IL SANGUE VERDE proiettato a Roma fino al 16-12

IL DOCUMENTARIO IN SALA
PRIMO FESTIVAL/CIRCUITO STAGIONALE DEL DOCUMENTARIO DI CREAZIONE
18 ottobre/16 dicembre 2010

In occasione del Salone dell’Editoria Sociale, Roma, 22/24 ottobre 2010
[CINEMA.DOC] IL DOCUMENTARIO IN SALA
presenta in prima visione a Roma il film

IL SANGUE VERDE di Andrea Segre

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Autori / Giornate degli Autori 67. Mostra del Cinema di Venezia
IL SANGUE VERDE di Andrea Segre
Italia, 2010, 57′
Produzione Zalab, Aeternam Films; in collaborazione con Jolefilm, Rai Tre, Aamod

  • Lunedì 25 ottobre Cinema Nuovo Sacher

Al termine della proiezione incontro con l’ex Sindaco di Rosarno, Peppino Lavorato. Modera Maurizio Di Rienzo

  • Martedì 26 ottobre Cinema Farnese Persol

Al termine della proiezione incontro con alcuni protagonisti del film, modera Maurizio Di Rienzo

  • Giovedì 4 novembre Cinema Alcazar

Al termine della proiezione incontro con il regista Andrea Segre, modera Boris Sollazzo

Gennaio 2010, Rosarno, Calabria. Le manifestazioni di rabbia degli immigrati mettono a nudo le condizioni di degrado e ingiustizia in cui vivono quotidianamente migliaia di braccianti africani, sfruttati da un’economia fortemente influenzata dal potere mafioso della ’Ndrangheta.

Per un momento l’Italia si accorge di loro, ne ha paura, reagisce con violenza, e in poche ore Rosarno viene “sgomberata” e il problema “risolto”. Ma i volti e le storie dei protagonisti degli scontri di Rosarno dicono che non è così. Scovarle e dare loro voce è oggi forse l’unica via per restituire al Paese la propria memoria: quella di quei di giorni di violenza e quella del proprio recente quanto rimosso passato di miseria rurale.

COMUNICATO STAMPA

[CINEMA.DOC] – Il Documentario in Sala è il primo progetto italiano per costruire un circuito distributivo nazionale di film documentari nelle sale di prima visione.

[CINEMA.DOC] parte nel 2010 nella forma di festival/circuito in 3 sale della Capitale, il Cinema Nuovo Sacher, il Cinema Farnese e l’Alcazar, proponendo al pubblico 8 film documentari italiani che escono direttamente dalle ultime edizioni dei principali festival italiani: Roma, Venezia, Torino, Firenze e Salina e dal Premio Doc/it Professional Award. Otto settimane di proiezioni (il lunedì, il martedì e il giovedì) dal 18 ottobre al 9 dicembre 2010, con premiazione dei vincitori giovedì 16 dicembre ore 20.30 al Palazzo delle Esposizioni di Roma, Sala Cinema.

Il documentario è una delle migliori espressioni del cinema italiano più recente.
[CINEMA.DOC] porta in sala le ultime proposte del settore, allargando la sfera del visibile ad una produzione cinematografica di grande qualità e spesso la più interessante, per la sua capacità di guardare alla realtà in maniera non convenzionale.
Con [CINEMA.DOC] si infrange un pregiudizio: che i documentari non abbiano un adeguato pubblico in sala e cerca di sopperire all’incapacità del mercato di affiancare il cinema del reale ai film di fiction. Insieme agli esercenti si vuole riconoscere e far crescere un consistente pubblico di settore, in altri paesi europei già consolidato.

Da lunedì 18 ottobre a giovedì 9 dicembre gli otto film selezionati saranno in sala a Roma tutti i lunedì al Nuovo Sacher, tutti i martedì al Farnese Persol e tutti i giovedì al Cinema Alcazar (ore 21, ingresso unico euro 5,00), alla presenza degli autori.

La selezione dei titoli di [CINEMA.DOC] avviene in collaborazione con i principali Festival del Cinema e del Documentario in Italia, in seno a ciascuno dei quali viene assegnato un Premio Selezione [CINEMA.DOC], che dà accesso al circuito e al concorso ad esso connesso. I documentari in cartellone arrivano in prima visione a Roma direttamente dalla sezione L’altro Cinema/Extra del Festival Internazionale del Film di Roma; dalle sezioni Orizzonti e Controcampo della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia; dalle Giornate degli Autori – Venice Days; dal Torino Film Festival; dal Festival dei Popoli di Firenze; dal SalinaDocFest e dall’ultima edizione Premio Doc/it Professional Award.
Un titolo, anch’esso in prima visione a Roma, viene selezionato in autonomia dall’Associazione/Cineclub Officine, che ha ideato e curato il progetto.

Si annuncia che:
•    il Premio Selezione [CINEMA.DOC] Doc/it viene assegnato al film
THE CAMBODIAN ROOM (conversation with Antoine D’Agata) di Tommaso Lusena de Sarmiento e Giuseppe Schillaci, Downtown Pictures, Kolam Productions
•    il Premio Selezione [CINEMA.DOC] OFF!CINE viene assegnato al film
MA CHE STORIA di Gianfranco Pannone, Cinecittà Luce.

Così come sono stati assegnati, nell’ambito dei diversi festival:
•    Premio Selezione [CINEMA.DOC] Venezia a EL SICARIO – ROOM 164 di Gianfranco Rosi
●    Premio Selezione [CINEMA.DOC] Autori a IL SANGUE VERDE di Andrea Segre
●    Premio Selezione [CINEMA.DOC] Salina a CORDE di Marcello Sannino
●    Premio Selezione [CINEMA.DOC] Roma – sarà comunicato il 5 novembre 2010
●    Premio Selezione [CINEMA.DOC] Torino – sarà comunicato il 4 dicembre 2010
●    Premio Selezione [CINEMA.DOC] Firenze – sarà comunicato il 20 novembre 2010

[CINEMA.DOC] ha formula competitiva: una giuria di professionisti – composta da:
Presidente di Giuria, Stefano Rulli, sceneggiatore; Esmeralda Calabria, montatrice; Francesca Cima, produttrice; Saverio Costanzo, regista; Fabio Ferzetti, critico cinematografico; Alba Rohrwacher, attrice – assegnerà i seguenti premi:

/ Premio [CINEMA.DOC] al Miglior Film – € 1.000
/ Premio Cinecittà Luce al Miglior Film – Servizi di stampa e promozione dell’home video, per un valore di € 5.000
/ Premio Augustus Color alla Miglior Fotografia – Sviluppo e telecinema per mt. 2.000 di neg.S16mm oppure per mt. 5.000 di neg.35mm, per un valore di € 1.500
/ Premio Laserfilm al Miglior Sviluppo del Soggetto: – servizi di sottotitolazione e stampa Beta digitale, per un valore di € 1.500
/ Premio AMG ArcoMultimediaGroup alla Miglior Regia – Mezzi tecnici per riprese
di un film documentario, per un valore di € 1.200
/ Premio AAMOD Archivio Audiovisivo Movimento Operaio Democratico al Miglior Montaggio – 10 minuti di materiale d’archivio

Inoltre il pubblico assegnerà il premio:

/ Premio del Pubblico Fake#Factory al Miglior Film – Servizi di produzione o coproduzione di un film documentario, per un valore di € 2.000

[CINEMA.DOC] 2010 è il progetto pilota per l’apertura nel 2011 di un circuito distributivo nazionale, dedicato al cinema documentario. Il progetto in fase di lavorazione è curato da CINEMA.DOC con DOC/IT Associazione Documentaristi Italiani.

[CINEMA.DOC], per la direzione artistica di Riccardo Biadene e Christian Carmosino, è un’iniziativa dell’Associazione Culturale OFF!CINE presentata nell’ambito di Prime Visioni 2010 e sostenuta dalla Regione Lazio, Assessorato Cultura Sport e Spettacolo, con la collaborazione della Roma Lazio Film Commission e di Doc/it Associazione Documentaristi Italiani. È patrocinata dal Comune di Roma – Assessorato alle politiche Culturali e Comunicazione, dalla Provincia di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali, dall’Università di Roma Tre – Dipartimento Comunicazione e Spettacolo, da Schermi di Qualità, il progetto per la valorizzazione del cinema di qualità del Ministero dei Beni Culturali e dall’Associazione 100autori.
Partner tecnico: Sim2 Multimedia.
A moderare gli incontri in sala con i registi tre autorevoli giornalisti del settore: Maurizio Di Rienzo, Boris Sollazzo e Dario Zonta.

[CINEMA.DOC] 2010 si conclude con la cerimonia di premiazione giovedì 16 dicembre 2010, ore 20.30, alla Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni a Roma. A seguire sarà proiettato il film vincitore.

 
[CINEMA.DOC] IL DOCUMENTARIO IN SALA

Calendario 2010.

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Venezia
Orizzonti / Controcampo 67. Mostra del Cinema di Venezia
EL SICARIO – ROOM 164 di Gianfranco Rosi
USA/Francia, 2010, 80′
Produzione Les Films D’Ici, 21 One Productions, Robo Films; in collaborazione con ARTE France, CNC
Fipresci Award, Lancia Award, Best Film Orizzonti and International Critics’ Week

Lunedì 18 ottobre Cinema Nuovo Sacher
Martedì 19 ottobre Cinema Farnese Persol
Giovedì 21 ottobre Cinema Alcazar

El Sicario – Room 164 racconta la vita di un killer, che ha ucciso centinaia di persone. Addestrato dall’FBI, ha lavorato per anni come comandante della polizia del Chihuahua. Vive tutt’ora libero, ma sulla sua testa pende una taglia di 250.000 dollari. Il documentario è tratto dal saggio The Sicario di Charles Bowden, 2009, Harper’s Magazine.

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Autori
Giornate degli Autori 67. Mostra del Cinema di Venezia
IL SANGUE VERDE di Andrea Segre
Italia, 2010, 57′
Produzione Zalab, Aeternam Films; in collaborazione con Jolefilm, Rai Tre, Aamod

Lunedì 25 ottobre Cinema Nuovo Sacher
Martedì 26 ottobre Cinema Farnese Persol
Giovedì 4 novembre Cinema Alcazar

Le voci, i volti e le storie dei protagonisti delle manifestazioni che nel gennaio 2010 a Rosarno, in Calabria, hanno portato alla luce le condizioni di degrado e di ingiustizia subita da migliaia di braccianti africani. L’Italia si è accorta di loro, ne ha preso paura, ha reagito con violenza, Rosarno è stata sgomberata e il problema “risolto”.

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Salina
SalinaDocFest
CORDE di Marcello Sannino
Italia, 2009, 55′
Produzione Parallelo 41_
SalinaDocFestival – Premio “Tasca d’Almerita” Migliore Documentario; Torino Film Festival – Premio Speciale della Giuria Italiana.Doc, Bellaria Film Festival – Premio “Casa Rosa Doc” Migliore Documentario.

Giovedì 28 ottobre Cinema Alcazar
Martedì 2 novembre Cinema Farnese Persol
Mercoledì 3 novembre Cinema Nuovo Sacher

“I campioni non si fanno nelle palestre. Si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione”. Queste parole di Muhammad Alì esprimono il senso che sta dietro alla vita di Ciro, giovane pugile napoletano al centro della storia. Ciro insegue un sogno: vivere una vita normale. Ciro vuole farcela, si avvilisce, si chiude, poi trova la forza e riparte.

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Roma
Extra/L’altro cinema – Festival Internazionale del Film di Roma
Il vincitore verrà comunicato il 5 Novembre 2010

Lunedì 8 novembre Cinema Nuovo Sacher
Giovedì 11 novembre Cinema Alcazar
Martedì 16 novembre Cinema Farnese Persol

Premio Selezione [CINEMA.DOC] OFF!CINE
Cineclub OFF!CINE

MA CHE STORIA di Gianfranco Pannone
Italia, 2010, 78’
Produzione Cinecittà Luce _

Lunedì 15 novembre Cinema Nuovo Sacher
Giovedì 18 novembre Cinema Alcazar
Martedì 23 novembre Cinema Farnese Persol

Il Risorgimento in un racconto lungo 150 anni: gioie e dolori di un paese grande e complicato.
Un viaggio tragicomico nella nostra storia attraverso il lungo e faticoso percorso unitario italiano. Mazzini, Garibaldi, Cavour…, nomi che oggi ci arrivano lontani, ma che così lontani non sono.

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Firenze
Festival dei Popoli
Il vincitore verrà annunciato il 20 novembre  2010

Lunedì 22 novembre Cinema Nuovo Sacher
Giovedì 25 novembre Cinema Alcazar
Martedì 30 novembre Cinema Farnese Persol

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Doc/it
Doc/it Professional Award
THE CAMBODIAN ROOM (situazioni con Antoine D’Agata)
di Tommaso Lusena de Sarmiento e Giuseppe Schillaci
Italia/Francia, 2009, 55’
Produzione Downtown Pictures, Kolam Productions
Torino Film Festival – Premio Speciale della Giuria Italiana.Doc

Martedì 9 novembre Cinema Farnese Persol
Lunedì 29 novembre Cinema Nuovo Sacher
Giovedì  2 dicembre Cinema Alcazar

Antoine D’Agata, fotografo dell’Agenzia Magnum, è a Phom Pen (Cambogia). Droghe, sesso e derive notturne sono elementi imprescindibili del suo lavoro autobiografico, ma in Cambogia il suo percorso artistico sembra essere giunto al punto più estremo.

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Torino
Torino Film Festival
Il vincitore verrà comunicato il 4 dicembre 2010

Lunedì 6 dicembre Cinema Nuovo Sacher
Martedì 7 dicembre Cinema Farnese Persol
Giovedì 9 dicembre Cinema Alcazar

CERIMONIA DI PREMIAZIONE Film Vincitori
Palazzo delle Esposizioni
16 dicembre, ore 20.30, Sala Cinema
A seguire verrà proiettato il film vincitore.

Proiezioni ore 21.00 / Ingresso unico € 5,00
La cerimonia di premiazione è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

www.cinemadoc.org

 
SCHEDE DEI FILM

Premio Selezione [CINEMA.DOC] Venezia
Orizzonti / Controcampo 67. Mostra del Cinema di Venezia

EL SICARIO – ROOM 164 di Gianfranco Rosi

USA/Francia, 2010, 80′
Produzione Les Films D’Ici, 21 One Productions, Robo Films; in collaborazione con ARTE France, CNC
Fipresci Award, Lancia Award, Best Film Orizzonti and International Critics’ Week

Regia Gianfranco Rosi
Soggetto Gianfranco Rosi, Charles Bowden
Sceneggiatura Gianfranco Rosi, Charles Bowden
Musiche Abraham Spector
Montaggio Jacopo Quadri
Fotografia Gianfranco Rosi
Suono Gianfranco Rosi, Dominique Vieillard
Produttore Serge Lalou, Gianfranco Rosi, Charles Bowden

Il documentario si basa sul saggio di Charles Bowden dal titolo “The Sicario” uscito nel 2009 su Harper’s Magazine.

Sinossi: “El Sicario – Room 164″ è un documentario di ottanta minuti sulla vita di un killer. Il protagonista ha ucciso centinaia di persone, è esperto in torture e rapimenti, ha lavorato per molti anni come comandante della polizia statale del Chihuahua ed è stato perfino addestrato dall’FBI. Residente a Ciudad Juárez, si muoveva liberamente tra Messico e Stati Uniti. Mai accusato di alcun crimine, attualmente vive libero, ma da fuggitivo poiché sulla sua testa pende una taglia di 250.000 dollari. Il film è stato girato nella stanza di un motel al confine tra Messico e Stati Uniti. Il sicario dimostra profonda intelligenza, grande dialettica e assoluta credibilità. Il documentario è tratto dal saggio The Sicario di Charles Bowden, pubblicato nel 2009 su “Harper’s Magazine”.
Ambientazione: Messico / USA

 
Premio Selezione [CINEMA.DOC] Autori
Giornate degli Autori 67. Mostra del Cinema di Venezia

IL SANGUE VERDE di Andrea Segre

Italia, 2010, 57′
Produzione Zalab, Aeternam Films; in collaborazione con Jolefilm, Rai Tre, Aamod

Regia Andrea Segre
Con Francesca Feder, Abraham Yabrè, John Kofi Boateng, Amadou Bodian, Zongo, Abraham Kwasi Appiah, Jamadu Bagayogo, Kalifa Soumahroro, Giuseppe Lavorato, Tibi Saidou Zongo, Kalifoo Ground Sound System
Soggetto e Sceneggiatura Andrea Segre
Musiche Piccola Bottega Baltazar; Giovan Battista Pergolesi; THE XX; K’naan
Montaggio Sara Zavarise, Luca Manes (Consulenza), Alberto Bougleux (Consulenza), Chiara Russo (Assistente)
Fotografia Luca Bigazzi, Federico Angelucci, Matteo Calore
Suono Igor Francescutti, Riccardo Spagnol, Paolo Segat
Produttori Andrea Segre, Francesco Bonsembiante
Grafiche e Disegni Marco Lovisatti, Sara Zavarise
Digital Conforming Massimiliano Ferracci
Digital Intermediate Colorist Guerrino Di Benedetto
Consulenza Musicale John Carney, Maddalena Grechi
Consulenza Editoriale Stefano Collizzolli, Gabriele Del Grande, Stefano Liberti, Elisabetta Segre
Segreteria di Produzione Giulia Moretti

Sinossi: Le voci, i volti e le storie dei protagonisti delle manifestazioni che nel Gennaio 2010 in un piccolo paese della Calabria, Rosarno, hanno portato alla luce le condizioni di degrado e ingiustizia subita da migliaia di braccianti africani. L’Italia si è accorta di loro, ne ha preso paura, ha reagito con violenza, Rosarno è stata “sgomberata” e il problema “risolto”.

Ambientazione: Rosarno (RC) / Pescopagano (PZ) / Afragola (NA) / Conegliano (TV) / Caserta / Roma / Catelvolturno (CE)

Note:
Le immagini di repertorio utilizzate nel documentario sono tratte da:
– “Metaponto, via del tabacco” di Libero Bizzarri (1966)
– “Essere Donne” di Cecilia Mangini (1965)
– “Noi contadini” di Antonio Martini (1971)
– “La Radiografia della Miseria” di Piero Nelli (1967)
– AAMOD – Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
– Fondazione Libero Bizzarri
 
Premio Selezione [CINEMA.DOC] Salina
SalinaDocFest

CORDE di Marcello Sannino

Italia, 2009, 55′
Produzione Parallelo 41_
SalinaDocFestival – Premio “Tasca d’Almerita” Migliore Documentario; Torino Film Festival – Premio Speciale della Giuria Italiana.Doc, Bellaria Film Festival- Premio “Casa Rosa Doc” Migliore Documentario.
Scritto, fotografato e diretto da Marcello Sannino
Prodotto da Antonella Di Nocera
Con Ciro Pariso
e con Geppino Sivestri, Lino Silvestri, Annarita De Blasio, Christian Pariso, Rosaria Petrone, Maria Russo, Antonio Pariso
Montaggio Aurelia Luongo
Musica Riccardo Veno
Montaggio e missaggio del suono Marco Saitta

Premi e menzioni
Premio Speciale della Giuria – Italiana Doc Torino Film festival 2009
Premio Avanti (Agenzia per la Valorizzazione Autori Nuovi Tutti Italiani) Torino Film festival 2009
II Premio Festival INDOXX 2010
Premio Casa Rossa Doc – Bellaria Film festival 2010
Vesuvio Award per la miglior regia – Napoli film festival 2010
Premio Speciale della Giuria Euganea film festival 2010
Miglior Documentario SalinaDocFest 2010
Premio Cinema.Doc

Sinossi: Ciro è un giovane pugile di Napoli, dell’antico quartiere Ventaglieri. La sua è la storia di un mite che, nella parte di mondo nella quale vive, aggredisce le difficoltà della vita con tenerezza e silenziosa tenacia, da campione leale. Il film racconta i silenzi, il respiro, i corpi, i ring, le urla dei tifosi-bambini, il rapporto con la madre, con la fidanzata Annarita e con i suoi mentori, Geppino Silvestri, il grande maestro italiano di pugilato e suo figlio Lino, che hanno cominciato a prendersi cura di lui fin da tredicenne. Il suo è un vero atto di resistenza alla condizione di solitudine in cui ci si può trovare quando si ricevono responsabilità premature, e lo Stato non si conosce e non ti riconosce. Nonostante tutto Ciro vuole farcela, si avvilisce, si chiude, poi trova la forza e riparte.Più che un documentario sulla boxe, un’opera sulla crescita.
“I campioni non si fanno nelle palestre. Si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione”, Muhammad Alì.

Bio Marcello Sannino (Portici, Napoli, 1971) ha realizzato alcuni documentari tra cui Decroux e il mimo corporeo(2003), Etienne Decroux raccontato da alcuni suoi allievi. La Passione Suessana (2004) sulla ritualità del canto polifonico a tre voci durante la settimana della Passione. L’ultima Treves (2007) su di una storica libreria sotto sfratto, un atto di resistenza, un ritratto del mestiere del libraio. Attualmente è impegnato nella realizzazione di un documentario su Gerardo Marotta, presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e uomo amato nel mondo per la sua attività culturale.
Filmografia :Decroux e il Mimo Corporeo, documentario,  2003, La Passione Suessana, documentario,  2004, L’ultima Treves, documentario,  2007 ( Menzione speciale Napoli film festival 2007, presentato al Festival dei Diritti Umani di Buenos Aires 2009), Humanitas, documentario, 2008. Corde,2009 (Premiato in vari Festival).

 
Premio Selezione [CINEMA.DOC] OFF!CINE
Cineclub OFF!CINE

MA CHE STORIA di Gianfranco Pannone

Italia, 2010, 78’
Produzione Cinecittà Luce in collaborazione con Produzione Straordinaria

Regia Gianfranco Pannone
Sceneggiatura Gianfranco Pannone
Musiche Ambrogio Sparagna (Consulenza)
Montaggio Angelo Musciagna
Fotografia Tarek Ben Abdallah
Suono Marco Furlan, Andrea Malavasi
Aiuto regista Nathalie Giacobino
Voce Roberto Citran, Roberto De Francesco, Leo Gullotta
Contributo Ugo Gregoretti
Ricerche d’Archivio Giovanella Rendi
Organizzazione Maura Cosenza

Il Risorgimento in un racconto lungo 150 anni: gioie e dolori di un paese grande e complicato.
Un viaggio tragicomico nella nostra storia attraverso il lungo e faticoso percorso unitario italiano. Mazzini, Garibaldi, Cavour…, nomi che oggi ci arrivano lontani, ma che così lontani non sono. Una grande rivoluzione quella del Risorgimento, salutata come vera e propria epopea nell’800, ma ridimensionata nel secolo successivo dal “male oscuro” italiano.
Potere, intellettuali e popolo, un rapporto difficile, spesso violento e non privo di cinismo, che di fatto ha impedito il formarsi di un sentimento nazionale condiviso. E poi, un popolo di contadini quello italiano del primo novecento, via via cancellato dalle ideologie e da un’ansia del “nuovo” che hanno finito con l’emarginare tradizioni, consuetudini, affetti.
Il racconto di questa epopea a metà, si sviluppa tra i cinegiornali e i documentari, dell’archivio Luce, dagli anni dieci agli ottanta, che attraversano non senza retorica la storia nazionale; un sentimento critico e amaro, anche ironico, tutto presente nelle parole di scrittori e poeti di estrazione politico-culturale diversa; e, vero e proprio controcanto, suoni ed espressioni del popolo, che raccontano gioie e dolori di una storia ricca e violenta. Così il sobrio ricordo di uno zio morto nella Grande guerra risvegliato da Vittorio Foa, si incontra con le strofe cantate di Raffaele Viviani contro ogni guerra, per poi scontrarsi con i retaggi fascisti della storia nazionale, affidati agli impeti di un popolo che si vuole guerriero ad ogni costo.
Un Paese, come ci ricorda Alberto Arbasino, cresciuto a marcette, celebrazioni, lustrini, lumini, icone, fino all’inevitabile rigetto. Un Paese incapace di mettersi in discussione, di elaborare i propri lutti, di guardarsi dentro, tutto proteso verso un finto nuovo che ha finito col procurare grandi tragedie partorite da folli illusioni. Un Paese che si potrebbe dire morto, se non fosse che gli appartengono pagine straordinarie di storia e letteratura oltre che una ricchezza antropologica unica.
 
Premio Selezione [CINEMA.DOC] Doc/it
Doc/it Professional Award

THE CAMBODIAN ROOM (conversation with Antoine D’Agata)
di Tommaso Lusena de Sarmiento e Giuseppe Schillaci

Italia/Francia, 2009, 55’
Produzione Downtown Pictures, Kolam Productions, con il sostegno di CNC – Centre National de la Cinématographie; Pprocirep; ANGOA
Torino Film Festival – Premio Speciale della Giuria Italiana.Doc

Regia Tommaso Lusena de Sarmento e Giuseppe Schillaci
Con Antoine D’Agata, Lee, Philippe Azoury
Soggetto Tommaso Lusena de Sarmiento, Giuseppe Schillaci (II)
Sceneggiatura Tommaso Lusena de Sarmiento, Giuseppe Schillaci (II)
Musiche Nicola Tescari, Chris Tsoupas
Montaggio Tommaso Lusena de Sarmiento, Giuseppe Schillaci (II)
Effetti Ercole Cosmi
Suono Sear Vissal, Riccardo Spagnol
Produttore Viviana Queirolo Bertoglio; Olga Prud’homme Farges
Line Producer Giuseppe Schillaci
Cameraman Tommaso Lusena de Sarmiento
Color Correction Ercole Cosmi
Graphic Designer Alessia Mastriforti

Sinossi: Antoine D’Agata, fotografo dell’Agenzia Magnum, è a Phnom Penh (Cambogia). Droghe, sesso e derive notturne sono elementi imprescindibili del suo lavoro autobiografico, ma in Cambogia il suo percorso artistico sembra essere giunto al punto più estremo.
Dopo essersi dedicato a fotografare paesaggi desolati e realtà marginali in tutto il mondo, Antoine D’Agata focalizza la sua ricerca sul corpo e la carne, nello spazio ristretto di una camera. In Cambogia passa alcune settimane dentro la camera di Lee, una prostituta vietnamita. D’Agata vive una « love story » paradossale e disperata con Lee, consumando ice nel tentativo di fotografare la sua relazione intima con la donna. The Cambodian Room: Situations with Antoine D’Agata svela la parte nascosta della vita-arte di Antoine D’Agata; la sua scelta di vivere il sesso e la droga come cura e come perdizione.  Un percorso apocalittico e sublime, simile a quello di altri artisti eretici della cultura contemporanea come Kerouac, Artaud, Bacon e Pasolini.

 
 

IL DOCUMENTARIO IN SALA

Direzione Artistica
Riccardo Biadene e Christian Carmosino

Organizzazione
Chimera Poppi e Gaia Silvestrini

Coordinamento Incontri Autori
Maurizio Di Rienzo, Boris Sollazzo, Dario Zonta

Giuria
Esmeralda Calabria, Francesca Cima, Saverio Costanzo, Fabio Ferzetti, Alba Rohrwacher

Ufficio Stampa
Reggi & Spizzichino Communication

Sigla
Simone Massi

Grafica [CINEMA.DOC]
Emiliano Cibin

Sito Web
Emanuele Tammaro e Luca Giorgetti

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

2 thoughts on “IL SANGUE VERDE proiettato a Roma fino al 16-12

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.