Al via al Cairo il forum Egypt-ICF

La seconda edizione del Forum egiziano sulla cooperazione internazionale si apre oggi nella nuova sede amministrativa della capitale e si concluderà il 9 settembre.

Il forum si svolge 60 giorni prima della COP27 e gode del patrocinio del presidente El-Sisi – si legge su egypttoday.com.

L’evento è organizzato dal ministero della cooperazione internazionale insieme al ministero degli esteri, dell’ambiente e alla Commissione Economica per l’Africa delle Nazioni Unite in qualità di co-promotore.

La ministra della Cooperazione Internazionale, Rania A. Al-Mashat, ha detto che la seconda edizione del Egypt – ICF è particolarmente importante oltre per la tempistica, prima della COP27, anche perché vedrà la partecipazione di diversi ministri africani delle finanze, dell’economia e dell’ambiente discutere su come unificare i messaggi e le visioni prima del “Finance Day”. Al-Mashat ha anche spiegato che durante il forum si discuteranno temi urgenti riguardanti lo sviluppo, meccanismi innovativi di finanziamento e aumentare la partecipazione del settore privato mentre si passa dagli “impegni all’attuazione”.

La ministra ha anche aggiunto che il forum evidenzierà gli impegni del governo per quanto riguarda lo sviluppo strettamente legato all’agenda climatica e l’implementazione di progetti verdi nell’ambito della Strategia nazionale di cambiamento climatico 2050.

Due i principali temi che verranno affrontati durante il forum: mobilizzazione della finanza, mitigazione finanziaria e progetti di adattamento, e azioni nazionali.

Tra i partecipanti al forum: Amina J. Mohamed, vice segretario-generale del gruppo delle Nazioni Unite dedicato allo sviluppo sostenibile; Mark Carney, Co-Chair di GFANZ e inviato speciale ONU sull’Azione Climatica e la Finanza; John Kerry, incaricato del presidente USA per il clima; Odile Renaud-Basso, presidente della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo.

Inoltre, tra i ministri africani partecipanti sono previsti: Barbara Creecy, ministra sudafricana dell’ambiente, foreste e pesca; Zainab Shamsuna Ahmed, ministro nigeriano delle finanze, del bilancio e della programmazione nazionale; Alamine Ousmane Mey, ministro camerunese dell’economia, della pianificazione e dello sviluppo regionale; Dier Tong Ngor, ministro del Sudan del Sud delle finanze e della pianificazione economica; Dennis K. Vandi, ministro delle finanze della Sierra Leone; Arlette Soudan-Nonault, ministro del Congo dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile; Francisca Eneme Efua, ministra della Guinea Equatoriale dell’agricoltura, del bestiame, delle foreste e dell’ambiente; e Seglaro Abdel Some, ministro del Burkina Faso dell’economia, finanze e prospettiva.

Fonte: egypttoday.com

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.