Carrozza contro le scuole separate per stranieri

Scuola: la Lega propone classi separate per gli alunni stranieri, immediata la replica del ministro Carrozza.
“No alle classi ponte: la scuola ha già la sua metodologia”.

Durante una conferenza stampa organizzata presso la Segreteria provinciale di Bergamo, la Lega Nord ha avanzato la proposta di istituire classi sperimentali per alunni non italofoni al fine di insegnare loro la lingua italiana.

La proposta prevede anche di rivedere il sistema di accesso degli studenti stranieri alla scuola di ogni ordine e grado, subordinando il loro ingresso al superamento di test e prove di valutazione. Secondo la Lega, sarebbe l’unico modo per favorire l’integrazione, dato che la presenza sempre più elevata nelle classi di alunni non italofoni si rivela un ostacolo sia per gli stranieri, sia per gli italiani, perché le difficoltà linguistiche rallentano l’attività didattica.

Si pensa dunque di creare classi di alfabetizzazione per porre gli studenti stranieri nelle condizioni di seguire senza ostacoli le attività didattiche delle scuole italiane, cui potranno accedere solo dopo il superamento delle prove linguistiche. Classi a parte, quindi, per chi non sa l’italiano.

Immediata la reazione del ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, che afferma che la scuola italiana ha già il suo metodo e che l’integrazione è possibile proprio mettendo insieme gli studenti stranieri con quelli italiani, non separandoli: “L’integrazione è il valore di riferimento e a distanza il metodo scolastico attuale ha dimostrato che i risultati degli alunni immigrati sono i medesimi degli alunni italiani”.
(Samantha Falciatori)

Fonte: immigrazioneoggi.it

 

 

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.