Cooperazione: nuovi pozzi a Ikanga – Kenya

Comunicato stampa –

La Cooperazione Italiana si è impegnata per migliorare le condizioni di vita della popolazione dell’area Ikanga-Mutuomo, tra le più aride del Kenya, attraverso la distribuzione di acqua potabile e attività di formazione igienico-sanitarie. L’intervento, nell’ambito del Programma di Conversione del Debito Kenya-Italia, è costato circa 1.200.000 euro ed ha richiesto un periodo di realizzazione di circa 6 mesi.


Odinga e il Direttore Martino Melli

Il 30 ottobre è stato inaugurato, dal Presidente del Consiglio del Kenya, Raila Odinga, dalla Ministra dell’Acqua, Charity Ngilu, e dal direttore dell’UTL di Nairobi Martino Melli, il progetto idrico sanitario Ikanga – Mutuomo. In particolare, l’iniziativa ha permesso la costruzione di tre pozzi e la riabilitazione di una pre-esistente stazione di pompaggio con annesso impianto di depurazione.

La fornitura dell’acqua avviene attraverso quindici punti di distruzione costruiti lungo l’acquedotto, servendo una popolazione di circa 35.000 persone e mettendo a disposizione circa 1 milione di litri d’acqua potabile giornalieri. Inoltre, l’acqua è distribuita direttamente a due dispensari, sei scuole primarie e tre scuole superiori.

Sono state realizzate anche attività di formazione in campo sanitario e igienico. L’area è frequentemente soggetta a fenomeni di siccità che, a causa della remota posizione geografica, fa si che sia particolarmente vulnerabile a carestie ed epidemie.

Con l’accesso ad acqua sicura, si potrà avere un sensibile miglioramento nei confronti dei seguenti indicatori: riduzione della mortalità materno-infantile, maggiore frequenza scolastica soprattutto per le bambine su cui grava maggiormente il lavoro di raccolta e trasporto dell’acqua, riduzione dei fenomeni epidemiologici e una più alta aspettativa di vita.

Fonte: esteri.it

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.