Posts Tagged ‘unione europea.’

Del Re a Bruxelles, riunione su Africa e Cooperazione

14.Febbraio.2020 · Posted in politica

La Vice Ministra Emanuela Del Re ha partecipato oggi a Bruxelles ad una riunione informale con Josep Borrell, Alto Rappresentante per gli Affari Esteri e la Politica di sicurezza e con i Ministri per la Cooperazione allo Sviluppo dei 27. ...

La Vice Ministra Emanuela Del Re ha partecipato oggi a Bruxelles ad una riunione informale con Josep Borrell, Alto Rappresentante per gli Affari Esteri e la Politica di sicurezza e con i Ministri per la Cooperazione allo Sviluppo dei 27.

(altro…)

Ramaphosa parla al Parlamento Europeo

14.Novembre.2018 · Posted in extrafrica

Il Presidente Antonio Tajani riceve al Parlamento europeo il Presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa Strasburgo 14 novembre 2018 “L’Africa è una delle nostre priorità: intendiamo rafforzare le relazioni politiche, sociali ed economiche fra i nostri due continenti”, ha dichiarato il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, dopo l’incontro con il Presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa”. ...

Il Presidente Antonio Tajani riceve al Parlamento europeo il Presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa

Strasburgo 14 novembre 2018

“L’Africa è una delle nostre priorità: intendiamo rafforzare le relazioni politiche, sociali ed economiche fra i nostri due continenti”, ha dichiarato il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, dopo l’incontro con il Presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa”.

(altro…)

#ForLibyaWithLibya, Conferenza stampa finale

14.Novembre.2018 · Posted in attualità

Pubblichiamo qui il video della conferenza stampa finale della Conferenza per e con la Libia svoltasi a Palermo il 12 e 13 novembre 2018. Qui sotto il video della foto di famiglia. Fonte: governo.it     ...

Pubblichiamo qui il video della conferenza stampa finale della Conferenza per e con la Libia svoltasi a Palermo il 12 e 13 novembre 2018.

Qui sotto il video della foto di famiglia.

Fonte: governo.it

 

 

Migranti, Bruxelles frena Cameron

05.Dicembre.2013 · Posted in politica

Al primo ministro inglese che pensa a misure per impedire l’afflusso di lavoratori romeni e bulgari nell’area Schengen la Commissione europea risponde picche. Ma anche Germania e Francia potrebbero dargli una mano, costituendo così un primo gruppo di stati membri molti critici nei confronti delle politiche migratorie di Bruxelles. ...

Al primo ministro inglese che pensa a misure per impedire l’afflusso di lavoratori romeni e bulgari nell’area Schengen la Commissione europea risponde picche. Ma anche Germania e Francia potrebbero dargli una mano, costituendo così un primo gruppo di stati membri molti critici nei confronti delle politiche migratorie di Bruxelles.

(altro…)

2014 anno del Mediterraneo – Bonino

17.Settembre.2013 · Posted in extrafrica

Il 2014, con le presidenze consecutive dell’Ue di Grecia e Italia, “sarà l’anno del Mediterraneo” per l’Europa: lo ha detto il Ministro Emma Bonino, al termine di un incontro alla Farnesina con il collega greco Evangelos Venizelos. ...

Il 2014, con le presidenze consecutive dell’Ue di Grecia e Italia, “sarà l’anno del Mediterraneo” per l’Europa: lo ha detto il Ministro Emma Bonino, al termine di un incontro alla Farnesina con il collega greco Evangelos Venizelos.

(altro…)

ONG chiedono evacuazione rifugiati da Libia

23.Aprile.2011 · Posted in varie

Appello delle ONG italiane all’Unione Europea e agli Stati membri. ...

Evacuazione umanitaria immediata di rifugiati africani
Appello delle ONG italiane all’Unione Europea e agli Stati membri

L’ACLI, l’ARCI, l’ASGI, la FCEI, la Casa dei Diritti Sociali, il Centro Astalli, il Consiglio Italiano per i Rifugiati e Senza Confine, membri del Tavolo Nazionale Asilo coordinato dall’UNHCR, hanno lanciato un appello urgente per l’immediata evacuazione dei rifugiati provenienti dall’Africa Sub-Sahariana, in particolare dal Corno d’Africa, che si trovano intrappolati in Libia e minacciati da tutte le parti in conflitto, così come per quelli che hanno già raggiunto il confine Libico-Tunisino e che non hanno possibilità di ottenere un’effettiva protezione in Tunisia.

Questo appello è stato lanciato al Presidente del Consiglio Europeo Herman Achille Van Rompuy, al Presidente del Parlamento Europeo Jerzy Buzek, al Vicepresidente della Commissione Europea Catherine Ashton, al Commissario per gli Affari Interni Cecilia Malmström, al Ministro degli Esteri Franco Frattini, al Ministro dell’Interno Roberto Maroni.

Queste persone non hanno altre possibilità se non quella di imbarcarsi dalla Libia su barche non adatte alla navigazione e mettere a rischio le proprie vite in un viaggio via mare per raggiungere un rifugio sicuro in Europa.

Centinaia di loro sono già morti durante questi viaggi e di altre imbarcazioni non si hanno più notizie.

Vogliamo ricordare l’immensa tragedia accaduta la notte tra il 5 e il 6 aprile quando almeno 260 rifugiati africani sono scomparsi nelle acque a 40 miglia a largo di Lampedusa. Questo e altri incidenti sarebbero potuti essere evitati se questi rifugiati fossero stati evacuati e trasferiti in Stati sicuri.

L’Europa non dovrebbe continuare a essere silente e dovrebbe ora compiere una sforzo congiunto tra i Paesi membri dell’Unione per organizzare trasferimenti verso i propri territori.

Lanciamo questo appello allo stesso tempo ai Governi di tutti i Paesi membri, al Consiglio Europeo e alla Commissione Europea che è chiamata a coordinare le operazioni.

Non è possibile indicare numeri precisi di rifugiati che si trovano in questa disperata situazione, ma possiamo affermare che è un numero inferiore alle 10.000 persone.

Vogliamo ricordare che le operazioni militari della NATO in Libia si basano sulla risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite n. 1973 del 26 Febbraio 2011 che ha lo scopo di evitare la perdita di vite di civili.

Il nostro appello va esattamente in questa direzione, ma non richiede alcuna operazione militare.

Chiediamo quindi ai Paesi membri e alle Istituzioni europee di agire velocemente nello spirito dei valori alla base dell’Unione Europea.

osserv. antirazzista Roma, “Rosarno,Europa,Africa”

16.Marzo.2011 · Posted in extrafrica

Intervento a nome dell'osservatorio antirazzista di Roma durante l'incontro "Rosarno, Europa, Africa" sulla nuova politica agricola comune. ...

Nel mese di marzo 2011 il gruppo di lavoro europeo per la campagna politica “Agricoltura contadina e lavoro stagionale migrante”, si è riunito in Calabria per una settimana di studio e scambi. Fanno parte del gruppo di lavoro sindacalisti, associazioni e ricercatori di vari paesi Europei. Essi lavorano a livello locale per la difesa dei diritti dei lavoratori agricoli e dei contadini, per lo sviluppo rurale e per l’accoglienza dei migranti.

La strategia del gruppo è quella di lavorare su vari fronti, e di aggiungere al loro lavoro locale e nazionale, una riflessione e un’azione a livello europeo. L’evoluzione dei flussi migratori delle persone che lavorano in agricoltura, la molteplicazione degli attachi ai diritti di queste persone nei vari bacini di produzione europei e l’imposizione di politiche nazionali ed europee che facilitono lo sfruttamento dei braccianti, impongono la creazione di un lavoro sindacale e associativo coordinato su scala europea. Per costruire la loro riflessione, i loro argomento e una rete di partenariati, il gruppo si riunisce quest’anno in vari territori, Romania, Polonia, Andalousia e Calabria.

Nigeria: UE osserverà elezioni in aprile

09.Marzo.2011 · Posted in attualità

L'Unione Europea invierà una missione di osservatori in Nigeria per le prossime elezioni di aprile che dureranno tre settimane. ...

Nigeria: UE osserverà elezioni in aprile

L’Unione Europea invierà una missione di osservatori in Nigeria per le prossime elezioni di aprile che dureranno tre settimane.

Le consultazioni riguarderanno l’Assemblea Nazionale ( 2 aprile), la Presidenza (9 aprile) e le elezioni per State House/Governor (16 aprile).

Il parlamentare europeo Alojz Peterle è stato nominato capo osservatore. Il signor Peterle, ex primo ministro della Slovenia, è attualmente in visita ad Abuja. Guiderà la missione dell’Unione Europea (EU EOM) che valuterà tanto i preparativi quanto la campagna elettorale in tutto il paese, le votazioni, il conteggio dei risultati per ogni tornata elettorale e per il periodo post-elettorale.

Catherine Ashton, alto rappresentante della UE per gli affari esteri e la sicurezza, ha detto: “Il prossimo impegnativo calendario elettorale in Nigeria è importante, non solo per la Nigeria ma anche per tutta la regione. La Nigeria, in quanto importante player regionale e globale, ha l’opportunità di dimostrarsi leader nella trasformazione democratica dell’Africa occidentale e non solo. L’invito che abbiamo ricevuto per osservare le elezioni evidenzia la buona volontà del governo nigeriano nel garantire che le consultazioni del 2011 si svolgano nel rispetto degli standard internazionali. Sono felice che l’eurodeputato Alojz Peterle, che ha una grande esperienza come politico nazionale in Slovenia, come alto rappresentante dell’OSCE per l’Asia centrale e come membro del parlamento europeo, abbia accettato la scorsa settimana l’incarico di capo osservatore.”

Il gruppo di esperti, che farà parte della missione della UE, si è già stabilito nel paese alla fine di febbraio. Come capo osservatore, il signor Peterle sta visitando Abuja già da ieri, 8 marzo, per presentare la missione alle autorità internazionali.

Peterle è stato primo ministro e ministro degli esteri in Slovenia. Come parlamentare europeo, Peterle è un membro della commissione affari esteri.

Il gruppo sarà composto da 52 osservatori esperti entro la fine di marzo, seguito da un gruppo di 60 osservatori con minore esperienza alla fine del mese.

In totale la missione della UE sarà composta da 120 osservatori sul campo.

Una delegazione del parlamento europeo dovrebbe unirsi alla missione per le prossime elezioni presidenziali del 9 aprile.

Alla fine del processo elettorale, la EU EOM rilascerà una dichiarazione seguita da un report finale contenente le osservazioni e le raccomandazioni per le autorità. La missione EU EOM è indipendente rispetto a qualsiasi istituzione dell’Unione Europea e rispetto a qualsiasi stato membro.

Fonte: europa.eu

Domani a Roma conferenza Unione per Mediterraneo

02.Marzo.2011 · Posted in varie

Giovedì 3 e venerdì 4 marzo la Camera dei deputati ospiterà la VII sessione plenaria dell'Assemblea parlamentare dell'Unione per il Mediterraneo, che sarà presieduta congiuntamente dal Presidente della Camera, Gianfranco Fini, e dal Presidente del Senato, Renato Schifani. Parteciperà anche il Ministro Franco Frattini. ...

Giovedì 3 e venerdì 4 marzo la Camera dei deputati ospiterà la VII sessione plenaria dell’Assemblea parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo, che sarà presieduta congiuntamente dal Presidente della Camera, Gianfranco Fini, e dal Presidente del Senato, Renato Schifani. Parteciperà anche il Ministro Franco Frattini.

Dell’Assemblea fanno parte rappresentanti dei Parlamenti dei ventisette Paesi membri dell’Unione europea, del Parlamento europeo, dei Parlamenti dei dieci Paesi della sponda sud aderenti al partenariato euromediterraneo (Algeria, Autorità Palestinese, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Marocco, Siria, Tunisia e Turchia) e dei Parlamenti degli altri sei Paesi che fanno parte dell’Unione per il Mediterraneo (Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Mauritania, Monaco e Montenegro).

Il 3 marzo si svolgeranno le riunioni delle cinque Commissioni (per gli affari politici, la sicurezza e i diritti dell’uomo; per la promozione della qualità della vita, gli scambi nell’ambito della società civile e la cultura; per i diritti delle donne nel Mediterraneo; economica e finanziaria, per gli affari sociali e l’istruzione; per l’ambiente, l’energia e l’acqua).

Nella Sala della Lupa di Montecitorio avrà luogo la riunione dell’Ufficio di Presidenza, alla quale prenderanno parte, insieme con i Presidenti delle Camere, il Presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek, il Presidente della Camera dei rappresentanti del Marocco, Abdelwahad Radi, e il rappresentante del Parlamento della Giordania Abdul Hadi Majali. A seguire si svolgerà la riunione dell’Ufficio di Presidenza allargata ai Presidenti delle cinque Commissioni e dei tre Gruppi di lavoro (per il finanziamento e la modifica del regolamento dell’Assemblea; per l’università euro mediterranea; per la trasformazione del FEMIP in Banca euro-mediterranea di sviluppo).

I lavori dell’Assemblea plenaria si apriranno venerdì 4 marzo, nell’Aula di Montecitorio, con una sessione inaugurale dedicata all’Unione per il Mediterraneo e agli sviluppi della situazione nella regione, nella quale interverranno, dopo i Presidenti dei due rami del Parlamento, il Ministro Franco Frattini, gli altri componenti dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea (gli onorevoli Radi, Buzek e Majali) e il Presidente della BEI, Philippe Maystadt.

Seguiranno tre sessioni tematiche, dedicate rispettivamente alle politiche per l’immigrazione e l’integrazione, alla tutela dell’ambiente nel Mediterraneo e agli strumenti finanziari per lo sviluppo dell’area. Saranno quindi presentate da parte dei Presidenti delle Commissioni e discusse dall’Assemblea le proposte di raccomandazioni elaborate dalle Commissioni stesse. La riunione si concluderà nel tardo pomeriggio con il passaggio della presidenza al Parlamento del Regno del Marocco.

Fonte: esteri.it

Africa-Europa partnership: infrastrutture

29.Novembre.2010 · Posted in tecnologia

Intervista al dottor Aboubakari Baba Moussa, direttore per l’energia e le infrastrutture dell’Unione Africana. In questo video presenta il suo punto di vista sulla cooperazione Africa-Europa nel settore delle infrastrutture. ...

Intervista al dottor Aboubakari Baba Moussa, direttore per l’energia e le infrastrutture dell’Unione Africana.

In questo video presenta il suo punto di vista sulla cooperazione Africa-Europa nel settore delle infrastrutture.