Libia: Frattini riferisce oggi in Senato-esteri.it

La Nato scende in campo dopo l’accordo politico tra Usa, Francia, e Gran Bretagna in sintonia con la posizione dell’Italia ed ora i rappresentanti dei 28 Stati membri dell’Alleanza sono riuniti a Bruxelles per “tradurre” l’indicazione in un nuovo schema operativo di comando.

Intanto in Parlamento, oggi al Senato, domani alla Camera, il governo attraverso gli interventi dei ministri Franco Frattini e Ignazio La Russa illustrerà la posizione dell’Italia quale Paese che, a pieno titolo, partecipa alla coalizione internazionale chiamata ad operare per il rispetto della Risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Il Segretario Generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen ha detto che il Consiglio Atlantico ha stabilito che la NATO farà rispettare l’embargo sulle armi alla Libia previsto dalla risoluzione 1973 del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Ed ha aggiunto che sono stati completati anche i piani per un eventuale coinvolgimento della NATO nel rispetto della “no-fly zone”. Tutti gli alleati – ha affermato Rasmussen – si sono impegnati per assumersi le loro responsabilità come previsto dalla risoluzione delle Nazioni Unite per fermare l’intollerabile violenza contro i civili libici”. L’embargo sulle armi sarà imposto con l’uso dei mezzi navali ed aerei che dovranno “monitorare, denunciare e, se necessario, fermare le navi sospette di trasportare armi illegali o mercenari”.

Fonte: comunicato stampa esteri.it

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.