Kenya: l’energia costa più cara

NAIROBI, 14 marzo – L’authority dell’energia del Kenya ha avvisato mercoledì scorso che i prezzi potrebbero subire dei rialzi nei prossimi mesi, in seguito all’aumento del costo del petrolio e del kerosene per la prima volta da novembre. Si tratta di un fatto che complica le decisioni della banca centrale sul quando tagliare i tassi d’interesse.

I prezzi della benzina posso avere un significativo impatto sull’inflazione della più grande economia dell’Africa orientale. I ribassi dei prezzi del diesel, del petrolio e del kerosene nei precedenti tre mesi hanno calmato le spinte inflazionistiche.

Il tasso d’inflazione anno su anno è sceso più delle attese a febbraio al 16,7 per cento dal 18,3 per cento a gennaio. La banca centrale, tuttavia, ha mantenuto il tasso d’interesse al 18 per cento per questo mese a causa di possibili rischi inflazionistici.

Sebbene alcuni analisti prevedono un ribasso dei tassi d’interesse, altri dicono che la banca centrale vorrebbe vedere un andamento al ribasso più sostenuto prima d’iniziare un ciclo di agevolazione creditizia.

 

Fonte: Reuters Africa newsletter

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.