Posts Tagged ‘gentiloni migranti’

Stragi in Mediterraneo: intervista a Gentiloni

13.Agosto.2015 · Posted in extrafrica

Gentiloni: ‘C’è chi fa demagogia davanti ai cadaveri in mare ma l’Italia non è egoista’ (Repubblica) di Giampaolo Cadalanu ROMA. “Chi spaccia demagogia contro i migranti non risolve nulla. E per fortuna la maggioranza degli italiani non si fa incantare. Ma non voglio fare polemiche politiche». Nel giorno in cui le foto dei “puntini’ alla ...

Gentiloni: ‘C’è chi fa demagogia davanti ai cadaveri in mare ma l’Italia non è egoista’ (Repubblica)

di Giampaolo Cadalanu

ROMA. “Chi spaccia demagogia contro i migranti non risolve nulla. E per fortuna la maggioranza degli italiani non si fa incantare. Ma non voglio fare polemiche politiche». Nel giorno in cui le foto dei “puntini’ alla deriva occupano le prime pagine dei giornali internazionali, dopo l’ennesima strage nel Canale di Sicilia con centinaia di esseri umani annegati, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni sottolinea: «Noi abbiamo trasmesso al mondo l’immagine di chi, nonostante le difficoltà, si fa carico dei soccorsi. Ai nostri confini Schengen vediamo scene che sono un monumento all’egoismo».

Ministro, in tema di immigrazione l’Ue ha fatto qualche passo avanti?

(altro…)

Gentiloni: «Migranti, in gioco il futuro della Ue» (Avvenire)

28.Maggio.2015 · Posted in politica

«È un buon inizio. Ma ora parte una trattativa delicata, complessa e piena di incognite». Paolo Gentiloni dopo una notte di trattative e di contatti con l’Europa, sceglie la linea del realismo. «La proposta della Commissione europea sull’immigrazione non va scambiata per una decisione finale. È un passo positivo, si fissa un principio nuovo. Ora ...

«È un buon inizio. Ma ora parte una trattativa delicata, complessa e piena di incognite». Paolo Gentiloni dopo una notte di trattative e di contatti con l’Europa, sceglie la linea del realismo. «La proposta della Commissione europea sull’immigrazione non va scambiata per una decisione finale. È un passo positivo, si fissa un principio nuovo. Ora però tocca agli stati membri. E sappiamo bene quanto siano forti le resistenze anche di Paesi importanti».

(altro…)