Posts Tagged ‘sudafrica’

Sudafrica rischia di perdere in Africa – Gigaba

20.Maggio.2011 · Posted in economia

Il ministro per le imprese pubbliche del Sudafrica, Malusi Gigaba, ha detto che il suo paese dovrebbe lavorare con gli investitori cinesi e indiani per espandersi in Africa altrimenti rischia di perdere secondo quanto pubblicato in un report. Fonte: Fin24 News ...

Il ministro per le imprese pubbliche del Sudafrica, Malusi Gigaba, ha detto che il suo paese dovrebbe lavorare con gli investitori cinesi e indiani per espandersi in Africa altrimenti rischia di perdere secondo quanto pubblicato in un report.

Fonte: Fin24 News

Sudafrica: disoccupazione a 25% in primo trimestre

06.Maggio.2011 · Posted in economia

Il numero dei disoccupati in Sudafrica e' salito nel primo trimestre di quest'anno, principalmente dovuto a cambiamenti stagionali. E' quanto si evince dai dati ufficiali pubblicati martedì. ...

JOHANNESBURG, 3 maggio – Il numero dei disoccupati in Sudafrica e’ salito nel primo trimestre di quest’anno, principalmente dovuto a cambiamenti stagionali. E’ quanto si evince dai dati ufficiali pubblicati martedì.

Le statistiche sudafricane affermano che il tasso di disoccupazione e’ salito al 25 percento della forza lavoro nel primo trimestre del 2011 dal 24 percento del quarto trimestre.

Fonte: Reuters Africa newsletter

Sudafrica non interverra’ su Rand-Gordhan

06.Maggio.2011 · Posted in economia

Il governo del Sudafrica non sta programmando un intervento per indebolire la moneta nazionale, il Rand, che ha aiutato a mitigare l'effetto degli alti prezzi di petrolio e cibo. ...

Città del Capo, 4 maggio – Il governo del Sudafrica non sta programmando un intervento per indebolire la moneta nazionale, il Rand, che ha aiutato a mitigare l’effetto degli alti prezzi di petrolio e cibo. Lo ha detto il ministro delle finanze, Pravin Gordhan, mercoledì.

La politica monetaria del governo e’ un argomento molto sensibile tra il partito di governo African National Congress e i suoi alleati di sinistra che vorrebbero vedere la moneta deprezzata, mentre i commenti di Gordhan potrebbero portare ulteriori tensioni all’interno dell’alleanza.

Fonte: Reuters Africa newsletter

Sudafrica: mondiale come strumento marketing

04.Agosto.2010 · Posted in economia

L’ufficio del turismo del Sudafrica spenderà 188 milioni di Rand (circa 20 milioni di Euro) per una campagna marketing che ha lo scopo di assicurare che i tifosi giunti in Sudafrica per la coppa del mondo di calcio diventino turisti abituali del paese dell’Africa meridionale.La spesa sarà divisa in questo modo: 88 milioni di Rand ...

L’ufficio del turismo del Sudafrica spenderà 188 milioni di Rand (circa 20 milioni di Euro) per una campagna marketing che ha lo scopo di assicurare che i tifosi giunti in Sudafrica per la coppa del mondo di calcio diventino turisti abituali del paese dell’Africa meridionale.

La spesa sarà divisa in questo modo: 88 milioni di Rand sarà il budget dell’ufficio in Sudafrica, mentre i restanti 100 milioni di Rand spetteranno agli uffici satelliti negli altri continenti per una campagna che mira a raggiungere 1,4 miliardi di persone, secondo quanto ha detto recentemente Roshene Singh, chief marketing officer del SA Tourism, in un’intervista a Business Day.

La signora Singh ha detto che il mondiale di calcio ha fatto tantissimo per l’immagine del paese all’estero, tanto che il paese oggi è visto come una meta turistica molto più accogliente di prima.

“Ci siamo sempre battuti nelle nostre campagne promozionali per sottolineare l’aspetto dell’accoglienza in un mercato globale che considerava la Tailandia e l’India come destinazioni più calorose. Tutto ciò è cambiato grazie al mondiale che ha modificato quell’impressione,” ha detto.

SA Tourism si concentrerà adesso  sul turismo interno e cercherà di pubblicizzare il Sudafrica come meta turistica affidabile.

Il prossimo SA Tourism darà il via ad una nuova campagna marketing. “Ci stiamo sforzando di pubblicizzare nuovi pacchetti turistici economici in modo che i nostri potenziali clienti abbiano l’opportunità di sapere in anticipo quanto pagheranno esattamente. Per la prima volta, inoltre, pubblicizzeremo pacchetti turistici regionali come per esempio viaggi in Zimbabwe e in Mozambico.”

SA Tourism ha siglato collaborazioni con la compagnia aerea low-cost Kulula, il gruppo alberghiero Southern Sun, la società di pullman Interlink e la società per le prenotazioni online Computicket, che permetterà ai viaggiatori di prenotare le loro vacanze in uno dei loro outlet.

“Stiamo lavorando sodo per identificare i diversi eventi in tutte le regioni e le province che potrebbero costituire una destinazione e che potrebbero essere pubblicizzate nel mercato locale. Grazie al mondiale di calcio l’industria turistica ha potuto aprire molte nuove strade e prodotti letterari. Adesso dobbiamo capitalizzare gli sforzi.”

Per il mercato internazionale, SA Tourism darà il via ad una nuova campagna intitolata “20 esperienze in 10 giorni”. “Abbiamo invitato ospititi dalla Nigeria, dall’India e dagli USA affinché vivessero un’esperienza durante i giorni del mondiale in Sudafrica. Questo fornirà materiale per la tv che sarà mandato in onda su CNN, BBC e SkyNews.  “Ciò che farà la differenza rispetto ad altre campagne marketing è che non si tratta solo di belle foto ma della vita reale delle persone nel momento in cui fanno un’esperienza reale”, ha detto la signora Singh.

SA Tourism ha capito che i turisti hanno la tendenza a fare vacanze più corte in Sudafrica così ha creato pacchetti turistici che variano tra i 7 e i 10 giorni.

La signora Singh ha sottolineato infine che l’ufficio del turismo sudafricano userà anche i social media a partire dall’anno prossimo, soprattutto il sito di viaggi Wayn.com.  “Sebbene siamo presenti su Facebook, crediamo che avremo maggiori riscontri da un sito come Wayn, che è dedicato alla condivisione dei viaggi. Gli utenti di Wayn sono più inclini a pianificare un viaggio in Sudafrica sulla base delle esperienze e delle informazioni che trovano in rete.” 

Ci sono progetti per una possibile collaborazione con il sito web TripAdvisor.com.

Fonte: Business Day online

Industria auto crea lavoro, vendite in ripresa

04.Agosto.2010 · Posted in economia

L’industria automolistica sudafricana sta nuovamente creando nuovi posti di lavoro dopo i difficili tagli dovuti alla recente crisi finanziaria, quando i grafici delle vendite sia interne che per l’estero segnavano cali verticali. L’impiego nell’industria automobilistica manifatturiera è aumentato del 5,4 per cento, ossia sono stati creati 1.623 posti di lavoro, dalla fine dell’anno scorso, secondo ...

L’industria automolistica sudafricana sta nuovamente creando nuovi posti di lavoro dopo i difficili tagli dovuti alla recente crisi finanziaria, quando i grafici delle vendite sia interne che per l’estero segnavano cali verticali.

L’impiego nell’industria automobilistica manifatturiera è aumentato del 5,4 per cento, ossia sono stati creati 1.623 posti di lavoro, dalla fine dell’anno scorso, secondo gli ultimi dati trimestrali sulle condizioni economiche nell’industria dell’auto forniti da National Association of Automobile Manufacturers of SA (Naamsa) lunedì.

427 lavori sono stati creati nel secondo trimestre, portando il totale dell’impiego nell’industria a 31.784 posti di lavoro nell’ultima settimana di giugno rispetto ai 31.357 posti di lavoro segnati nell’ultima settimana di maggio.

Si tratta del secondo dato positivo consecutivo registrato nei dati trimestrali sull’impiego nel settore automobilistico manifatturiero e giunge dopo aver perso 7.226 posti di lavoro in meno di due anni.

Nico Vermeulen, executive director di Naamsa, ha detto lunedì i livelli d’impiego in molte fabbriche del settore mostrano segni di ripresa o rimangono stabili nel secondo trimestre mentre l’industria “sembra uno dei pochi settori che sta creando posti di lavoro in Sudafrica”.

Tony Twine, un analista del settore della motorizzazione e direttore di Econometrix, ha detto che le vendite interne ed esterne confermano quest’affermazione perché “pochissimi settori dell’economia mostrano aumenti delle vendite su base annua superiori al 20 percento”. Twine attribuisce la forte crescita annua nelle vendite di nuovi veicoli al fatto che gli ordinativi escono da un periodo di recessione molto forte, la domanda di nuovi veicoli è stata sostenuta dalla coppa del mondo e l’industria dell’auto ha beneficiato degli acquisti aziendali fatti nei primi 4-5 mesi dell’anno.

Vermeulen ha detto che le vendite totali dell’industria autmobilistica sono aumentate del 33,6% a 76.140 unità nel secondo trimestre rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, mentre le vendite dei veicoli commerciali sono aumentate del 23% a 38.655 unità. (…)

Le esportazioni annuali di veicoli nella prima metà di quest’anno ammontano a 106.766 unità, ossia a 32,7% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno passato.

Vermeulen ha detto che in base alle previsioni le vendite interne dovrebbero aumentare del 15% mentre le vendite all’estero dovrebbero crescere del 30% sempre che l’economia globale continui “la fase di crescita modesta ed eviti una recessione a due cifre”.

Fonte: Business Report online

Sudafrica: industria in rialzo ma continua crisi

04.Agosto.2010 · Posted in economia

L’attività manifatturiera sudafricana ha segnato una ripresa per la prima volta in cinque mesi, tuttavia il livello della stessa dimostra che il secondo settore più importante dell’economia del paese deve ancora affrontare forti difficoltà. E’ questo il risultato di un importante sondaggio i cui risultati sono stati resi noti lunedì. L’indice sulla capacità d’acquisto dei ...

L’attività manifatturiera sudafricana ha segnato una ripresa per la prima volta in cinque mesi, tuttavia il livello della stessa dimostra che il secondo settore più importante dell’economia del paese deve ancora affrontare forti difficoltà. E’ questo il risultato di un importante sondaggio i cui risultati sono stati resi noti lunedì.

L’indice sulla capacità d’acquisto dei manager sudafricani (il purchasing managers’ index (PMI) sponsorizzato da Kagiso Securities ha segnato un rialzo di 1,1 punti a 49,5 il mese scorso – rimanendo al di sotto del livello 50 che segna il confine tra espansione e contrazione.  L’attività economica, tuttavia, è salita di 5,7 punti a 50,9 superando il livello neutrale per la prima volta negli ultimi tre mesi.

I nuovi ordini di vendita sono scesi al di sotto di 50 per la prima volta da ottobre, scendendo a 48,5 da 50,4.

“Mentre il PMI di luglio punta a un consolidamento dopo un deciso declino rispetto ai guadagni registrati a febbraio, il livello dell’indice suggerisce che il settore manifatturiero ha continuato a scendere all’inizio del terzo trimestre”, ha detto il responsabile del trading online di Kagiso, Theo Vorster.

L’indice sudafricano PMI, che si basa sui nuovi ordinativi di vendita e sulle attese degli acquirenti di forniture per le industrie, è in declino dopo aver toccato quota 60,4 a febbraio. E’ sceso al di sotto di 50 a giugno per la prima volta da ottobre. Il rialzo dell’indice PMI interno è in controtendenza rispetto a sondaggi simili nel resto del mondo che dimostrano che il settore manifatturiero globale ha rallentato tanto da scendere al livello più basso negli ultimi otto mesi.

Hugo Pienaar, economista presso il Bureau for Economic Research di Stellenbosch, ha detto il sondaggio sudafricano suggerisce che la produzione manifatturiera è stata piatta il mese scorso, e sarà sotto pressione per “un pò di tempo”.

(…)

Fonte: Business Day

Sudafrica: avviato programma sicurezza alimentare

02.Agosto.2010 · Posted in attualità

Per alleviare la fame tra le comunità più povere della regione sudafricana dell’Eastern Cape, il governo locale ha avviato un programma per la sicurezza alimentare. Si tratta di istruire i professionisti dello sviluppo locale della comunità insieme a coloro che lavorano da casa e ai volontari per identificare le risorse alimentari che possono essere usate ...

Per alleviare la fame tra le comunità più povere della regione sudafricana dell’Eastern Cape, il governo locale ha avviato un programma per la sicurezza alimentare.

Si tratta di istruire i professionisti dello sviluppo locale della comunità insieme a coloro che lavorano da casa e ai volontari per identificare le risorse alimentari che possono essere usate per cambiare la situazione.

Il gruppo lavorerà a stretto contatto con nuclei familiari già individuati e insieme cercheranno di apportare i cambiamenti necessari per raggiungere la sicurezza alimentare e rompere la spirale che provoca la malnutrizione e la fame.

La scarsità del cibo e dell’acqua nelle zone rurale dell’Eastern Cape sta aumentando ad un velocità preoccupante.

Secondo un report dell’Istituto sudafricano sulle relazioni razziali pubblicato l’anno scorso, il numero di poveri in Sudafrica è aumentato da 17.060.571 (o 40,6% della popolazione) nel 1996 a 20.551.295 (o 42,9% della popolazione) nel 2007.

Il programma cerca di contribuire a migliorare la sicurezza alimentare migliorando le condizioni di vita nelle aree rurali attraverso lo sviluppo delle capacità e delle professionalità all’interno delle comunità.

“Insegniamo loro a valutare la situazione considerando le disponibilità e le scarsità di cibo nelle loro zone e a identificare le risorse che possono sviluppare per cambiare la situazione. Devono arrivare ad avere una visione di come cambiare la situazione,” ha detto il community development officer, Nokufika Mahamba.

Al momento il programma è guidato nella regione dell’Eastern Cape da 160 studenti divisi in sei gruppi che si trovano nelle aree di King William’s Town e di Mthatha.

Il programma è il frutto di una collaborazione tra il governo, l’University of South Africa e l’University of Fort Hare.

Fonte: www.sabcnews.co.za

“Sudafrica oltre i mondiali” – Milano, 9 giugno

08.Giugno.2010 · Posted in varie

Si svolgerà a Milano il 9 giugno prossimo l’incontro “Il Sudafrica oltre i mondiali” in occasione della presentazione della rivista Limes su questi temi. All’incontro parteciperanno: Lucio Caracciolo, direttore Limes; Paolo Magri, direttore ISPI; Rocco Ronza, professore di geoeconomia, Università cattolica; Alex Vines, direttore programma Africa, Chatham house. La conferenza avrà luogo a Palazzo Clerici, ...

Si svolgerà a Milano il 9 giugno prossimo l’incontro “Il Sudafrica oltre i mondiali” in occasione della presentazione della rivista Limes su questi temi.

All’incontro parteciperanno:

  • Lucio Caracciolo, direttore Limes;
  • Paolo Magri, direttore ISPI;
  • Rocco Ronza, professore di geoeconomia, Università cattolica;
  • Alex Vines, direttore programma Africa, Chatham house.

La conferenza avrà luogo a Palazzo Clerici, via Clerici, 5 – Milano

Sudafrica: 53.000 biglietti ancora disponibili

07.Giugno.2010 · Posted in sports

53.000 biglietti per il mondiale di calcio in Sudafrica sono stati resi disponibili a partire da questa mattina. E’ possibile acquistarli solo nei Fifa ticketing centres. Nessuno di questi biglietti riguarderà la finale, le semi-finali, la partita d’apertura o le sfide dei Bafana Bafana. La maggior parte dei biglietti (38.000) saranno “Premier Tickets”, al costo ...

53.000 biglietti per il mondiale di calcio in Sudafrica sono stati resi disponibili a partire da questa mattina. E’ possibile acquistarli solo nei Fifa ticketing centres.

Nessuno di questi biglietti riguarderà la finale, le semi-finali, la partita d’apertura o le sfide dei Bafana Bafana.

La maggior parte dei biglietti (38.000) saranno “Premier Tickets”, al costo variabile di R1.400-R2.100, tuttavia comprenderanno bevande e sedili più comodi per ogni partita.

Gli altri 15.000 saranno venduti ai prezzi della categoria 4.

“Siccome abbiamo un alto numero di richieste all’ultimo momento in Sudafrica, e’ assolutamente sensato da parte nostra creare questi due tipi di biglietti, come abbiamo già fatto per le coppe del mondo precedenti,” ha spiegato Horst Schmidt, presidente del Fifa ticketing sub-committee.

Fonte: The Star online

Sudafrica: governo non commenta decisione alta corte Malawi

21.Maggio.2010 · Posted in attualità

Il governo del Sudafrica si e’ rifiutato di commentare la decisione della corte suprema del Malawi. Saul Kgomotso Molobi, portavoce del dipartimento di relazioni internazionali e cooperazione, ha detto che il Sudafrica rispetterà la sovranità del Malawi. Fonte: www.themecury.co.za ...

Il governo del Sudafrica si e’ rifiutato di commentare la decisione della corte suprema del Malawi.

Saul Kgomotso Molobi, portavoce del dipartimento di relazioni internazionali e cooperazione, ha detto che il Sudafrica rispetterà la sovranità del Malawi.

Fonte: www.themecury.co.za