Frontierenews.it lancia appello per una corretta informazione

Dopo settimane nelle quali abbiamo assistito alla messa in onda di trasmissioni televisive e alla pubblicazione di articoli che veicolano cattiva informazione e che rappresentano palesi violazioni della deontologia professionale, ieri, 20 gennaio 2015, ci siamo fermati di fronte alla pubblicazione da parte della testata “Il Fatto Quotidiano”, nella sua edizione cartacea e online, di un articolo titolatoGreta e Vanessa, la cooperante ai migranti siriani: “Ecco come aggirare i controlli”.

Riteniamo questa solo l’ultima di una lunga serie di esempi di pessimo giornalismo ai quali, nelle ultime settimane – pur in una più vasta e generale crisi di contenuti in atto ormai da tempo – si assiste in modo sistematico e impotente.

Si potrebbe parlare di una – seppur grave – banale improvvisazione priva di professionalità, se solo non ci andasse di mezzo la vita delle persone, sulla quale viene impunemente gettata un’ombra di sospetto che rischia di avere ripercussioni personali e professionali.

Ci chiediamo quale senso possa avere oggi un giornalismo che al servizio al cittadino ha sostituito un voyeurismo sensazionalista per il quale non ci si ferma neanche davanti al rispetto umano, in costante e grave violazione di tutte le norme di deontologia professionale. Quelle cioè che differenziano il mestiere del giornalista dal commentatore sui social network e dall’opinionista occasionale.

La verifica delle fonti, un linguaggio appropriato, il rispetto della privacy delle persone, sono le basi della professione giornalistica, alle quali andrebbero sempre aggiunte conoscenza e competenze specifiche dei temi dei quali si vuole trattare, nonché il valore aggiunto delle esperienze personali sul campo, ma sempre e comunque privilegiando il rispetto del lettore e delle persone coinvolte.

Non abbiamo la pretesa che il giornalismo possa essere al giorno d’oggi completamente libero da logiche politiche e di mercato, ma sentiamo forte l’esigenza di ribadire i valori fondanti della professione che abbiamo scelto, per la quale abbiamo studiato e che difendiamo ogni giorno con il nostro lavoro.

Continuando su questa strada, non possiamo certo aspettarci da parte dei lettori una comprensione dei fenomeni attuali scevra da pregiudizi, sovrastrutture e stereotipi discriminanti.

Ne’ possiamo aspettarci il rispetto verso la nostra categoria, sempre più priva di credibilità. Per scelte editoriali di questo tipo pagano tutti i professionisti, compresi quelli che, lontani dalle luci del mainstream e spesso a proprie spese, continuano ogni giorno a lavorare nel rispetto delle regole. La pubblicazione di articoli di questo genere, oltre a non fornire un buon servizio di informazione ai lettori, getta discredito sull’intera categoria.

Per questo motivo molti di noi hanno sentito il bisogno di sottoscrivere questo documento, che sarà la base di un esposto all’Ordine dei Giornalisti in merito all’articolo pubblicato da “Il Fatto Quotidiano” e da altri apparsi su “Il Giornale” e “Libero”, che hanno fomentato in queste settimane odio, pregiudizio, islamofobia.

Ma vorrebbe anche rappresentare la prima fase di un progetto condiviso di informazione approfondita e dal basso, basata sulla competenza dei temi che riguardano il mondo arabo, l’Islam e le migrazioni,che ormai da tempo vediamo raccontati in modo superficiale e approssimativo da una serie di voci che nulla hanno mai avuto a che fare con un mondo che ci riguarda tutti.

Questo appello è rivolto anche a coloro che non sono giornalisti, ma che rivendicano il proprio diritto ad un’informazione corretta e responsabile, approfondita e al servizio del cittadino.

Per firmare l’appello mandare la propria adesione all’indirizzo emailperunacorrettainformazione@gmail.com

Primi firmatari:

Cristiano Tinazzi – giornalistaMauro Biani – disegnatore satirico, Il ManifestoAlberto Savioli – archeologo esperto di Medio OrienteChiara Comito – blogger  Lorenzo Declich – dottore di ricerca in islamistica  Cecilia Dalla Negra – giornalista, vicedirettore Osservatorio Iraq Laura Silvia Battaglia – giornalista  Gaspare Urso – giornalistaFouad Roueiha – bloggerValerio Evangelista – presidente Cooperativa FrontiereChristian Elia – giornalista, condirettore Q Code Mag Joshua Evangelista – giornalista, responsabile editoriale Frontiere NewsGiuliana Sgrena – giornalista, il manifestoDamiano Aliprandi – giornalista, il GarantistaSavina Tessitore – operatrice umanitariaEva Milan – massmediologa Simone Sibilio – arabistaRiccardo Troisi – presidente Associazione Re-OrientPina Sodano – dottore di ricerca in Sociologia, Università Roma TreGiovanni Piazzese – giornalistaAlessio Marri – giornalistaValeria Brigida – giornalistaEugenio Dacrema – giornalista e dottorando Università di TrentoAntonella Appiano – giornalista e scrittriceAndrea Teti – Aberdeen University, professore associato Andrea Milluzzi – giornalistaStefano Romano – fotografoMonica Ranieri – antropologa e fotografaLinda Dorigo – fotografaAntonella Palmieri – giornalista Rosa Maria Di Natale – giornalista  Riccardo Bottazzo – giornalista Teo Butturini – fotografoGiulia Pigliucci – cooperanteDaniele Biella – giornalistaAngelo Gabrielli – imprenditoreAnna Toro – giornalista, Osservatorio IraqStefano Nanni – giornalista, Osservatorio IraqEnzo Mangini – giornalista, Osservatorio IraqKarim Metref – bloggerCarlo Maria Miele – giornalistaEnrico De Angelis – ricercatoreNino Lisi – giornalistaAngelo Miotto – direttore Q Code MagGiuseppe Acconcia – giornalista Il Manifesto, ricercatore Claudio Lo Jacono – presidente dell’Istituto per l’Oriente C. A. Nallino, RomaGennaro Gervasio – docente universitario, Università Britannica d’Egitto (BUE)Paola Caridi – giornalista “Invisible Arabs” e Lettera22Jolanda Guardi Cora Ranci – dottoranda di ricerca, Q Code MagSara Borrillo – dottore di ricerca in Studi sul Vicino Oriente e MaghrebLisa Clark Lia Marra – docente di lingua e letteratura araba Francesca Biancani – storica del Medio OrienteEleonora Gatto – arabista, operatore umanitario Un ponte per…, fotografa Silvia Moresi – arabistaAda Barbaro – arabista Claudio Marzullo – dottorando in islamistica Rossana Tufaro, dottoranda di ricerca in Storia Contemporanea dei Paesi ArabiAlessandro Di Rienzo – giornalista Paola Rotolo – arabista e dottoranda di ricerca Università degli Studi di BariMargherita Picchi, dottoranda di ricerca Università “l’Orientale” di Napoli  Maria Giovanna Devetag – docente Luiss, membro comitato centrale Radicali ItalianiDavide Maggiore – giornalista Gianluca Solera – autore e attivista trans mediterraneo Nabil Salameh – cantautore, ex giornalista Andrea Milluzzi Mohammed Hashas – assegnista di ricerca Università Luiss, RomaYasmine Accardo Alberto Savioli – ricercatoreNino Orto – giornalista Osservatorio Mashrek Leonora Pigliucci – giornalista Valentina Perniciano – blogger Fulvio Vassallo – PaleologoMaha Bader – dottoranda di ricerca Università Roma TreRaffaella Cosentino – giornalista Ines Della Valle – giornalista Armando Nicolussi Francesco Lombardi Mary Rizzo – bloggerMarta Serafini – giornalista Elena Bellini Franca Bastianello Simone Galanti Noel Nicolaus – ricercatoreIlaria Sesana – giornalistaValerio Buemi – arabista Elisa D’Antoni – arabista Agnese Tomassini – human geography and planning master student  Federica Toffoletti Ilaria Romano – giornalista Giorgia Fazzini – manager, ex giornalista e ufficio stampaCarmine Cuccuru – fotogiornalista Latif al Saadi – giornalista Fabrizio Comito Samantha Viva – giornalista Jure PearsCostanza Spocci – giornalista Emanuela Zuccalà – giornalista Valerio Porcelli Valentina Anastasi – ricercatrice Compagnia di Teatro sociale “Fandema”, Milano Vittoria Iacovella – giornalista Rosanna Frati – giornalista Benedetta Baracchi – mediatrice linguistica e culturale Eleonora Vio – giornalista Raffaella Piazzi – presidente “Amici di Magu diversamente genitori” onlusBarbara Capone – ricercatrice Nando Grassi – insegnante Astrid Panullo – giornalista e fotoreporter Costanza Pasquali Lasagni – aid worker East Jerusalm, State of Palestine Anna Pascale – ricercatrice (Palestina)Giulia Bondi – giornalista Mara Di Fuccia – arabistaAlberto Brighina – studente Patrizia Ferrero Selene Ciluffo – giornalistaGiulia Romagnoli – assistente alla comunicazione Lorenzo Forlani – giornalista Giulia Bertoluzzi Giulia BallarinJemy Harianto – giornalista (Indonesia) Maria Caterina BombardaCecilia Anesi – giornalista IRPI Alessandra Puigserver – architetto Paola Grifoni – dirigenteNadia SahnaneSimona Loi – insegnante e ricercatriceFederica QuattroneLaura Capelli Daniela Gastaldi – medico “Progetto Siria”Shadi Siria – blogger e attivista Alessandro Rampazzo – fotoreporter Mattia Giampaolo – laureando in Storia contemporanea dei Paesi ArabiGianluca Costantini – artista attivista Alessandro Penso – fotografo Anna MarzonaCristina BrembillaAlberto Iacopini – pensionato Claudio Landi – dottore magistrale relazioni Asia e Africa (Unior)Michela Schiena – parrucchiera Marco DemichelisFulvia De Feo – docente, blogger Emanuela Gasbarroni – giornalista Iaia Deambrogi – giornalista Annalisa Roveroni – presidente cooperativa “civic cohousing”Paola SantacesariaMartina Censi Bianca Longhi – traduttrice Laura Colombini – studentessa lingue e culture del Medio Oriente Alessia Tagliaventi – editor Estella Carpi  – antropologa Giuseppina Fioretti – insegnante Marta Capovilla – mediatrice per sordi Giuliana Terzi – bibliotecaria Roberto Spocci Sofia Carola Sammartano – studentessa Ca’ Foscari, Venezia Ilaria De Bonis – giornalista mensile Popoli e MissioneCarlo GubitosaCaterina Pinto Enrico Sibilla – traduttore, copywriter e autore Livio Noto – web content specialist e social media managerVeronica Lisi – medico genetista Felicetta Ferraro – iranista, presidente Associazione “Ponte 33”Andrea Frau Christian Elevati – esperto progettazione strategica Ong e imprese del Terzo SettoreIsabella Chiari – Università Sapienza, Roma Gabriella Corsaro – musicistaMichele Nicoletti – studente, insegnante e arabista Erminia Chiara Calabrese – ricercatrice Zanko El Arabe Blanco – rapper Jacopo QuarantaLuca Privitera – Ultimo Teatro Produzioni InciviliElena Ferretti – Ultimo Teatro Produzioni InciviliDaniela Viparelli Arturo Monaco – dottorando in Letteratura araba Caterina Barbierato Marta Bellingreri – dottoranda Medio Oriente e Nord Africa Giulia Calì – arabista laureanda Università di Torino Maria Cristina Baldas Antonio Cuciniello – arabista e islamologo Elisabetta PivaTeresa BranciaMirko Colleoni – arabista e islamistaValentina VieneMaria Fara – docente in pensionePamela Stella – arabista e fondatrice Associazione culturale “Arabismo” Elisa Piccioni – cooperanteGabriella Carnino Luca Pistone – giornalista Annamaria Bianco – arabista Omar Kudsi – studente e attivistaViviana Cipolletti Clara Polistena – laureanda in lingua araba e cultura islamica Sarah Orlandi – video maker Alime Hervé – montatrice documentari Aya Homsi Carlotta Dazzi – giornalista professionista e volontaria Emergenza Siria Milano Mauro Prandelli – fotogiornalista Annalisa Scardigli – blogger Anna Migotto Marianna Hruska Luigi Ferrauto – ingegnere, dirigente in pensionePierluigi Blasioli Benedetta Ponticelli Eleonora Forte – ricercatrice Jessica J. Gonzales – operatrice legale Federico Labanti – fotografo Mariangela PirasRanieri Salvadorini – giornalista Valerio Monteleone – cooperante internazionale presso C.B.A.U.Antonio Marafioti – giornalista, QCode Mag Mariano Manuel Bartiromo Davide Floris – musicista e cantante Juri BompaolaFrancesco Pistilli – fotografo freelance Daniela Motti – comunicazione e raccolta fondi Associazione “San Antonio” onlusGiuliana Sardo – mediatrice culturale Mathew Meladoro – bloggerFernanda FischioneAlessandra Mecozzi Piero Cavina – insegnante Federica Knuth Irene Pasqua – studentessa Debora Del Pistoia – cooperante CospeManuela Melato – impiegata Silvia Figini Brigida Ranieri – ricercatrice in filologia e letteratura classicaCristina BeltramiPatrizia Mancini – giornalista “Tunisia in Red”Marina Callegari Paola Piscitelli – dottorandaFrancesca Spinola – giornalista professionista Antonella Piazza – traduttrice Tiziana Della Porta Anna Maria SavoiaLuca Bauccio Tiziana Cauli – giornalista professionista Angela Bernardini – circolo SeL Aurelio Boccea Elena Babetto Radio Diritto Zero Ruben Lagattolla Alessandro Liberatoscioli – educatore volontario comunità Nuova AuroraElena Marcosignori Gloria Venturino Chiara Moroni – operatrice umanitaria Un ponte per…Marina Piccone – giornalista freelance Gemma Baccini – arabistaNanni Fontana – fotogiornalista indipendente Aia Charaf – studentessa Marina Forti – giornalista Enrico Veronese – giornalista Vincenzo Schiano Lomoriello – operatore umanitario Salah Methnani – giornalista Carmen Campesi Gianlorenzo Ingrami – architetto e disegnatore satiricoLaura Guarnieri Alessandro Metz – cooperatore sociale Viviana Schiavo – arabista Nadia Castiglioni Serena Autiero – Docente, Princess Nourah bint Abdulrahman University, Riyadh (Saudi Arabia)Grazia Ardillo Fatima – orientalista Amalia De Simone Feten Fradi – giornalista e blogger Roberto Celestre – arabista Francesca Bellino Valentina Aletto – tutrice volontaria di minori stranieri non accompagnati

Share the post “Basta, Khalas Una lettera aperta di giornalisti, blogger e fotografi per denunciare la campagna mediatica – ordita da varie testate tra cui Fatto Quotidiano, Libero e Il Giornale – contro le volontarie Vanessa, Greta e contro chi è attivo nell’accoglienza ai migranti in transito”

Fonte: frontierenews.it

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.