Posts Tagged ‘sfruttamento’

Bisogna dare dignità a chi lavora la terra – Soumahoro

15.luglio.2018 · Posted in attualità

“Bisogna dare dignità a chi lavora la terra, indipendentemente dalla provenienza”. Queste le parole di Aboubakar Soumahoro del sindacato USB, Unione Sindacale di Base, nell’intervista a margine della conferenza stampa dello scorso 12 luglio 2018.   ...

“Bisogna dare dignità a chi lavora la terra, indipendentemente dalla provenienza”. Queste le parole di Aboubakar Soumahoro del sindacato USB, Unione Sindacale di Base, nell’intervista a margine della conferenza stampa dello scorso 12 luglio 2018.

 

Conferenza stampa sindacato USB per Soumaila Sacko

14.luglio.2018 · Posted in attualità

Conferenza stampa del sindacato USB a Reggio Calabria, il 13 luglio 2018, per il rimpatrio della salma del sindacalista Soumaila Sacko ucciso a colpi di arma da fuoco nel vibonese.   ...

Conferenza stampa del sindacato USB a Reggio Calabria, il 13 luglio 2018, per il rimpatrio della salma del sindacalista Soumaila Sacko ucciso a colpi di arma da fuoco nel vibonese.

 

Migranti e lavoro bracciantile: il caso di Nardò

26.febbraio.2016 · Posted in extrafrica

Migranti e lavoro bracciantile tra sfruttamento e disinteresse istituzionale: il caso di Nardò di Antonio Ciniero*** L’agro centro-meridionale della provincia di Lecce, e in particolare la cittadina di Nardò, rappresenta ormai da oltre vent’anni un tassello importante ed emblematico delle dinamiche politiche, sociali ed economiche che attraversano e danno forma al lavoro agricolo stagionale nella ...

Migranti e lavoro bracciantile tra sfruttamento e disinteresse istituzionale: il caso di Nardò

di Antonio Ciniero***

L’agro centro-meridionale della provincia di Lecce, e in particolare la cittadina di Nardò, rappresenta ormai da oltre vent’anni un tassello importante ed emblematico delle dinamiche politiche, sociali ed economiche che attraversano e danno forma al lavoro agricolo stagionale nella gran parte dei paesi dell’aria euro-mediterranea. Le condizioni di vita e di lavoro dei braccianti in questa zona, sebbene da più parti deprecate, sembrano essere immutabili. Pochi sono gli elementi che si sono modificati nel corso degli anni, tra questi, la composizione sociale dei braccianti avvicendatesi sul territorio e che discende, a sua volta, essenzialmente, da tre fattori: quelli produttivi (il cambio della tipologia dei prodotti agricoli coltivati e la modificazione degli ettari coltura destinati alla coltivazione, che ha richiamato un numero maggiore di manodopera); quelli economici più generali (la crisi degli ultimi anni e i licenziamenti a essa connessi, che hanno spinto verso il settore agricolo soggetti prima impiegati nel settore industriale e in quello dei servizi, di sovente nelle città del centro-nord Italia); e, ancora, quelli legati ai cambiamenti intervenuti sul versante delle dinamiche migratorie, soprattutto dal 2011, quando – a seguito delle cosiddette primavere arabe e dell’intervento armato in Libia – è mutato il panorama degli arrivi e delle presenze dei cittadini stranieri sul territorio dove è aumentato il numero dei cittadini richiedenti asilo e/o protezione umanitaria che, anche in conseguenza delle politiche e delle modalità di accoglienza loro riservate, sono divenuti un importante bacino di reclutamento di manodopera per la raccolta stagionale. (altro…)

“Sur la planche” o come sfuggire allo sfruttamento

23.marzo.2012 · Posted in cultura, FCAAAL 2012

Un film durissimo che racconta una storia di sfruttamento, miseria e tanta ostilità. ...

Un film durissimo che racconta una storia di sfruttamento, miseria e tanta ostilità. (altro…)