Il caso di Deeqa Aden Gures

Come è morta davvero Deeqa Aden Gures, la 39enne mediatrice somala che tutti a Torino conoscevano come “l’angelo dei rifugiati”? Chi e perché la minacciava al punto da convincerla a recarsi da sola, di notte, sul Ponte della Gran Madre, dove infine è stata ritrovata morta, travolta – forse – da un’auto, dopo avere inspiegabilmente perso conoscenza? A chi dava fastidio? Dubbi e misteri sulla fine di una donna indomita e coraggiosa che aveva fatto dell’impegno civile a favore degli ultimi la cifra della sua esistenza.

di Manuela Lasagna Montaggio Massimiliano Cantatore

Fonte: Rainews24

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

One thought on “Il caso di Deeqa Aden Gures

  1. A chi dava fastidio Deeqa? Perché tanti misteri e dubbi sulla sua morte?
    Chi la minacciava? e perché?
    E’ doverosoE fare luce su questo mistero. La sua archiviazione avrebbe il sapore dell’ingiustizia.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.