Creando la nerezza dell’Africa: recensione

Nell’estate del 2011, Ewanfoh Obehi Peter in collaborazione con africanews.it, ha realizzato un documentario di 30 minuti intitolato: “Creating the blackness of Africa” [Creando la nerezza dell’Africa] sull’identità africana. Durante l’edizione 2011 del festival del cinema africano di Verona, il video ha vinto il premio dell’associazione degli studenti africani di Verona. Diversi mesi dopo, ancora giungono commenti su questo documentario.

Qui di seguito, pubblichiamo una recensione del professore Baruti I. M. Katembo, autore di diverse pubblicazioni sull’ottimizzazione del patrimonio culturale e del potenziale delle popolazioni africane e delle nazioni. Il suo ultimo libro è “Scattered Assets”, un dialogo provocatorio sullo sviluppo panafricano nel 21mo secolo.

Il contenuto è perspicace.
Forse la componente vocale può essere tradotta in molte lingue.
Ho apprezzato molto la tesi di fondo in base alla quale il termine “nero” non definisce l’essenza globale dei popoli africani. Anche se non se ne parla nel film, personalmente apprezzo il termine bantu (ba = anima; ntu = essere umano) usato come salvacondotto generale per facilitare la discussione tra le componenti delle grandi culture africane (ad esempio lingue, architetture, gastronomie, costumi regionali, ecc). Infatti, alcune parole africane sopravvissute e utilizzate negli Stati Uniti provengono principalmente da lingue bantu, ad esempio jumbo, banjo, conga (batteria), giraffe, Jenga (gioco di costruzioni), ecc., molte delle parole africane (utilizzate nell’esperienza della Diasora) sono state introdotte da schiavi.
Speriamo che la distribuzione e la visualizzazione del documentario faciliterà molte discussioni sulla storia africana, sul panafricanismo, e sugli sforzi di sviluppo in corso.

Baruti I. M. Katembo, matematico, è autore di Elephants in a Bamboo Cage uscito nel 2001 e di altre pubblicazioni sull’ottimizzazione della leva culturale, l’uso delle risorse e il potenziale delle popolazioni africane e delle nazioni, soprattutto afro-americane. Tra le sue diverse esperienze accademiche, ha lavorato come matematico (Assistant Professor) presso Edward Waters College ed ha diretto il thinktank della facoltà del College, l’Ujuzi Group.

Prof. Katembo vive negli Stati Uniti.

Creating the blackness of Africa ha vinto il premio dell’associazione degli studenti africani di Verona durante l’edizione 2011 del festival del cinema africano di Verona.

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.