Ispi e Fond. Sicilia inaugurano scuola politica internazionale

Nasce a Palermo l’Alta Scuola di Politica Internazionale grazie all’impegno congiunto di Fondazione Sicilia e di ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale), uno dei più antichi e prestigiosi istituti italiani specializzati nella formazione sui grandi temi delle Relazioni internazionali e della politica estera.

Per questo primo anno di start up, l’Alta Scuola, che rilascia un Diploma in Politica Internazionale, è destinata agli studenti delle Facoltà di Economia, Giurisprudenza e Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Palermo, polo accademico che, punto di riferimento cruciale per lo sviluppo socio-culturale dell’intera Sicilia, ha rilasciato il proprio Patrocinio al progetto garantendo la concessione di crediti formativi a tutti i partecipanti.

 

Il crollo della credibilità internazionale e la tempesta sui mercati finanziari sono le principali ganasce della morsa che ha stretto il nostro Paese nell’ultimo anno, più ancora che in quelli precedenti. Appare ormai evidente che, nel pieno di una crisi economica e istituzionale interna, l’Italia avrebbe oggi più che mai bisogno di un contesto esterno stabile e prevedibile. Per avere voce in capitolo in Europa e nel mondo occorre necessariamente palesare una coerenza di comportamenti ma anche avere capacità di proposta e visione strategica.

 

Presente già in altre importanti città italiane (come Milano, Roma e Torino) l‘Alta Scuola di Palermo, nasce proprio per affiancare l’Università nel suo fondamentale compito formativo e nella promozione di dibattiti in materia di politica internazionale, ambito in cui la Sicilia vanta una lunga e importante tradizione. Tanti e illustri, non va scordato, sono i siciliani che hanno servito e tuttora servono l’Italia, rappresentandola nel mondo in sede diplomatica.

 

“Da Francesco Paolo Fulci (Rappresentante d’Italia all’ONU dal ’93 al ’99) a Rocco Antonio Cangelosi (Rappresentante d’Italia all’UE dal 2004 al 2008), da Ferdinando Salleo (Ambasciatore negli USA dal 1995 al 2003) a Pietro Vinci (Rappresentante d’Italia all’ONU negli anni ’70), sono molte le personalità attive in campo internazionale che hanno dato lustro negli scorsi decenni alla Sicilia. La nostra speranza è che, grazie a questo progetto, si possano innanzitutto stimolare i giovani ad avvicinarsi a queste carriere, offrendo al contempo all’opinione pubblica siciliana ulteriori occasioni di approfondimento e stimolo alla riflessione sui problemi di politica internazionale.” dichiara S.E. Ambasciatore Giancarlo Aragona, presidente di ISPI.

 

Dieci le lezioni che, in programma da marzo a maggio 2013 presso Villa Zito (splendido edificio che ospita le quadrerie della Fondazione Sicilia), articolano il piano di studi del Diploma, coinvolgendo in qualità di docenti i massimi esperti del settore. Alle lezioni partecipano oltre 100 studenti (Lauree Specialistiche in Scienze Politiche ed Economia e del IV e V anno di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Palermo) selezionati su base meritocratica.

 

Non solo didattica, nello specifico e nell’immediato, al progetto fanno capo anche:

  • Ciclo di Conferenze dal titolo L’Italia e la Politica Internazionale: 10 convegni aperti gratuitamente al pubblico che si terranno nelle giornate antecedenti alle lezioni del corso (ore 18.45) a Palazzo Branciforte, sede della Fondazione Sicilia, coinvolgendo oltre ai docenti del Diploma anche docenti dell’Università di Palermo e autorevoli discussant locali. (segue calendario ciclo conferenze).

 

  • Giornata di orientamento alle carriere internazionali: attività rivolta a tutti gli studenti universitari in una data ancora da stabilirsi nell’autunno 2013.

 

“Un Diploma, un ciclo di conferenze e una giornata di orientamento: sono i tre asset su cui si basa la ‘fase 1’ di questo importante progetto culturale-formativo che parte oggi a Palermo. Ma la vocazione è regionale: le intenzioni sono infatti quelle di ampliare il raggio d’azione a tutta l’Isola e di promuovere sotto l’ombrello dell’Alta Scuola di politica Internazionale, nuove attività ad hoc per enti pubblici ed enti economici.” afferma il professor Giovanni Puglisi, presidente di Fondazione Sicilia. “Quello delle relazioni internazionali è un ambito fondamentale per lo sviluppo del nostro Paese. La Fondazione Sicilia è orgogliosa di contribuire alla nascita di questa Alta Scuola al fianco di un partner così prestigioso come ISPI. L’autorevolezza di ISPI è universalmente riconosciuta: non a caso l’Università di Pennsylvania nel suo ‘Report 2012 sui migliori think tank internazionali’ ha inserito l’Istituto nella lista dei top 100 think tank non americani.”

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ITALIA E LA POLITICA INTERNAZIONALE

 

 

Ciclo di conferenze promosso nell’ambito dell’Alta Scuola di Politica Internazionale

istituita da ISPI e Fondazione Sicilia

_________________________

Palermo – Palazzo Branciforte – via Bara all’Olivella 2

 

  • 7 marzo 2013 – ore 18.45

Il mondo cambia: verso quali equilibri?

       Paolo Magri, Vice Presidente Esecutivo e Direttore ISPI

 

  • 14 marzo 2013 – ore 18.45

L’Europa oltre la crisi: la sfida dell’integrazione

       Giancarlo Aragona, Presidente ISPI

       Michele Valensise, Segretario Generale, Ministero degli Affari Esteri

 

  • 21 marzo 2013 – ore 18.45

La Russia di Putin II

       Franco Venturini, Editorialista, Corriere della Sera

 

  • 4 aprile 2013 – ore 18.45

Le missioni internazionali di pace: quale ruolo per l’Italia?

       Stefano Stefanini, Consigliere diplomatico del Presidente della Repubblica

 

  • 18 aprile 2013 – ore 18.45

Asia al bivio: economia, sviluppo, tensioni

       Vincenzo Petrone, Presidente Simest, già Ambasciatore a Tokio (2008-2012)

 

  • 2 maggio 2013 – ore 18.45

Le sfide della seconda presidenza Obama

       Ferdinando Salleo, Presidente Circolo di Studi Diplomatici, già Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti (1995-2003)

 

  • 9 maggio 2013 – ore 18.45

Le sfide del terrorismo internazionale

Giampiero Massolo, Direttore del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, già Segretario Generale Ministero degli Affari Esteri (2007-2012)

 

  • 16 maggio 2013 – ore 18.45

Le sfide per l’Africa

Armando Sanguini, già Direttore Generale per l’Africa Sub-Sahariana, Ministero degli Affari Esteri (2008-2009) e Ambasciatore a Tunisi (1998-2003)

 

  • 23 maggio 2013 – ore 18.45

Il Brasile e i BRICs: sempre più potenze?

Antonio Calabrò, Senior Vice President Cultura di Pirelli & C. S.p.A e co-autore di “Bandeirantes. Il Brasile alla conquista dell’economia mondiale” (Ed. Laterza)

 

  • 30 maggio 2013 – ore 18.45

Il Mediterraneo dopo la Primavera Araba

Paola Caridi, Giornalista Lettera 22 e autrice di “Hamas” (Ed. Feltrinelli)

       Paolo Magri, Vice Presidente Esecutivo e Direttore ISPI

 

Fonte: comunicato stampa

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.