Posts Tagged ‘daesh’

Premier somalo Hassan Ali Khayre incontra Alfano

26.Settembre.2017 · Posted in attualità

Unga. Incontro del Ministro Alfano con il Premier somalo Hassan Ali Khayre “La Somalia ha compiuto importanti progressi e sta seguendo un percorso positivo. Il Paese sta definendo un nuovo processo di costruzione dello Stato e sta affrontando le questioni che ostacolano la  stabilità: dalla lotta contro Al Shabaabab e Daesh, allo sviluppo economico e ...

Unga. Incontro del Ministro Alfano con il Premier somalo Hassan Ali Khayre

“La Somalia ha compiuto importanti progressi e sta seguendo un percorso positivo. Il Paese sta definendo un nuovo processo di costruzione dello Stato e sta affrontando le questioni che ostacolano la  stabilità: dalla lotta contro Al Shabaabab e Daesh, allo sviluppo economico e al cambiamento climatico. Mogadisco sappia di poter contare sull’aiuto e il sostegno dell’Italia”, così il ministro Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, incontrando il Primo ministro somalo, Hassan Ali Khayre, a margine dell’Evento di Alto livello sulla Somalia tenutosi oggi a New York, alla presenza del Segretario Generale ONU, António Guterres e dell’Alto Rappresentante UE per la politica estera e la sicurezza comune, Federica Mogherini. (altro…)

Il circolo vizioso infinito in cui si trova la Libia

16.Aprile.2016 · Posted in punto di vista

Il paese fatica a trovare l’accordo sull’unità, mentre l’ISIS approfitta della situazione e si rafforza. ...

Il paese fatica a trovare l’accordo sull’unità, mentre l’ISIS approfitta della situazione e si rafforza.
(altro…)

Dichiarazione coalizione anti DAESH

01.Ottobre.2015 · Posted in politica

Nel corso del primo anno dalla sua costituzione, la Coalizione Globale per il Contrasto a Daesh ha compiuto numerosi progressi nella campagna per sconfiggere e debellare questa piaga terroristica senza precedenti. Come abbiamo già avuto modo di affermare, sarà una campagna che richiederà un lungo impegno. Un anno fa la situazione era tragica: ISIS, anche ...

Nel corso del primo anno dalla sua costituzione, la Coalizione Globale per il Contrasto a Daesh ha compiuto numerosi progressi nella campagna per sconfiggere e debellare questa piaga terroristica senza precedenti. Come abbiamo già avuto modo di affermare, sarà una campagna che richiederà un lungo impegno. Un anno fa la situazione era tragica: ISIS, anche conosciuto con il suo acronimo arabo Daesh, stava avanzando in Iraq e minacciando Erbil, Kirkuk e Baghdad. Inoltre, parevano imminenti ulteriori attacchi contro la minoranza Yazidi. Da allora, nonostante non siano mancate inevitabili battute d’arresto, la Coalizione ha perseguito una strategia onnicomprensiva, dimostrando di saper arginare la capacità di movimento di Daesh in Iraq e Siria. La Coalizione ha effettuato progressi anche nel ridurre il reclutamento tra le fila di ISIS, contrastare la sua narrativa e ridurre le sue fonti di finanziamento.

L’impegno e il sacrificio della forze di sicurezza irachene, nonché dei peshmerga curdi e delle forze di mobilitazione popolare, e dell’opposizione siriana, si sono dimostrati cruciali. In Iraq, (altro…)

Egitto: Daesh uccide cittadino croato, Farnesina

13.Agosto.2015 · Posted in attualità

Gentiloni, dolore e sconcerto per barbara uccisione cittadino croato Tomislav Salopek “Ho appreso con dolore e sconcerto la notizia della barbara uccisione in Egitto, da parte dei terroristi di Daesh, del cittadino croato Tomislav Salopek, alla cui famiglia vanno i nostri pensieri in questo drammatico momento”, così il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione ...

Gentiloni, dolore e sconcerto per barbara uccisione cittadino croato Tomislav Salopek

“Ho appreso con dolore e sconcerto la notizia della barbara uccisione in Egitto, da parte dei terroristi di Daesh, del cittadino croato Tomislav Salopek, alla cui famiglia vanno i nostri pensieri in questo drammatico momento”, così il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni.

(altro…)

Gentiloni: «Per battere il terrorismo pacificare subito la Libia» (Il Messaggero)

22.Marzo.2015 · Posted in politica

Da ministro degli Esteri, direbbe che abbiamo le prime vittime italiane dell’Isis? I jihadisti di Ansar al Sharia attivi in Tunisia si sono raccordati col Califfato? «Sono vittime innocenti di terroristi criminali. Poi è molto difficile – risponde il ministro Paolo Gentiloni – distinguere rigidamente tra Daesh (Isis, ndr) e terrorismo più tradizionale di matrice ...

Da ministro degli Esteri, direbbe che abbiamo le prime vittime italiane dell’Isis? I jihadisti di Ansar al Sharia attivi in Tunisia si sono raccordati col Califfato?

«Sono vittime innocenti di terroristi criminali. Poi è molto difficile – risponde il ministro Paolo Gentiloni – distinguere rigidamente tra Daesh (Isis, ndr) e terrorismo più tradizionale di matrice jihadista. Certamente siamo di fronte a un arco della crisi e della minaccia terroristica che attraversa molti Paesi del Mediterraneo e del Golfo. E, certo, c’è in Tunisia una presenza storica di Ansar al Sharia. La sua messa fuori legge ha indotto un elevato numero di terroristi a lasciare il Paese e a disperdersi come foreign fighters in diversi altri Paesi. E questo ha prodotto incroci con il Daesh».

Ma qual è la rivendicazione vera dell’attacco?

«La situazione disordinata (altro…)