Libia: Saleh incontra Di Maio a Roma – esteri.it

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha ricevuto oggi (17 giugno 2021) alla Farnesina il Presidente della Camera dei Rappresentanti della Libia, Aghila Saleh. L’incontro si è svolto a pochi giorni dalla Conferenza Ministeriale di Berlino sulla Libia del 23 giugno prossimo, ulteriore testimonianza del crescente impegno della Comunità Internazionale a favore dell’azione delle Nazioni Unite per la pace e la stabilità in Libia.

Il Ministro ha anzitutto ribadito il pieno sostegno dell’Italia per la stabilizzazione del Paese e la determinazione a collaborare con l’autorità ad interim e con tutte le articolazioni dello Stato libico, per sostenere le prossime fasi della transizione istituzionale, in cui la Camera dei Rappresentanti è chiamata a svolgere un ruolo decisivo.

Il titolare della Farnesina ha sottolineato in particolare l’urgenza della definizione della base costituzionale e giuridica e dell’approvazione della legge elettorale affinché le elezioni possano effettivamente svolgersi nella data prevista del 24 dicembre prossimo. 

Il Ministro Di Maio ha inoltre ricordato l’importanza dell’approvazione del bilancio unificato per il 2021, essenziale per favorire il miglioramento delle condizioni sociali nel Paese, e l’urgenza della piena attuazione dell’accordo sul cessate il fuoco, a partire dal ritiro di tutti i combattenti e mercenari stranieri dal Paese.

A livello bilaterale, il titolare della Farnesina ha, inoltre, confermato l’interesse dell’Italia a consolidare ulteriormente il percorso di rilancio del partenariato italo-libico, come testimoniato da ultimo dal successo della missione del Primo Ministro Dabaiba a Roma e dall’interesse al mercato libico riscontrato nell’ambito del Business Forum tenutosi alla Farnesina a margine della visita.

Oltre alla riattivazione dei progetti nei tradizionali settori di collaborazione, a partire dalle infrastrutture, il Ministro Di Maio ha inoltre sottolineato come l’Italia sia pronta ad avviare e approfondire la cooperazione su altri ambiti strategici, quali l’energia, la cultura e l’archeologia e la sanità.

Fonte: esteri.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.