Sudafrica: ecco i vincitori del festival del cinema di Durban

15.Agosto.2008 · Posted in cultura

Durban.film.festival Si è concluso a Durban il festival internazionale del cinema che ha visto importanti successi degli artisti africani.

Quest’anno si è celebrata la 29ma edizione che ha tenuto i sudafricani incollati agli schermi per 12 giorni. Durante l’evento cinematografico si sono tenuti diversi workshops e seminari che sono stati molto apprezzati dal pubblico.

Un fatto che sottolinea il crescente interesse per i film giranti in KwaZulu-Natal, la regione della città di Durban.
Il miglior film, premiato con 30 mila Rand (poco meno di 2600 Euro) è stato “Foster Child”. Un film delle Filippine diretto da Brillante Mendoza. La giuria internazionale ha commentato la propria decisione sostenendo di aver premiato questo film per “aver frugato con notevoli capacità nella vita quotidiana dei personaggi e per aver unito lo stile del documentario a quello del film drammatico per creare un film eccezionale, umano e fuori dal comune”.

Il premio di 20 mila Re (circa 1700 Euro) per il miglior film sudafricano è eato a Triomf, diretto da Michael Raeburn. “Triomf – è il giudizio della giuria – evidenzia una serie di verità universali. Gli sporchi segreti del capitalismo, del razzismo, delle politiche manipolatrici e del cuore umano si rispecchiano nei segreti di una famiglia la cui disintegrazione ci ricorda che la storia di una nazione è scritta dagli individui”.

“Jerusalema”, che è stato anche il film che ha aperto il festival, ha ricevuto il premio del pubblico.
Rapulana Seiphemo è stato premiato come migliore attore per il suo ruolo in Jerusalema, diretto da Ralph Ziman.

Questa la lista completa dei premi:
Miglior Film: Foster Child (Philippines), diretto da Brillante Mendoza
Miglior Film sudafricano: Triomf, diretto da Michael Raeburn
Best First Feature Film: Captain Abu Raed, diretto da Amin Matalqa
Miglior regista: Lance Hammer per Ballast (USA)
Miglior attrice: Cherry Pie Picache in Foster Child (Filippine)
Miglior attore: Hanno Koffler in A Hero’s Welcome (Nacht Vor Augen) (Germania) e Rapulana Seiphemo in Jerusalema (Sudafrica)
Best Cinematography: Shanker Raman per Frozen (India)
Best Screenplay: Singing Chen e Lou Yi-an for God Man Dog (Lio Lang Shen Go Ren) (Taiwan)
Special Jury Mention: Ain’t Scared (Regarde-Moi) (France), diretto da Audrey Estrougo
Best Documentary: Patti Smith: Dream of Life (USA), diretto da Steven Sebring
Special Mention Documentary: Send a Bullet (Mea Bala) (Brazil/USA), diretto da Jason Kohn
Best South African Documentary: 50 Years! Of Love?, diretto da Karin Slater
Best Short Film: I Love You (Mozambique), diretto da Rogerio Manjate
Best South African Short Film: Sibahle, diretto da by Joshua Rous
Big Fish School of Digital Film Short Film Newcomer Award: Reina-Marie Loader for  Cutting Silence
Amnesty International Durban Human Rights Award: Taking Root: The Vision Of Wangari Maathai (USA), diretto da Alan Dater e Lisa Merton (USA)
Wavescapes Best Surf Film: Bustin’ Down The Door (USA), diretto da Jeremy Gosch
Audience Choice Best Wavescapes Film: Sharkwater (USA), diretto da Rob Stewart
Audience Choice Best Film Award: Jerusalema (South Africa/USA), diretto da Ralph Ziman

L’evento è stato organizzato dal Centre for Creative Arts (UKZN) ed è stato finanziato da: National Film & Video Foundation, SABC, HIVOS, Royal Netherles Embassy, KwaZulu-Natal Department of Economic Development, Stichting Doen, l’ambasciate tedesca in Sudafrica, Goethe Institute del Sudafrica, Industrial Development Corporation, dalla città di Durban, e da altri partners.

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Reply