Agenda economica africana: 12-15 settembre 2011

Da tenere sott’occhio la prossima settimana

Lunedì 12 settembre

  • • Riunione della commissione di politica monetaria delle Mauritius. La commissione dovrebbe decidere di mantenere inalterato il tasso d’interesse al 5,50 per cento.
  • • Inflazione di agosto del Malawi. A luglio l’indice dei prezzi al consumo (CPI) aveva fatto segnare un rialzo al 7,4 per cento.
  • • Il partito sudafricano ANC conclude l’audizione disciplinare interna per il leader della sezione giovanile del partito, Julius Malema, che sta lottando per la nazionalizzazione delle miniere e del settore bancario.
  • • Il vice governatore della banca centrale sudafricana, Daniel Mminele, terrà un discorso durante l’evento per i sistemi di pagamento nazionali. (10.00 GMT)

Martedì 13 settembre

  • • Sudafrica, dati del secondo trimestre sulla bilancia dei pagamenti. Nel primo trimestre il deficit è aumentato al 3,1 per cento del PIL rispetto al 1,0 per cento del quarto trimestre del 2010. (0800 GMT)
  • • Risultati annuali della banca First Rand. In base alle previsioni, la seconda banca più importante del Sudafrica dovrebbe emettere un dividendo speciale dopo aver venduto la società d’assicurazioni e asset manager Momentum. (0500 GMT)
  • • Funzionari del FMI terranno una conferenza alla fine della visita in Costa d’Avorio. L’incontro potrebbe chiarire se verrà ripristinato il programma di assistenza economica.

Mercoledì 14 settembre

  • • La commissione di politica monetaria della banca centrale del Kenya tiene una riunione speciale. Gli analisti sperano che l’istituto monetario deciderà di alzare il tasso d’interesse per rimettere in sesto la politica monetaria, almeno simbolicamente.
  • • Lo Zimbabwe tiene una conferenza annuale di due giorni sul settore minerario, proprio mentre si fa più duro il braccio di ferro con le società straniere.

Giovedì 15 settembre

  • • Nigeria, dati sull’inflazione ad agosto. L’indice CPI ha rallentato al 9,4 per cento a luglio, dal 10,2 per cento di giugno.
  • • Rwanda, dati sull’inflazione ad agosto. Sebbene l’inflazione ruandese sia mantenuta sotto controllo rispetto ai vicini paesi dell’Africa orientale, il tasso urbano è balzato al 7,14 per cento a luglio.
  • • Zimbabwe, dati sull’inflazione ad agosto. A luglio, l’indice dei prezzi al consumo (CPI) è balzato al 3,3 per cento anno su anno dal 2,9 per cento a giugno.
  • • Botswana, dati sull’inflazione ad agosto. A luglio, l’indice CPI ha rallentato leggermente al 7,8 per cento anno su anno.

 

 

Fonte: Reuters Africa newsletter

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.