Libia: ecco dove si combatte

Questa qui sopra è la cartina aggiornata dei combattimenti.

Si tratta di una zona di 80 km lungo la costa in cui le forze armate fedeli a Gheddafi stanno cercando di sconfiggere le forze dei ribelli.

Il ministro degli esteri dell’Oman, Youssef bin Alawi bin Abdullah, ha chiesto l’ “intervento arabo” in Libia durante l’incontro di oggi della Lega Araba. Lo stesso ha aggiunto che la crisi libica è una minaccia alla stabilità degli stati arabi.  “Ciò che è necessario in questo momento è un intervento arabo usando gli strumenti della Lega Araba e allo stesso tempo in pieno accordo con il diritto internazionale.”

La Giordania è il primo paese arabo ad aver congelato i beni libici.

Il regime di Gheddafi ha sospeso le relazioni diplomatiche con la Francia dopo il riconoscimento delle forze d’opposizione a Gheddafi e l’annuncio di un’apertura di un’ambasciata francese a Bengasi, città controllata dagli oppositori di Gheddafi.

L’Unione Europea ha interrotto le relazioni diplomatiche con il regime di Gheddafi senza tuttavia riconoscere le forze d’opposizione.

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.