Posts Tagged ‘nigeria’

Nigeria: Mend mette fine alla tregua

02.Febbraio.2010 · Posted in attualità

In un paese in cui l’unica cosa che il governo rispetti sia la violenza, il Movimento per l’emancipazione del delta del Niger (Mend) si sta preparando a un’ulteriore ondata di scontri. Il gruppo ribelle, che dice di lottare per un divisione più equa dei profitti derivanti dal petrolio, lo scorso ottobre 2009 aveva annunciato un ...

In un paese in cui l’unica cosa che il governo rispetti sia la violenza, il Movimento per l’emancipazione del delta del Niger (Mend) si sta preparando a un’ulteriore ondata di scontri.

Il gruppo ribelle, che dice di lottare per un divisione più equa dei profitti derivanti dal petrolio, lo scorso ottobre 2009 aveva annunciato un cessate il fuoco senza scadenza.

Era una risposta all’amnestia offerta dal presidente Yar’Adua insieme alla promessa di sviluppare l’area, dopo cinque decadi di sfruttamento petrolifero e di devastazione dell’ambiente.

La decisione di ritirare il cessate il fuoco, ha annunciato ieri (29 gennaio 2010) il Mend, e’ arrivata dopo un’attenta analisi e un’estesa consultazione.

“Questo cessate-il-fuoco e’ stato annunciato nella speranza che il governo della Nigeria prenda in considerazione un vero dialogo fopndato sul sincero desiderio di rendere giustizia al popolo del delta del Niger, e una pace duratura alla Nigeria”, ha detto il Mend.

Come ha scritto l’agenzia di stampa APF questa mattina (30 gennaio): “A questo punto e’ sufficientemente chiaro che il governo della Nigeria non ha alcuna intenzione di prendere in considerazione le richieste fatte da questo gruppo per il controllo delle risorse e del territorio del delta del Niger affinché sia restituito ai legittimi proprietari, il popolo del delta del Niger”.

Accusando il governo federale di ‘agire come un vincitore su un popolo sconfitto’, il Mend ha sottolineato che tutte le società legate all’industria petrolifera nel delta del Niger farebbero bene ad aspettarsi una serie di attacchi contro gli stabilimenti e contro il personale.

Niente, sostengono, sara’ risparmiato.

Con le ultime attività violente, che hanno più che dimezzato la produzione di petrolio della Nigeria, l’ultima decisione del Mend sembra buttare benzina sul fuoco che sta già devastando la Nigeria.

Dal 23 novembre 2009, il presidente della Nigeria si trova al di fuori dei confini del paese per sottoporsi a delle cure mediche.

La lunga assenza di Yar’Adua da Abuja e’ il tema dominante dei media nigeriani.

La tensione rimane alta visto che non si sa cosa possa accadere al paese e alla sua democrazia che e’ stata ripristinata il 29 maggio 1999 grazie all’estremo sacrificio di molti nigeriani.

Per salvare il sistema dalla distruzione totale, molti personaggi famosi nigeriani hanno chiesto al presidente Yar’Adua di dimettersi oppure di lasciare l’incarico al suo vice, GoodLuck Jonathan, per il tempo della sua assenza.

Come se la crisi istituzionale non fosse abbastanza, il nord del paese e’ scosso da scontri religiosi motivati politicamente.

Ora che il Mend e’ pronto a puntare i propri fucili all’ “industria petrolifera nigeriana”, un fatto che secondo alcuni esperti causa corruzione e discredito alla Nigeria, i poveri nigeriani possono solo pregare affinché questo dramma finisca al più presto.

Ewanfoh Obehi Peter

Nigeria: coprifuoco nella città di Jos

20.Gennaio.2010 · Posted in attualità

Sono mesi particolarmente difficili per la Nigeria. Da novembre il presidente Umaru Yar’Adua è ricoverato in Arabia Saudita per problemi cardicaci. E il 17 gennaio sono riesplosi gli scontri tra cristiani e musulmani nella città di Jos. Secondo un bilancio provvisorio, le vittime sono 288, ma gli scontri continuano in varie zone della città nonostante ...

Sono mesi particolarmente difficili per la Nigeria. Da novembre il presidente Umaru Yar’Adua è ricoverato in Arabia Saudita per problemi cardicaci. E il 17 gennaio sono riesplosi gli scontri tra cristiani e musulmani nella città di Jos.

Secondo un bilancio provvisorio, le vittime sono 288, ma gli scontri continuano in varie zone della città nonostante il governo abbia dichiarato il coprifuoco totale. I cattivi rapporti tra i musulmani e i cristiani, soprattutto nella zona centrale del paese, hanno radici profonde, ma la situazione è decisamente peggiorata dal novembre del 2008, quando sono state uccise circa cento persone. La città di Jos, che ha circa 500mila abitanti, si trova in una zona cruciale del paese, stretta tra il nord musulmano e il sud cristiano e animista.

Secondo il quotidiano This Day, “non bisogna sorprendersi se gli scontri sono ripresi, visto che dopo le violenze del 2008 nessuno dei responsabili è stato punito, neanche i mercenari arrestati con indosso le uniformi dell’esercito. I loro casi, come quelli degli altri 327 sospettati per quegli scontri, devono essere riaperti e le indagini devono ricominciare. È l’unico modo per evitare ulteriori violenze”.

Il quotidiano Punch spiega che i fatti di Jos sono la dimostrazione più evidente del declino dello stato nigeriano. “Come hanno spiegato vari analisti e politici d’opposizione, l’escalation di violenza è stata consentita dalla debolezza del sistema di polizia e dalla disorganizzazione a livello amministrativo. Le responsabilità della crisi vanno attribuite ai leader politici, che guidano il paese in base ai loro interessi”.

Nel frattempo, un altro quotidiano nigeriano, il Guardian, informa che “il vicepresidente Goodluck Jonathan, temporaneamente alla guida del paese a causa delle cattive condizioni di salute del presidente, ha inviato l’esercito a Jos per pacificare la situazione”.

Fonte: Internazionale


Visualizzazione ingrandita della mappa

Nigeria: laburista Mimiko vince elezioni locali

25.Luglio.2008 · Posted in attualità

Akure, Nigeria – Il candidato Mimiko ha vinto contro l’avversario Agagu nello stato di Ondo. Lo ha deciso oggi il tribunale. Il giudice Garba Nabaruma ha detto che Mimiko del partito laburista ha ottenuto 192.261 voti regolari contro i 128.669 di Olusegun Agagu. E’ questo il risultato delle elezioni che si sono svolte in aprile. ...

mimiko-nigeria Akure, Nigeria – Il candidato Mimiko ha vinto contro l’avversario Agagu nello stato di Ondo.
Lo ha deciso oggi il tribunale.

Il giudice Garba Nabaruma ha detto che Mimiko del partito laburista ha ottenuto 192.261 voti regolari contro i 128.669 di Olusegun Agagu. E’ questo il risultato delle elezioni che si sono svolte in aprile. (altro…)