Angola: Nicolo’ Fabi in concerto

Niccolò Fabi in concerto.
“Trasformazioni”, mostra fotografica a cura di Shirin Amini.
Teatro Cha de Caxinde
22 novembre
Luanda, Angola
L’incontro tra Italia e Africa raccontato da due grandi artistiPadova, 17/11/2011: In occasione delle Giornate della cultura italiana a Luanda (Angola), martedì 22 novembre, a partire dalle 19,30, due eventi speciali per celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia: Niccolò Fabi in concerto e l’inaugurazione di “Trasformazioni”, mostra fotografica di Shirin Amini.

Il teatro Cha de Caxinde della capitale angolana ospiterà questi due appuntamenti, organizzati dall’Ambasciata italiana in loco e offerti alla popolazione, per raccontare l’incontro tra questi due artisti italiani e l’Angola.
Questa serata è organizzata a pochi mesi dall’inaugurazione del reparto di Pediatria dell’ospedale di Chiulo, dove opera Medici con l’Africa Cuamm, sostenuto dalla Fondazione Parole di Lulù.

La collaborazione tra Niccolò Fabi e Medici con l’Africa Cuamm nasce nel 2009, con un primo viaggio-documentario in Uganda (Parole che fanno bene) e prosegue con la partecipazione alla campagna “Mio fratello è Africano”, di cui Fabi è testimonial. L’amicizia si rinsalda grazie alla speciale attenzione del cantautore verso l’Africa e i bisogni della sua gente, fino a lanciare un grande progetto: la ricostruzione del reparto di Pediatria dell’ospedale di Chiulo, dove i medici del Cuamm sono impegnati.
Lo scorso giugno, con l’attivazione della Fondazione Parole di Lulù e dei tanti che hanno sostenuto il progetto, questo sogno è diventato realtà.
Shirin Amini, fotografa affermata, ha realizzato un reportage che racconta quest’ultimo anno di attività per Chiulo, partendo dal concerto del 30 agosto 2010 a Mazzano Romano, passando per i viaggi in Africa, sino all’inaugurazione del reparto stesso.

Il concerto di Luanda sarà l’incontro delle due anime di Niccolò Fabi sul palcoscenico: una più acustica e intima, e una energica e rock, sperimentata nel suo tour estivo nelle piazze italiane.

La mostra di Shirin Amini, allestita sempre nel teatro Cha de Caxinde per 5 giorni, documenta il percorso dall’Italia alla profonda Africa di Chiulo.

Gli eventi sono a ingresso libero.

Fonte: comunicato stampa Cuamm

Nota informativa

IL REPARTO DI PEDIATRIA DELL’OSPEDALE DI CHIULO, IN ANGOLA
La nuova ala pediatrica dell’ospedale di Chiulo, nel sud dell’Angola, fa da riferimento per una popolazione stimata di 600.000 persone, di cui il 18% sono bambini sotto i 5 anni. Per loro, grazie all’attivazione straordinaria promossa con il progetto “PAROLE DI LULÙ”, si apre una nuova speranza di cura e di vita.
Il nuovo Reparto di Pediatria consentirà infatti di migliorare la qualità dell’assistenza pediatrica per i circa 110.000 piccoli della zona, e nello specifico per i 3.000 bambini ricoverati ogni anno in Ospedale, in un’area dove 26 bambini su 100, 1 su 4, non raggiungono i 5 anni di età.

MEDICI CON L’AFRICA CUAMM
Medici con l’Africa Cuamm è la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute e delle popolazioni africane. Dal 1950, il suo intervento è egli ospedali, nel territorio e con le famiglie per rafforzare i sistemi sanitari, nei servizi di cura e di prevenzione, soprattutto a favore di mamme e bambini
Un viaggio lungo, difficile, quotidiano in 7 paesi dell’Africa sub-Sahariana: Angola, Etiopia, Mozambico, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania e Uganda, con circa 100 operatori sul campo e una quarantina di progetti in corso. www.mediciconlafrica.org

FONDAZIONI PAROLE DI LULÙ
La Fondazione Parole di Lulù Onlus nasce nell’agosto 2010 ad opera di Niccolò Fabi e Shirin Amini. Supporta e promuove progetti legati al mondo dell’infanzia attraverso il sostegno a strutture che tutelano la salute dei bambini e l’organizzazione di attività ludiche ed educative che ne accompagnino la crescita.
Il primo obiettivo raggiunto è stato l’importante supporto alla ristrutturazione del reparto pediatrico dell’ospedale di Chiulo in Angola. http://www.paroledilulu.it

NICCOLÒ FABI
Niccolò Fabi inizia la sua carriera nella seconda metà degli anni ‘90. Il primo traguardo importante è nel 1997 con la vittoria del Premio della Critica al Festival di Sanremo e la pubblicazione del suo primo disco “Il giardiniere”, a cui segue l’anno successivo il disco “Niccolò Fabi” contenente il brano “Lasciarsi un giorno a Roma”, anch’esso grande successo sanremese.

Seguono, tra il 2000 e il 2006, 3 dischi molto importanti, “Sereno ad Ovest”, “La cura del tempo”(che contiene l’importante collaborazione con Fiorella Mannoia sul brano Offeso) e “Novo mesto”, dischi che sottolineano la vena sua vena più cantautorale.
Il 2007 vede la nascita di “Live in Sudan”, documentario che racconta di un viaggio e di un concerto di beneficenza nello stato africano. Dello stesso anno è Violenza 124, progetto che vede coinvolti 7 nomi del panorama musicale italiano, messi alla prova da Niccolò Fabi, nella scrittura di altrettante variazioni sul tema della violenza. L’ultimo disco di inediti “Solo un uomo” risale al 2009 a cui ha fatto seguito una lunga tournèe di più di 50 date.
Nello stesso anno inizia la collaborazione con l’ong Medici con l’Africa Cuamm, con cui realizza il documentario “Parole che fanno bene”, un racconto tra parole, musica e immagini, di un importante viaggio in Uganda che mette in luce, tramite gli occhi di Niccolò, il lavoro costante di supporto ai sistemi sanitari africani.
Sempre nel 2009 è testimonial della campagna “Mio fratello è africano”. Il 30 agosto 2010 Niccolò Fabi organizza al Casale sul Treja, a Mazzano Romano, Parole di Lulù. Durante le dodici ore del concerto, attraverso offerte libere e l’acquisto di magliette, vengono raccolti i fondi a favore sempre di Medici con l’Africa Cuamm per la costruzione del reparto pediatrico dell’ospedale di Chiulo in Angola. A novembre dello stesso anno viene pubblicato il singolo “Parole parole” cantato da Niccolò Fabi con Mina. I proventi dalla vendita della canzone sono ugualmente devoluti all’ospedale di Chiulo.
Ad aprile 2011 inizia un lungo tour, concluso a fine settembre, che ha visto, in due tempi differenti, le due anime di Niccolò Fabi sul palcoscenico. I primi tre mesi lo hanno visto protagonista di “SoloTour”, un incontro tra teatro e musica, che ha permesso al cantautore di vestire i suoi grandi successi di nuovi abiti, acustici e molto più intimi. Nella parte estiva ha invece incrociato le piazze e i festival di tutta Italia con una superband che ha portato in luce l’anima più rock e energica. www.niccolofabi.it

SHIRIN AMINI
Nata a Roma nel 1976 da famiglia di origine iraniana, artista dal talento multiforme si è sempre mossa dalla fotografia alla pittura dalla scenografia alla grafica. Dopo essersi diplomata all’accademia di belle arti di Roma, ha quindi deciso di esplorare le arti visive attraverso i suoi vari linguaggi e materiali.
Fotografa di reportage di viaggi, dal Guatemala al Giappone, dallo Srilanka a Cuba, cosi come di muica, è autrice di diverse copertine di dischi per Emi, Virgin, Universal e Sony Bmg, e di servizi per campagna pubblicitarie come quella per “no excuse” voci contro la povertà.
Ha collaborato con varie testate giornalistiche come Vanity vair, Rolling stone, Io donna e altri.
Da sempre fortemente interessata anche alle possibilità terapeutiche dell’arte ha effettuato studi sulle medicine alternative, in particolare sugli effetti della cromoterapia e l’utilizzo dei materiali naturali nelle strutture ospedaliere.
È presidente della fondazione Parole di Lulù – Onlus, che si occupa della sanità nel mondo dell’infanzia. Pubblica con Kowalski il libro fotografico 30.08.2010 “Immagini e parole di Lulù”.
La mostra allestita al teatro documenta il percorso dall’Italia all’Africa, per l’impegno di ristrutturazione del reparto pediatrico di Chiulo in Angola. www.shirinamini.com

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.