”.

Presentazione Atlante delle Guerre 2011, Crocco, Ricci, Morani, Santin

“Ebbene – ha evidenziato – ci sono quasi sempre ragioni di carattere economico: il controllo sull’acqua, sulle materie prime, sugli sbocchi infrastrutturali”. “Leggete l’Atlante durante le vacanze di Natale – ha concluso Ricci -, perché si tratta di un’esperienza formativa di grande spessore”.

“Non esistono guerre tollerabili – ha detto Raffaele Crocco -: la guerra giusta e la guerra umanitaria sono la grande maschera per giustificare interventi armati e partecipazione attiva. L”Atlante’ dà un’indicazione geografica dei conflitti, aiuta a capire le contraddizioni che li giustificano, e che le guerre sono molto vicine a noi: anche nella tranquilla Europa ci sono oggi cinque conflitti aperti”.

L’atlante è in vendita al prezzo di € 20 presso la libreria ‘Il Catalogo’ di Pesaro (via Castelfidardo 58/60). Per ogni copia venduta 1 € sarà destinato alle operazioni di emergenza in Corno d’Africa per far fronte alla carestia che ha colpito la Somalia nei mesi scorsi.

Raffaele Crocco parla agli studenti

“La crisi economica e le difficoltà di queste ore sono la dimostrazione che l’Europa deve ritrovare la sua missione originaria. O diventa un’entità politica o sarà costretta a subire la globalizzazione che ci siamo illusi di poter guidare. Serve un esercito, una politica estera e di difesa comuni, serve una politica economica comune e serve un vero governo comune per sedersi con la stessa dignità e forza con i grandi del mondo. Occorre quindi un nuovo slancio culturale e politico sostenendo con forza la campagna per l’elezione del presidente degli stati uniti d’Europa. Mi auguro che sopratutto i giovani che vivono la cittadinanza europea con grande naturalezza siano protagonisti di questa grande sfida”.

Lo ha detto il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Matteo Ricci, parlando oggi alla presentazione della terza edizione dell”Atlante delle Guerre e dei Conflitti nel Mondo’, davanti ad oltre 200 studenti delle scuole superiori di Pesaro.

 

Fonte: comunicato stampa studio mirò

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

One thought on “Presentato l’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.