Il cinema italiano è fatto anche dai cosiddetti neri

21.Novembre.2014 · Posted in cultura

Blaxploitalian (Cent’anni di Afrostorie nel cinema italiano)

“Blaxploitalian Cent’anni di Afrostorie nel cinema italiano”, ispirato dal libro L’Africa in Italia a cura di Leonardo De Franceschi, è un film documentario che si mette sulle tracce delle diverse ondate di pionieri Afrodiscendenti fin dal 1913, anno in cui apparse nel film “Zuma” il primo attore nero.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=N3TC_cMit00&w=540&h=304]

Un racconto temporale di oltre cent’anni che, partendo dal cinema muto e coloniale, arriva fino al cinema contemporaneo, raccontando il contributo di attori afroamericani come John Kitzmiller, Harold Bradley, Fred Williamson, e quello di attori e attrici afrodiscendenti e italiani di nascita o d’adozione come Zeudi Araya, Ines Pellegrini, Iris Peynado, Fiona May, Denny Mendéz, Esther Elisha, Bobby Rhodes, Livio Beshir, Salvatore Marino, Jonis Bascir, Germano Gentile, e altri.

Questi nomi rappresentano solo la punta di un iceberg: centinaia sono infatti gli interpreti che hanno recitato nei film del Neorealismo, nei film storico-mitologici, nella commedia anni ’60, nel poliziesco anni ’70, così come nelle commedie più o meno sexy all’italiana, o che hanno inciso la memoria collettiva degli italiani con i loro passaggi televisivi come Lola Falana, Rocky Roberts, Sammy Barbot e altri.

Articolo interessante? Aiutaci a crescere con una donazione via Paypal o tramite Iban: IT97M36000032000CA005648709

Leave a Reply