Sudafrica: mondiale come strumento marketing

04.Agosto.2010 · Posted in economia

L’ufficio del turismo del Sudafrica spenderà 188 milioni di Rand (circa 20 milioni di Euro) per una campagna marketing che ha lo scopo di assicurare che i tifosi giunti in Sudafrica per la coppa del mondo di calcio diventino turisti abituali del paese dell’Africa meridionale.

La spesa sarà divisa in questo modo: 88 milioni di Rand sarà il budget dell’ufficio in Sudafrica, mentre i restanti 100 milioni di Rand spetteranno agli uffici satelliti negli altri continenti per una campagna che mira a raggiungere 1,4 miliardi di persone, secondo quanto ha detto recentemente Roshene Singh, chief marketing officer del SA Tourism, in un’intervista a Business Day.

La signora Singh ha detto che il mondiale di calcio ha fatto tantissimo per l’immagine del paese all’estero, tanto che il paese oggi è visto come una meta turistica molto più accogliente di prima.

“Ci siamo sempre battuti nelle nostre campagne promozionali per sottolineare l’aspetto dell’accoglienza in un mercato globale che considerava la Tailandia e l’India come destinazioni più calorose. Tutto ciò è cambiato grazie al mondiale che ha modificato quell’impressione,” ha detto.

SA Tourism si concentrerà adesso  sul turismo interno e cercherà di pubblicizzare il Sudafrica come meta turistica affidabile.

Il prossimo SA Tourism darà il via ad una nuova campagna marketing. “Ci stiamo sforzando di pubblicizzare nuovi pacchetti turistici economici in modo che i nostri potenziali clienti abbiano l’opportunità di sapere in anticipo quanto pagheranno esattamente. Per la prima volta, inoltre, pubblicizzeremo pacchetti turistici regionali come per esempio viaggi in Zimbabwe e in Mozambico.”

SA Tourism ha siglato collaborazioni con la compagnia aerea low-cost Kulula, il gruppo alberghiero Southern Sun, la società di pullman Interlink e la società per le prenotazioni online Computicket, che permetterà ai viaggiatori di prenotare le loro vacanze in uno dei loro outlet.

“Stiamo lavorando sodo per identificare i diversi eventi in tutte le regioni e le province che potrebbero costituire una destinazione e che potrebbero essere pubblicizzate nel mercato locale. Grazie al mondiale di calcio l’industria turistica ha potuto aprire molte nuove strade e prodotti letterari. Adesso dobbiamo capitalizzare gli sforzi.”

Per il mercato internazionale, SA Tourism darà il via ad una nuova campagna intitolata “20 esperienze in 10 giorni”. “Abbiamo invitato ospititi dalla Nigeria, dall’India e dagli USA affinché vivessero un’esperienza durante i giorni del mondiale in Sudafrica. Questo fornirà materiale per la tv che sarà mandato in onda su CNN, BBC e SkyNews.  “Ciò che farà la differenza rispetto ad altre campagne marketing è che non si tratta solo di belle foto ma della vita reale delle persone nel momento in cui fanno un’esperienza reale”, ha detto la signora Singh.

SA Tourism ha capito che i turisti hanno la tendenza a fare vacanze più corte in Sudafrica così ha creato pacchetti turistici che variano tra i 7 e i 10 giorni.

La signora Singh ha sottolineato infine che l’ufficio del turismo sudafricano userà anche i social media a partire dall’anno prossimo, soprattutto il sito di viaggi Wayn.com.  “Sebbene siamo presenti su Facebook, crediamo che avremo maggiori riscontri da un sito come Wayn, che è dedicato alla condivisione dei viaggi. Gli utenti di Wayn sono più inclini a pianificare un viaggio in Sudafrica sulla base delle esperienze e delle informazioni che trovano in rete.” 

Ci sono progetti per una possibile collaborazione con il sito web TripAdvisor.com.

Fonte: Business Day online

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Reply