Premio ai leader dell’energia in Africa

Il quarto premio Africa Energy Awards, che si è tenuto in Sudafrica il 31 marzo, ha dato un riconoscimento ai leaders e agli innovatori nel settore dell’energia nel continente.

Il primo premio per il miglior fornitore è andato al Program for Basic Energy and Conservation (PROBec) per il suo lavoro con gli strati più poveri della popolazione al fine di soddisfare le domande di energia con metodi sostenibili come le biomasse.

Successivamente, nella categoria Best Demand Side Management Project (progetto di gestione della domanda), è stato premiato Kuyasa Energy Efficiency Project, il primo progetto sudafricano CDM registrato a livello internazionale che mira a fornire i nuclei abitativi a basso reddito di termosifoni solari e lampadine fluorescenti a basso consumo.

Il Best Fast Track Power Project award è andato alla società della Namibia per la costruzione del Caprivi Link HVDC Interconnector. Il progetto è stato compleato nel giugno 2010 e collega le reti elettriche della Namibia e dello Zambia, un collegamento fondamentale nell’ambito della rete dell’Africa meridionale.

La Seed Capital Assistance Facility (SCAF) dell’African Development Bank (AfDB) ha vinto il premio Best Financial Support in the Power Industry (Miglior sostegno finanziario all’industria dell’energia) per il suo lavoro nel mobilitare i progetti di energia rinnovabili nelle fasi iniziali per tutta l’Africa e l’Asia. La facility è gestita congiuntamente da UNEP, AfDB e Asian Development Bank.

Il Best Renewable Project in Africa (Miglior progetto rinnovabile in Africa) è andato al Cabeolica Project nelle isole di Capo Verde realizzato da InfraCo. La società, finanziata con capitali pubblici sebbene sia gestita privatamente, ha contribuito alla costruzione di quattro impianti eolici indipendenti su quattro isole dell’arcipelago con una capacità di 25,5 MW. Si tratta della prima partnership pubblico-privata a Capo Verde e la prima partnership pubblico-privata nel settore delle energie rinnovabili in Africa sub-sahariana.

Il premio Africa’s Leading Energy Personality è andato a Helen Tarnoy, fondatrice e Managing Director di Aldwych International. Attraverso Aldwych International, la Tarnoy contribuisce a ridurre il drammatico calo della produzione di energia elettrica in Africa.

Inti Solar ha vinto il premio Best Rural Electrification Project (Miglior progetto di elettrificazione delle zone rurali). La società ricerca e forma i membri della comunità locale per i solar water geyser e le installazioni elettriche.

Infine, la ghanese Gifty Asmah ha vinto il premio Most Influential Woman in Power (donna più influente nel settore energetico) mentre KenGen è stato premiato per il suo progetto Ngong wind project.

 

Fonte: ae-africa.com

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.