L’appeal migratorio dell’Italia e dei paesi europei

In questo studio, la Fondazione Leone Moressa affronta il tema del rapporto tra presenza straniera e ricchezza nazionale.

In particolare, analizzando la situazione dei paesi europei (tra cui anche alcuni extra UE come Svizzera e Norvegia) con almeno 450 mila stranieri, sono messi a confronto alcuni indicatori di “benessere” nazionale (PIL, tassi di occupazione, ecc.) e indici di integrazione degli immigrati.

Incrociando queste variabili, emerge la distinzione tra paesi con alto benessere e forte integrazione e quelli con basso benessere e scarsa integrazione.

Incrociando queste due variabili, emergono quattro categorie di paesi: con alto benessere e forte integrazione (Nord Europa, es. Norvegia); alto benessere e scarsa integrazione (es. Svizzera); basso benessere ma forte integrazione (Spagna); basso benessere e scarsa integrazione (Italia, Grecia).

Leggi l’articolo di Rossella Cadeo su Il Sole 24 Ore del 21.03.2016

 

fonte: www.fondazioneleonemoressa.org, migrantitorino.it

 

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.