Jazz: DUDU MANHENGA in concerto, Roma il 22 luglio

VENERDI 22 LUGLIO
AFRODISIA@CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE
DUDU MANHENGA & COLOR BLU (ft. Raffaele Casarano)
[Afro-Jazz, ZIMBABWE]

Per la prima volta in Italia, la nuova regina del soul africano!

Un incontro esplosivo tra Raffaele Casarano, astro nascente del jazz italiano, e la meravigliosa DUDU MANHENGA, al debutto assoluto in Europa.

Con loro sul palco la possente ossatura ritmica dei Color Blu, band che riesce a sposare in maniera originale e coinvolgente la musica afro, il contemporary jazz e la musica tradizionale dello Zimbabwe.

Attivista per i diritti delle donne, in prima fila nell’AWIPAZ (Association for Women in Performing Arts in Zimbabwe ) e nel FLAME (Female Literary Arts Music Enterprise) è stata recentemente nominata membro consigliere nel Ministero educazione, arti e culture del National Arts Council dello Zimbabwe.

ESTEMPORANEA il Festival di Adesso!

GIARDINO della CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE

Via della Lungara 19 – TRASTEVERE – Roma
Opening 20.00 (spazio ristobio)

www.dudumanhenga.com
www.casainternazionaledelledonne.org
www.afrodisia.it

 

Nata il 6 gennaio del 1981 DUDU MANHENGA è una giovane e dinamica cantante/cantautrice zimbabwiana che conduce e fronteggia il gruppo ‘Color Blu’.  Il suo stile è influenzato da grandi cantanti jazz africani, e la dignità della sua proposta fa onore a lei e al suo paese, ovunque lei vada.

La sua musica è stata accuratamente descritta come “un’avventura afro jazz” –  una fusione di generi: afro, contemporaneo, tradizionale Zimbabwiano, township, jazz, latino, e un incrocio culturale dei ritmi e delle melodie di Manica, Mashona e Matabele, con un lavoro sul palco pieno di energia, e voci frizzanti.

Esibendosi professionalmente fin dall’età di 16 anni, Dudu è emersa come leader sulla scena musicale zimbabwiana dopo una lunga gavetta come cantante di supporto per numerosi artisti inclusi Oliver Mtukudzi & the Black Spirits, Steve Dyer, Louis Mhlanga, Tanga Wekwa Sando e Dumi Ngulube, al tempo stesso studiando al College di musica dello Zimbabwe ad Harare.

Nel 2001 ha formato il gruppo Color Blu, insieme a suo marito e partner il batterista Blessing Muparutsa.  Hanno registrato il loro album di debutto di afro jazz fusion a nove tracce ‘Out of the Blu’ nel 2003, che è stato accolto calorosamente dal pubblico amante della musica e che conteneva canzoni che sono divenute degli hit come Mvura, Bengimthandile e Madlamini.

Nei suoi lunghi anni nel campo musicale, il gruppo si è esibito ampiamente in club, ritrovi e festival nello Zimbabwe (HIFA, Winter Jazz Festival, Regional Jazz Festival, African Banking Cooperation Summer Jazz Festival Nguva Yedu Thuba Lethu Youth Festival, Harare Jazz Festival) e in Sud Africa (3 volte al Grahamstown Arts Festival, Women In Arts Festival, Arts Alive), spesso condividendo il palco con grossi nomi come Oliver Mtukudzi, Dorothy Masuka, The Cool Crooners, Judith Sephuma, Ray Phiri, Jimmy Dludlu and the late Jabu Khanyile, Kunle Ayo, Ernie Smith, Ringo, Eric Paliani, Prudence Katomene, Kudzi Sevenzo, Chameleon, Gang of Instrumentals, Kwani Experience, Mingas, tra molti, molti altri.

Dudu è inoltre molto attiva sui diritti per la musica e sull’antipirateria, sulle attività anti-violenza, e contribuisce in maniera cruciale al programma FLAME (Female Literary Arts Music Enterprise), per lo sviluppo e la promozione di artisti femmine nel grande circuito delle arti, che è guidato dall’Harare-based arts organization Pamberi Trust.

Ha favorito e ha partecipato a 16 workshops con FLAME, che hanno avuto argomenti come ‘Divas Deliberate’ dove le artiste anziane nel campo si sono incontrate per discutere i problemi che hanno incontrato nel corso delle loro carriere, ‘Workshops for Women Artists by Women Artists’, ‘No Sex Combatants’ e ‘Women Songwriting’.

Attualmente è coinvolta part-time nel programma FLAME per sviluppare i programmi in collaborazione con altre artiste affermate e ha aiutato a presentare il’16 Days Concert’ ad Harare fin dal 2007, commemorando i 16 Giorni di Attivismo contro la Violenza contro le Donne in collaborazione con il domestic violence organization Musasa Project.

E’ sicuramente una giovane donna con una passione per lo sviluppo delle arti soprattutto per il miglioramento delle artisti femmine. E’ a capo dell’associazione recentemente registrata AWIPAZ (Association for Women in Performing Arts in Zimbabwe), una organizzazione nazionale con l’intento di creare un’industria artistica dove le artisti femmine ricevono i giusti riconoscimenti e sono in grado di sviluppare il loro percorso.

Come riconoscimento per la sua passione e il suo contributo nazionale nel campo artistico, nel 2009 Dudu è stata nominata dal ministro dell’educazione, lo sport, le arti e la cultura nella giunta del Consiglio delle Arti Nazionale dello Zimbabwe, un ruolo che manterrà per i prossimi 3 anni.

 

Fonte: mail in redazione da Afrodisia

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.