British Airways in aiuto per l’Africa orientale

British Airways invierà un aereo di aiuti umanitari alle vittime della crisi alimentare in Africa orientale, dove più di mezzo milione di persone è direttamente a rischio fame.

E’ prevista per oggi, venerdì 12 agosto, la partenza per l’Etiopia di un Boeing 747 con capacità fino a 110 tonnellate, con rifornimenti di emergenza da parte di Oxfam e UNICEF.

A seguito delle gravi siccità che hanno causato la peggiore crisi degli ultimi 20 anni, queste ed altre organizzazioni umanitarie, stanno lavorando nella regione per portare aiuti agli oltre 12 milioni di persone a rischio fame, malattie e siccità in Somalia, Kenya ed Etiopia.

Verranno trasportati 5000 metri di tubature fornite da Oxfam per sopperire alla necessità di acqua nel campo rifugiati di Dolo Ado, in Etiopia, oltre a cibo e medicinali forniti dall’UNICEF.

Anche i passeggeri British Airways stanno facendo la loro parte: dal primo agosto, per due settimane, a bordo di ogni volo British Airways si potranno fare donazioni che andranno al Disasters Emergency Committee (DEC) per l’Africa orientale.

British Airways ha già dato inizio alle operazioni di soccorso all’inizio della scorsa settimana, trasportando gratuitamente a Nairobi più di sette tonnellate e mezzo di cisterne d’acqua, distributori, tubi e pompe, sempre forniti da Oxfam. La compagnia aerea ha inoltre messo a disposizione, nel giro di breve tempo, voli gratuiti per il Kenya per 40 esperti di Oxfam.

Keith Williams, amministratore delegato di British Airways, ha dichiarato: “La peggiore siccità degli ultimi 50 anni significa che le vite di milioni di persone sono appese ad un filo. La generosità dei nostri passeggeri avrà un impatto tangibile su questa gente in disperato bisogno di aiuto. E’ di vitale importanza ottenere il supporto di organizzazioni come Oxfam e UNICEF nelle aree più colpite dell’Africa orientale. Noi, dal nostro lato, cerchiamo di fare il più possibile per aiutare le vittime di questa terribile crisi”.

Barbara Stocking, direttore generale di Oxfam ha affermato: “Siamo commossi nel vedere la generosità del popolo britannico nell’ultimo mese. Abbiamo raggiunto più di un milione di persone nell’Africa orientale, ma c’è ancora molto da fare. British Airways sta mettendo a disposizione un prezioso supporto sul campo consegnando viveri direttamente nei luoghi dove c’è maggior bisogno e trasportando il nostro staff che lavora nei territori colpiti. In aggiunta all’aiuto che la compagnia sta offrendo, del valore di oltre 250.000 sterline in termini di costi risparmiati ad Oxfam, si aggiungono anche le donazioni al DEC dei suoi passeggeri che finanzieranno in larga parte queste attività volte a salvare vite umane”.

David Bull, direttore esecutivo di UNICEF UK ha affermato:“Quando i bambini sono di fronte alla fame perché il raccolto è andato male e perché il cibo scarseggia è necessario mettere a disposizione un po’ di quello che abbiamo. British Airways è stata molto generosa a mettere a disposizione la sua flotta cargo. Per UNICEF ciò significa avere la possibilità di comprare più scorte di emergenza di cibo e salvare più velocemente le vite di bambini che rischiano di morire. Soltanto nel sud della Somalia, muoiono ogni giorno 250 bambini. British Airways ha raccolto l’appello dell’UNICEF e ha offerto il suo cargo per il Corno d’Africa. Sollecitiamo anche altre compagnie aeree a seguire questo splendido esempio”.

Anche l’organizzazione no-profit partner di British Airways Comic Relief ha già donato più di un milione di sterline per i soccorsi.

 

Fonte: comunicato stampa Open Gate Italia

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.